Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Scoglio Garibaldi anello per Forni, Ciappa del Lupo, e Monte Castello da Cimitero di Sestri

Scoglio Garibaldi anello per Forni, Ciappa del Lupo, e Monte Castello ...

Percorso Inedito
24-12-2016
Cimitero Sestri (10) – Forni (0) – Ciappa del Lupo (0) – Ginestra (110) – Scoglio Garibaldi (0) – Ginestra (110) – Monte Castello (250) – Cimitero Sestri (10).
circa 15 Km. quelli fatti da me, 10,5 il percorso pulito attraversando la cengia sulla scogliera, altrimenti diventa quasi 13.
circa 1000 metri quelli fatti da me, 650 il percorso pulito attraversando la cengia sulla scogliera, altrimenti 750.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EE, per escursionisti esperti, la discesa a Forni, stretta e a tratti esposta con alcuni saltini su roccia, pericolosa e da evitare in caso di maltempo o terreno non asciutto. L’ultima cengia prima della scogliera può fare impressione perché stretta ed esposta, ma la possibilità di tenersi rende il passaggio non problematico. EE l’attraversamento della scogliera da Forni verso la Ciappa del Lupo. Discorso a parte merita la cengia che si trova dopo 150 metri di scogliera andando verso la Ciappa del Lupo appunto, si tratta di una cengia estremamente esposta, inclinata verso il precipizio e con scarse possibilità di tenersi. Si tratta di pochi metri ma direi che vanno affrontati perlomeno con una corda, anche se il passaggio in orizzontale ne rende comunque assai meno sicuro l’utilizzo. Vi sarebbe poi, in alternativa, la possibilità di salire un breve camino franoso che permette di risalire oltre la cengia, ma, anche qui una corda sarebbe meglio, ma per poterla usare converrebbe affrontare il giro nell’altro senso per passare il camino in discesa assicurandosi dall’alto. Io, in definitiva, non ho fatto niente di tutto questo, anche perché avevo lasciato zaino e corda ai Forni e quindi sono tornato indietro, per poi percorrere il tratto di scogliera mancante venendo dalla Ciappa del Lupo; ho così fatto un giro decisamente più lungo, ma anche decisamente più sicuro. EE la discesa (o la salita se si traversa la cengia) alla Ciappa del Lupo, ma decisamente più semplice e tranquilla di quella ai Forni. EE la scogliera verso est dalla Ciappa del Lupo, ma non molto difficile. E, per escursionisti medi, la discesa verso Riva Trigoso fino a Ginestra. EE il sentiero fino allo Scoglio Garibaldi che è stretto e con alcuni saltini impegnativi, tutto sommato più semplice la discesa finale al mare che presenta all’inizio una corda, ma che non è per niente necessaria. Il tratto poi di scogliera verso ovest è EE, ma non particolarmente ostico. Il tratto di scogliera più impegnativo tra tutti quelli percorsi direi che è quindi il primo percorso, dai Forni fino alla cengia. Infine E il ritorno dalla Ginestra al Monte Castello e quindi la discesa al Cimitero di Sestri.
da Genova in autostrada A12 fino all’uscita di Sestri Levante. All’uscita dell’autostrada si incontra subito una rotonda, dove proseguiamo dritti imboccando la seconda uscita (segnalata per Moneglia e Genova), giungiamo quindi ad una seconda rotonda e proseguiamo ancora dritti (sempre seconda uscita), ed infine arriviamo alla terza rotonda, dove prendiamo a destra la prima uscita, immettendoci su un lungo rettilineo (Via Fascie). Percorriamo quindi Via Fascie fino ad una rotonda dove prendiamo a sinistra Via Chiusa. Proseguiamo su Via Chiusa fino all’incrocio con Via Val di Canepa, che imbocchiamo verso sinistra. Percorriamo quindi Via Val di Canepa fino al Cimitero dove possiamo parcheggiare in un ampio spiazzo sterrato.
