Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Marina Serra

Marina Serra

15-06-2012
Marina Serra (0).
tra avanti e indietro io ho camminato per circa 1,5 Km., probabilmente si può fare meno.
non ci sono dislivelli significativi.
Erika e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E in genere (per escursionisti medi), EE (per escursionisti esperti) e direi anche di più il passaggio per scendere all’arco naturale da dietro, ma, indubbiamente non necessario. Si tratta di un singolo passaggio di meno di 2 metri in cui in discesa ci si può arrangiare (con attenzione), ma in salita richiede tecnica per superare uno strapiombo, non saprei dire il grado alpinistico, sul quale non sono molto pratico, ma credo sia sicuramente superiore al III, non sarebbe male piazzare una corda dall’alto per risalire più facilmente; cè comunque anche l’alternativa di passare via mare, l’acqua è poco profonda e si può facilmente camminare attraverso l’arco, anche se un paio di sandali potrebbero essere consigliabili per non farsi male ai piedi.
Anche qui dipende da dove si parte, noi ci siamo arrivati proseguendo verso nord da Ponte Ciolo. Arrivati a Marina Serra non vi sono indicazioni chiare (mi pare che l’unico cartello indichi un albergo o un ristorante) che indichino la discesa a mare, ma l’unica strada presente in tale direzione ci ha tolto i residui dubbi. La ripida strada asfaltata termina in un parcheggio, sulla sinistra a strisce blu, a destra mi è parso libero, e quindi ne ho approfittato.
Dal parcheggio ci si dirige brevemente a sud e a lato della strada la scogliera si confonde in ruderi di epoca, credo, romana: le fondamenta lavorate ed erose dal mare formano un tutt’uno con la scogliera dove è difficile distinguere cosa è naturale e cosa non lo è. Facili camminamenti permettono di esplorare scogliera e ruderi dirigendosi verso nord, fino al piccolo porticciolo dove sono ormeggiate alcune barche. Si supera il porticciolo sulla sinistra, dove sono presenti ancora resti romani e ci si dirige verso il caratteristico fiordo., che si può costeggiare sul lato ovest o scendere al non distante livello dell’acqua in più punti. A chiudere il fiordo verso nord , oltre la torre che lo sormonta, un doppio arco naturale; dopo essere scesi ammirarlo si può continuare verso la torre. Volendo si può passare sopra l’arco naturale e scendervi, con molta cautela, da dietro, unico modo in cui, a parte dall’acqua, si possono vedere contemporaneamente le 2 aperture. Giunti alla torre si può tornare per la stessa strada o per l’asfalto.
Fiordo decisamente più piccolo rispetto a quello del vicino Ponte Ciolo, ma senza gli scempi cementati, (peccato comunque per i gazebo di un bar un po’ troppo vicini). Nonostante le dimensioni si tratta comunque di un piccolo gioiello per l’eleganza della costruzione naturale terminante nel bellissimo doppio arco. Al contrario di Ponte Ciolo qui l’acqua è bassa ed è un ottimo posto anche per i bambini, tranquillo e riparato dalle onde, per chi avesse il brutto vizio di fare il bagno. In definitiva io l’ho preferito a Ponte Ciolo, anche se non tutti saranno d’accordo, per l’aria un po’ troppo domestica del posto, rispetto a quella più grandiosa e selvaggia dell’altro. Data comunque la vicinanza dei due posti, circa 8 Km., conviene comunque visitare tutti e due.
15-06-2012
Marina Serra (0).
tra avanti e indietro io ho camminato per circa 1,5 Km., probabilmente si può fare meno.
non ci sono dislivelli significativi.
Erika e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Marina Serra