Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Sommet de Beouveyre anello per Pic de la Famille e Calanque Mounine da Les Goudes

Sommet de Beouveyre anello per Pic de la Famille e Calanque Mounine da...

Percorso Inedito
24-10-2020
Les Goudes (6) – Pic de la Famille (280) – Col Moutte (250) – Sommet de Beouveyre (360) – Col des Chevres (320) – Pas de la Cabre (245) – Pas de la Selle (285) – Col de la Gallinette (160) – Calanque Mounine (0) – Callelongue (0) – Les Goudes (6).
11,5 Km. il percorso pulito, 15,4 quelli fatti da me per riaccompagnare una persona.
900 m. circa il percorso pulito, 1300 circa quelli fatti da me per riaccompagnare una persona.
Chiara e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
da Les Goudes alla Sommet de Beouveyre E (per escursionisti medi), che diventa EE (per escursionisti esperti) variando a piacimento sulla cresta, che presenta non più di qualche passo di I, almeno nella parte che ho fatto io. EE quindi fino al sentiero segnato per il Pas de la Selle, prima la ripida discesa dalla Sommet de Beouveyre con un primo salto non attrezzato subito e un secondo piů alto attrezzato con catena, entrambi non banali. Il tratto poi dal Col des Chevres al Pas de la Cabre è ancora piů impegnativo, in ripida discesa su un canalino scivoloso e quindi una cengia stretta e un po’ esposta per evitare un salto di roccia al Pas de la Cabre (presente comunque anello per scenderlo in doppia). Le cose poi non migliorano sul sentiero che costeggia le bastionate rocciose del Marseilleveyre, traccia spesso evanescente, su cui si usano a tratti le mani ed a tratti esposta, quindi sempre EE, anche più sostenuto. E (per escursionisti medi) poi il sentiero per il Pas de la Selle e la successiva discesa, mentre EE è la salita al Col de la Gallinette, che presente una paretina di I grado non esposta ed altri saltini comunque non difficili. E (per escursionisti medi) la discesa al Calanque della Mounine. E (per escursionisti medi) anche il ritorno a Les Goudes, a parte i tratti su scogliera fuori sentiero (non obbligatori) che sono a tratti EE, specie nel tratto in cui si superano alcune piscine naturali che devono essere guadate con passaggi di arrampicata facile e anche con un salto.
Da Genova a Ventimiglia su autostrada A10, quindi si continua sempre in autostrada (A8) in Francia seguendo per Marsiglia, fino al bivio con l’A52 (segnalazioni Marseille Est – Aubagne), che imbocchiamo. Troviamo quindi un nuovo bivio, dove teniamo la sinistra (A 501 - Marseille Centre – Aubagne), lasciando a destra la A52 per Toulon. Proseguiamo quindi fino al termine dell’autostrada, dove ci teniamo a sinistra (uscita 1, Centre Ville – Vieux Port). Usciti dall’autostrada prendiamo a sinistra per Lodi, Castellane, Sainte Marguerite e Mazargue, trovandoci subito in una rotonda, dove imbocchiamo la seconda uscita in Avenue Arthur Scott (indicato toutes les directions) per arrivare ad una nuova rotonda, dove prendiamo nuovamente la seconda uscita in Chemin de l’Argile, con il quale arriviamo ad incrociare il Boulevard Rabateau, che imbocchiamo verso destra. Dopo poco il Boulevard si biforca e noi seguiamo il ramo di destra, quindi continuiamo a seguire il Boulevard fino alla successiva rotonda, dove proseguiamo dritti in Avenue du Prado, che seguiamo fino alla successiva rotonda, dove prendiamo a destra Avenue Pierre Mendes France. Con avenue Pierre Medes France arriviamo quindi ad una nuova rotonda, dove proseguiamo dritti iniziando a seguire le segnalazioni per Les Goudes, nostra destinazione. Proseguiamo quindi sempre dritti lungo il mare, fino a svoltare, come da indicazioni, a sinistra in Boulevard Beaurivage, e, quindi, a destra, in Avenue de la Madrague de Montredon, che seguiamo lungamente, e che poi diventa Chemin des Goudes, sul quale proseguiamo, seguendo sempre la costa. Giunti quindi in vista delle case del villaggio di Les Goudes, nel piccolo slargo a sinistra pochi metri prima dei bidoni di compostaggio, parcheggiamo la macchina (spazio al massimo per 2 vetture).
