Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Col de la Gardiole in traversata per En Vau e Falaises Devenson dal Col de la Gineste

Col de la Gardiole in traversata per En Vau e Falaises Devenson dal Co...

21-04-2007
Col de la Gineste (327) – Col Ricard (352) – Col de la Candelle (430)* - Col du Devenson (242) - Col de l’Oule (170) - Belvedere En Vau (160) – Col de l’Oule (170) – En Vau (0) - Col de l’Oule (170) – Col de l’Essaidon (90) – Pas des Escaliers (420) - Cap Gros (509) – Col de la Gardiole (260).
22 Km. circa, ma si tratta di un anello non chiuso a causa di uno sbaglio di percorso che ci ha costretto a chiedere un passaggio, per chiudere l’anello necessitano altri 5 Km almeno, altrimenti, dopo Cap Gros, conviene tornare sul sentiero dell’andata.
800 m. circa.
Andrea, Laura e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Varie zone EE (per escursionisti esperti), specie nella zona del Devenson, dove occorre usare le mani, ma niente di particolarmente difficile, dopotutto è un giro che ho fatto con due bambini piccoli, il resto direi tutto E (per escursionisti medi), perlomeno per quanto ricordo adesso che scrivo la relazione dopo quindici anni da quando ho fatto l’escursione.
da Genova a Ventimiglia sull’autostrada A10, quindi si continua in Francia con l’autostrada A8, che si segue fino al bivio con l’A57. Qui lasciamo l’A8 che prosegue per Aix-en-Provence per continuare sull’A57 verso Tolone e Marsiglia. Da Tolone in poi l’autostrada diventa A50 e con questa proseguiamo fino all’uscita n. 8 di Cassis, quindi imbocchiamo la Route de la Gineste e proseguiamo fino al Colle omonimo, dove parcheggiamo.
dal colle imbocchiamo il sentiero sulla sinistra, diretto al Col Ricard. Raggiunto il Colle continuiamo dritti verso sud fino al Col de la Candelle, anzi, poco prima di arrivarvi, prendiamo a sinistra il sentiero segnato in bianco e rosso (e anche altri colori), con il quale arriviamo al Col des Charbonniers, da dove continuiamo ancora sul sentiero segnato in biancorosso, per arrivare quindi al Col Devenson, dove troviamo un bivio e prendiamo a sinistra, mentre destra è da dove torneremo. Saliamo quindi fino al Col de l’Oule, dove una deviazione a destra consente di raggiungere il Belvedere di En Vau, visitato il quale torniamo al Col de l’Oule. Dal Colle prendiamo a destra per En Vau e scendiamo fino al bellissimo Calanque, quindi torniamo sui nostri passi fino al Col de l’Oule, dal quale torniamo sui nostri passi per 350 metri, per prendere quindi a sinistra il sentiero per il Col de l’Essaidon. Giunti a colle, iniziamo la ripida risalita sulle Falesie Devenson, fino all’omonimo colle. Dal Colle prendiamo a destra, tornando sui nostri passi fino ad un bivio, dove prendiamo a sinistra per il Pas des Escaliers. Giungiamo quindi al Pas, tramite un caratteristico piccolo canyon, quindi proseguiamo in leggera salita fino alla vetta del Cap Gros, da dove continuiamo su sterrata, con la quale percorriamo la Crete de l’Estret, mantenendoci più o meno sempre sul crinale, fino a scendere al Col de la Gardiole.
giro lungo, ma stupendo, da non perdere, magari non sbagliando strada alla fine come abbiamo fatto noi che siamo finiti alla Gardiole, invece di tornare al Col de la Gineste.
21-04-2007
Col de la Gineste (327) – Col Ricard (352) – Col de la Candelle (430)* - Col du Devenson (242) - Col de l’Oule (170) - Belvedere En Vau (160) – Col de l’Oule (170) – En Vau (0) - Col de l’Oule (170) – Col de l’Essaidon (90) – Pas des Escaliers (420) - Cap Gros (509) – Col de la Gardiole (260).
22 Km. circa, ma si tratta di un anello non chiuso a causa di uno sbaglio di percorso che ci ha costretto a chiedere un passaggio, per chiudere l’anello necessitano altri 5 Km almeno, altrimenti, dopo Cap Gros, conviene tornare sul sentiero dell’andata.
800 m. circa.
Andrea, Laura e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Col de la Gardiole in traversata per En Vau e Falaises Devenson dal Col de la Gineste