Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Erbaju per Rocher du Lion da Roccapina

Erbaju per Rocher du Lion da Roccapina

Percorso Inedito
20-09-2022
Parcheggio Roccapina (20) – Spiaggia Roccapina (0) – Colletto Rocher du Lion (120) – Torre Roccapina (125) – Spiaggia Erbaju (0) – Spiaggia Roccapina (0) - Parcheggio Roccapina (20).
4 Km. circa, ma ci vuole più tempo del previsto in quanto il sentiero per le Rocher du Lion è piuttosto impegnativo e anche non molto riconoscibile.
400 m. circa.
Silvia e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
il sentiero di salita al Rocher du Lion è sicuramente EE (per escursionisti esperti), sia per i vari punti in cui bisogna usare le mani e la ripidità in generale, sia per le difficoltà a reperire il percorso. Discorso a parte poi la salita al colletto del Rocher du Lion e la ricerca dell’arco naturale poco distante, il primo itinerario è valutabile F (alpinistico facile), per un canalino con passaggi tra il I ed II grado, mentre il secondo itinerario è valutabile F+ (alpinistico facile superiore) perché alla difficoltà paragonabile dei passaggi, aggiunge la scomodità del terreno infrascato e nel reperire la via migliore di avvicinamento. Tutto il resto E (per escursionisti medi).
dalla N196 che collega Propriano a Bonifacio, in corrispondenza dell’Auberge Coralli, si imbocca una sterrata, da fare con prudenza se non si ha un fuoristrada, che porta ai parcheggi presso la spiaggia.
Dal parcheggio seguiamo la sterrata verso il mare, giunti alla spiaggia si torna indietro una cinquantina di metri e si imbocca il sentiero sulla sinistra che, dopo poco, si biforca e noi ci teniamo sulla sinistra (sulla destra comunque è solo una variante). Dopo 70 metri dal primo bivio ne troviamo un secondo, dove teniamo ancora a sinistra (a destra si va comunque verso il Rocher du Lion con un percorso più semplice di quello effettuato da noi). Ancora 100 metri e troviamo un terzo bivio, decisamente meno evidente degli altri due, ma questa volta prendiamo a destra, seguendo un sentiero assai ripido e poco evidente, facendo attenzione agli ometti, comunque presenti. Dopo 80 metri sul nuovo sentiero, passato un saltino di roccia, notiamo a destra i ruderi di una torre, su cui, volendo possiamo salire, ottenendo un bel panorama sulla spiaggia di Roccapina. Continuando dai ruderi una trentina di metri in discesa incrociamo un sentiero più evidente: sulla sinistra si torna indietro verso la Torre di Roccapina (passeremo di qui al ritorno), mentre a destra si continua verso le Rocher du Lion e quivi ci dirigiamo. Difficile descrivere il successivo percorso anche perché all’andata ne abbiamo fatto uno ed al ritorno un altro, in ogni caso si prova a seguire traccia, non sempre evidente, ed ometti e così facendo siamo passati in una specie di grotta a due entrate, guidati da un ometto all’interno e, quindi abbiamo seguito un canalino ripido fino a sbucare in vista del Rocher du Lion; qui troviamo un comodo sentierino sotto, oppure si può salire all’esposta e panoramica cresta, giungendo comunque ad una grotticella murata alla base del Rocher du Lion. Visitata la grotticella continuiamo sulla destra della stessa (faccia alla grotticella) ed arriviamo quindi dietro alla Rocher du Lion, dove un ripido canale consente di arrivare, non facilmente, al colletto sottostante la vetta del Rocher du Lion. La salita degli ultimi metri per la vetta non l’ho però effettuata perché troppo esposta e senza appigli. A questo punto sono tornato sui miei passi fino alla fine della cresta sottostante al Lion e ho cercato di raggiungere una finestra nella roccia presente nel successivo tratto di cresta, separato da un intaglio da quella sottostante appunto al Lion. L’impresa mi è più o meno riuscita, ma non saprei descrivere come, tra passaggi intricati, difficili ed esposti, ognuno comunque, volendo, può proseguire a vista secondo la propria esperienza. Visitata o no la finestra si torna al bivio prima dei ruderi della torre, nominato in precedenza, stavolta, almeno noi, senza passare dalla grotta attraversata all’andata. Il nuovo sentiero, abbastanza pulito, attraversa alla base la grande roccia tra il Rocher du Lion e la Torre di Rocca Pina, quindi diventa più semplice e raggiunge il xentiero principale, che. Imboccato verso destra, porta in breve alla Torre di Roccapina. Dalla torre sembra esserci un sentiero che scende sull’altra versante ma, dopo una quarantina di metri, arriva ad un salto di roccia, superabile, ma non facile. Abbiamo così preferito risalire alla torre e ridiscendere sui nostri passi fino al bivio da cui siamo venuti; da qui, continuando pochi metri in discesa il sentiero si biforca, e noi prendiamo a destra per l’Erbaju. Il nuovo sentiero scende quindi senza grossi problemi fino alla sottostante lunga spiaggia. Visitata la spiaggia torniamo sui nostri passi fino all’ultimo bivio, dove continuiamo dritti a destra sul sentiero principale, che in breve ci riporta alla Spiaggia di Roccapina, da dove torniamo sui nostri passi al parcheggio.
bellissima Roccapina, ed anche l’Erbaju, visti dall’alto, bellissimo il panorama dal Rocher du Lion e molto bella e caratteristica la grotticella e l’arco naturale. Col senno di poi sarebbe stato ancora meglio parcheggiare all’Auberge senza fare la sterrata, quindi, giunti all’Erbaju, continuare fino a Murtoli e da lì tornare al parcheggio per un sentiero all’interno.
Percorso Inedito
20-09-2022
Parcheggio Roccapina (20) – Spiaggia Roccapina (0) – Colletto Rocher du Lion (120) – Torre Roccapina (125) – Spiaggia Erbaju (0) – Spiaggia Roccapina (0) - Parcheggio Roccapina (20).
4 Km. circa, ma ci vuole più tempo del previsto in quanto il sentiero per le Rocher du Lion è piuttosto impegnativo e anche non molto riconoscibile.
400 m. circa.
Silvia e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Erbaju per Rocher du Lion da Roccapina