dal parcheggio si prosegue su strada asfaltata per circa 80 metri verso Callelongue, imboccando quindi il sentiero sulla sinistra, subito dopo i cassonetti del riciclo (sentiero nr. 5 giallo). Dopo poco meno di 300 metri risaliamo la rampa a sinistra per visitare un arco naturale e quindi ridiscendiamo sul sentiero, incrociando subito dopo il sentiero 1 rosso, che ignoriamo per continuare dritti sul giallo. Volendo qui si puň anche proseguire sulla cresta di destra poco sopra il sentiero, come ho fatto io, ma la vista non cambia piů di tanto. Passiamo quindi a sinistra della Pointe Piazza e, quindi, a destra del Pic de la Famille, che possiamo raggiungere con una breve deviazione. Passato il Pic de la Famille il sentiero scende quindi leggermente fino al Col Moutte, dove continuiamo dritti ignorando l’altro sentiero giallo che che qui si incrocia. La traccia passa quindi a sinistra delle pareti rocciose, ma non sul fondovalle, dove comunque č presente un’altra traccia che piů avanti si riunisce; si sale quindi ripidamente fino alla vetta della Sommet de Beouveyre, che si raggiunge a sinistra. Dalla vetta un ripido passaggio scende il versante est (sentiero 1 blu) e raggiunge, dopo un tratto attrezzato, il sottostante Col des Chevres. Dal colle si scavalca la cresta a sinistra, scendendo per un ripido canale, mi sembra segnato in verde punteggiato, per giungere quindi al Pas de la Cabre, dove troviamo un salto di roccia assai impegnativo di un paio di metri, che si può superare con l’ausilio di una corda in doppia, per usare la quale č presente un grosso anello di ferro in loco. In alternativa si può traversare a destra su stretta cengia (puntini verdi) e quindi scendere piů avanti, per poi compiere un tornante e passare sotto il predetto salto di roccia e continuare in discesa sull’evidente sentiero, che subito presenta un bivio, dove scendiamo verso destra. Dopo 250 metri lasciamo il sentiero segnato che continua a scendere, per prendere verso destra un ripida traccia che risale un ghiaione e quindi inizia a costeggiare le pareti rocciose a sinistra delle stesse. La traccia non č molto evidente, ma ogni tanto troviamo qualche segnavia verde punteggiato e qualche ometto di pietra, ma, in ogni caso la direzione č intuitiva, si seguono lungamente le pareti fino a giungere al punto in cui si possono aggirare, cosa che avviene dopo circa 700 metri, quando raggiungiamo anche un sentiero segnato che imbocchiamo verso destra. Dopo 60 metri circa troviamo quindi un bivio, dove continuiamo dritti, lasciando a sinistra un altro sentiero (che comunque si dirige anch’esso al Pas de la Selle dove siamo diretti), per poco meno di 200 metri, raggiungendo così un altro bivio, dove andando dritti si raggiungerebbe la Sommet de Marseilleveyre, mentre noi prendiamo a sinistra piů o meno in piano, per giungere dopo poco meno di 500 metri al Pas de la Selle. Al Pas de la Selle scendiamo a destra seguendo i sentieri verde e giallo, che si dividono dopo 180 metri, dove prendiamo a sinistra il sentiero verde (forse meglio prendere l’altro che va direttamente al Col de la Gallinette) e, giunti a fondovalle, imbocchiamo a destra il sentiero che risale al Col de la Gallinette e che seguiamo con qualche difficoltà, non sempre evidentissimo in effetti, fino al predetto colle, dal quale scendiamo sull’altro versante fino ad incrociare il sentiero verde per il Calanque della Mounine (come da scritta), che imbocchiamo verso sinistra. Raggiungiamo così il mare in corrispondenza del Calanque e seguiamo quindi la costa verso destra, senza risalire al sentiero segnato, aiutati anche da vaghe tracce. Arriviamo quindi ad un punto in cui le tracce si esauriscono in una zona di piscine naturali, che, con mare non troppo mosso, possono essere attraversate per continuare quindi a seguire la costa. Piů avanti, oltre 200 metri dopo le piscine, ho deciso quindi di risalire al sentiero segnato, visto che la costa diventava piů complessa da seguire (anche se probabilmente non impossibile), per arrivare quindi fino a Callelongue, da dove si raggiunge il punto di partenza seguendo la strada asfaltata per circa 1,7 Km.
Non è forse il più bel giro che si può fare da Les Goudes, ma certo fare qualcosa di brutto in questi posti è quasi impossibile…. L’escursione è quindi comunque molto bella per gli stupendi panorami sulle isole di Marsiglia e i bianchi torrioni e archi naturali che si incontrano. Bella anche la variante sulla costa al ritorno che permette di visitare alcune interessanti piscine naturali.
Percorso Inedito
24-10-2020
Les Goudes (6) – Pic de la Famille (280) – Col Moutte (250) – Sommet de Beouveyre (360) – Col des Chevres (320) – Pas de la Cabre (245) – Pas de la Selle (285) – Col de la Gallinette (160) – Calanque Mounine (0) – Callelongue (0) – Les Goudes (6).
11,5 Km. il percorso pulito, 15,4 quelli fatti da me per riaccompagnare una persona.
900 m. circa il percorso pulito, 1300 circa quelli fatti da me per riaccompagnare una persona.
Chiara e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Sommet de Beouveyre anello per Pic de la Famille e Calanque Mounine da Les Goudes