Dal cimitero inizia una sterrata diretta verso sud che imbocchiamo e percorriamo per circa 250 metri fino a dove troviamo le segnalazioni del sentiero per Punta Manara, che iniziamo a seguire verso destra. Dopo 260 metri circa in salita incrociamo un nuovo sentiero segnato che imbocchiamo verso destra Dopo ulteriori 80 metri ci immettiamo sul sentiero per Punta Manara sul quale facciamo pochissimi metri verso sinistra, per imboccare quindi, sulla destra in discesa, il sentiero per i Forni. Lo stretto sentiero scende lentamente fino a giungere ad una esposta cengia che si supera con attenzione, per poi arrivare facilmente alla sottostante scogliera. La scogliera non presenta possibilità di proseguire verso ovest, mentre verso est si può continuare a lungo. Percorriamo quindi la scogliera verso est con la dovuta attenzione, dato che presenta anche tratti di scogli bagnati e scivolosi, giungendo fino alla cengia descritta nelle difficoltà. Se non ci sentiamo di affrontarla come descritto torniamo indietro sui nostri passi e risaliamo al sentiero per Punta Manara che imbocchiamo verso destra, percorrendolo fino al bivio per la Ciappa del Lupo, che si trova dopo aver percorso 900 metri del sentiero per Punta Manara e 80 metri prima del bivio sulla destra per la stessa. Scendiamo quindi a destra alla Ciappa del Lupo e, raggiunto il grande scoglio piatto, possiamo percorrere la scogliera verso ovest e giungere fino alla cengia vista in precedenza e, quindi, tornare sui nostri passi e percorrere anche la scogliera verso est per quasi 300 metri, giungendo ad un punto dove non si può proseguire se non mettendo i piedi in acqua e, comunque, per non molto anche guadando direi. Tornati alla Ciappa del Lupo risaliamo fino al sentiero per Punta Manara e lo imbocchiamo verso destra, tralasciando dopo 80 metri la deviazione a destra per la Punta e continuando invece verso Riva Trigoso in salita. Salita una cinquantina di metri di dislivello il sentiero continua in falsopiano, passando una panchina e successivamente un’area picnic, per poi scendere fino alla strada asfaltata. Giunti tra le case in località Ginestra dobbiamo svoltare bruscamente a destra (svolta poco visibile, ma comunque segnata, a quota 110 circa) seguendo il sentiero per Riva (proseguendo invece dritti si scende alla frazione San Bartolomeo). Dopo 200 metri giungiamo ad un bivio, dove lasciamo il sentiero che scende a Riva, per imboccare a destra un sentiero che inizia su un ponticello in cemento, indicato da minacciose scritte che avvisano che trattasi di percorso pericoloso e senza sbocco. Il nuovo sentiero è in realtà sì stretto e leggermente esposto, ma i tratti difficili non sono moltissimi, occorre comunque prestare attenzione a non scivolare. Superiamo subito un primo saltino un po’ fastidioso e quindi procediamo senza grosse difficoltà fino a quando ci troviamo ad attraversare una pietraia, dopo la quale troviamo infatti un breve tratto in cui usare le mani. Si prosegue poi incontrando alcuni saltini di roccia e si arriva quindi all’inizio della discesa finale, dove troviamo una corda per affrontare meglio una facile paretina. Scendiamo quindi fino al mare e allo Scoglio Garibaldi, e, da qui, possiamo proseguire verso ovest su scogliera per 170 metri circa, trovandoci quindi la strada sbarrata da una parete invalicabile. Torniamo quindi indietro alla Scoglio Garibaldi e torniamo sui nostri passi fino alla località Ginestra. Qui percorriamo sui nostri passi circa 160 metri di asfalto per poi lasciare la strada dell’andata prendendo a destra un sentiero segnato che in poco più di 250 metri ci porta ad un quadrivio, dove prendiamo a sinistra il sentiero per il Monte Castello. Giungiamo quindi al bivio per la vetta, dove si trova ad un rudere. Visitata brevemente la vetta riprendiamo il sentiero imboccandolo in discesa verso sinistra e in 600 metri circa raggiungiamo il sentiero Sestri-Punta Manara, sul quale continuiamo in discesa verso destra; percorriamo quindi 150 metri su tale sentiero e prendiamo a destra sul sentiero da cui siamo venuti all’andata e lo seguiamo fino al cimitero.
bellissima gita anche se non logicissima, dato i vari avanti e indietro, specie se non si affronta la cengia sulla scogliera, cercherò però prossimamente di renderla più logica collegando Punta Manara Bassa (Scoglio Garibaldi) con quella alta, cosa che credo sia possibile, anche se magari ci sarà un po’ da usare le mani. A parte queste considerazioni, oltre la sempre bellissima vista su Sestri Levante e la sua stupenda penisola, il percorso offre parecchi tratti selvaggi e pittoreschi su scogliera, in particolare la zona dello Scoglio Garibaldi, veramente particolare e suggestiva, ma anche quella dei Forni e della Ciappa del Lupo, tutte più che meritevoli della visita.
Percorso Inedito
24-12-2016
Cimitero Sestri (10) – Forni (0) – Ciappa del Lupo (0) – Ginestra (110) – Scoglio Garibaldi (0) – Ginestra (110) – Monte Castello (250) – Cimitero Sestri (10).
circa 15 Km. quelli fatti da me, 10,5 il percorso pulito attraversando la cengia sulla scogliera, altrimenti diventa quasi 13.
circa 1000 metri quelli fatti da me, 650 il percorso pulito attraversando la cengia sulla scogliera, altrimenti 750.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Scoglio Garibaldi anello per Forni, Ciappa del Lupo, e Monte Castello da Cimitero di Sestri