Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Madonna della Guardia anello per Monte Grosso da Varazze

Madonna della Guardia anello per Monte Grosso da Varazze

01-01-2022
Varazze (5) – Santuario della Guardia (400) – Monte Grosso (369) – Bric Piano dell Donne (320) – Passo Frese (250) – Baia del Corvo (0) – Punta della Mola (0) – Varazze (5).
11,8 Km. circa.
450 m. circa.
Irene e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
T, turistico, se ci si limita al giro su sentiero e sulla passeggiata del lungomare, E (per escursionisti medi) invece le due brevi deviazioni per salire alle vette, che non presentano difficoltà, ma non possono essere classificate T non essendo su percorso evidente e segnato. Discorso a parte se invece della passeggiata si passa sulle scogliere come ho fatto io, posto che la passeggiata è sempre vicina e ci si può tornare in quasi ogni punto, l’attraversamento invece quasi integrale della scogliera presenta vari passaggi alpinistici ed alcuni passaggi esposti che me lo fanno valutare F+ (alpinistico facile superiore), ma buona parte possono essere evitati superandoli con la passeggiata a fianco.
Da Genova su A10 fino all’uscita di Varazze, da dove proseguiamo a destra fino in centro, noi poi abbiamo parcheggiato in Via Bruzzone, ma qualsiasi altro punto sul mare può andare bene, ammesso di trovare posto.
dal parcheggio continuiamo in Via Bruzzone verso ovest, quindi continuiamo paralleli alla costa in Via San Domenico, per poi girare a destra in Via Cavour, come da segnalazioni per il Santuario nostra meta iniziale. Seguiamo quindi Via Cavour per neanche 250 metri, quindi giriamo a destra in via Minzoni, che seguiamo lungamente fino a quando sulla sinistra non notiamo una sterrata chiusa da una sbarra, recante segnalazioni per il Santuario della Guardia. Imbocchiamo quindi la sterrata e continuiamo a salire lungamente sulla strada, fino a giungere in vista del Santuario, qui vari sentierini consentono di scorciare un po’ il percorso, ma è possibile anche continuare sulla sterrata ed arrivare da dietro al Santuario. Dal Santuario prendiamo quindi verso nord per raggiungere in breve un’adiacente cappella, quindi pieghiamo a destra, seguendo anche segni biancorossi e frecce bianche. Subito il sentiero passa vicino ad un elevazione chiamata Monte Grosso, che possiamo raggiungere con una breve deviazione fuori sentiero sulla destra, riprendendo poi la traccia segnata in traversata. Arriviamo quindi in vista di una seconda più evidente elevazione, stavolta piuttosto spoglia di vegetazione, trattasi del Bric Piano delle Donne, facilmente raggiungibile, seppur un poco più distante del precedente, grazie all’assenza di vegetazione. Anche qui raggiungiamo la cima e traversiamo per riscendere al sentiero, che raggiungiamo in corrispondenza del Passo Frese, dove troviamo un crocevia di tracce: una evidente traccia scende verso destra, e potrebbe anche andar bene, ma noi prendiamo quella a fianco, più o meno parallela, ma non tanto evidente. Scendiamo quindi fino a raggiungere una strada asfaltata, che imbocchiamo in discesa verso sinistra, quindi al successivo bivio imbocchiamo verso destra e, subito dopo, ignoriamo una strada che scende a sinistra e continuiamo invece dritti in via Agave, compiendo anche una breve risalita. Seguiamo quindi Via Agave per circa 400 metri, quindi svoltiamo a sinistra per costeggiare dei campi sportivi, superati i quali giriamo a sinistra e scendiamo a fianco dell’autostrada, che costeggiamo sulla destra per circa 200 metri, quindi vi passiamo sotto imboccando quindi Via dei Gerani sulla destra. Passato un punto panoramico in Via dei Gerani, dal quale possiamo ammirare la passeggiata a mare a cui stiamo scendendo, prendiamo a sinistra ai due successivi bivi e quindi scendiamo al mare con una scalinata. Giunti al livello del mare imbocchiamo un sottopasso che immette sulla Baia del Corvo sulla sinistra, mentre io proseguo a destra su scogliera (volendo si può invece imboccare facilmente il lungomare), affrontando alcuni passaggi un poco alpinistici, per poi tornare sulla passeggiata quando non è più possibile proseguire. Anche i successivi tratti possono poi essere seguiti a piacimento sulla scogliera (sempre con qualche difficoltà alpinistica) o sulla passeggiata, questo fino ad arrivare alla Punta della Mola, poco dopo la quale la passeggiata a mare termina. Terminata la passeggiata continuiamo comunque paralleli alla costa per qualche centinaio di metri, per ritrovarci quindi in via Bruzzone, dove abbiamo, se ci è andata bene, parcheggiato.
la parte più interessante del giro è a mio parere quella su scogliera, parte che però ha difficoltà ben diverse rispetto al resto dell’itinerario e forse non adatte a chi voleva fare un tranquillo, breve e facile giro di mezza giornata come è tutto il resto del percorso, ma, in questo caso, si può limitarsi a percorrere la facile passeggiata lastricata. Per il resto la Madonna della Guardia è sì panoramica, ma certo la vista di Capo Noli, protagonista principale del panorama, non è così imperdibile.
01-01-2022
Varazze (5) – Santuario della Guardia (400) – Monte Grosso (369) – Bric Piano dell Donne (320) – Passo Frese (250) – Baia del Corvo (0) – Punta della Mola (0) – Varazze (5).
11,8 Km. circa.
450 m. circa.
Irene e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Madonna della Guardia anello per Monte Grosso da Varazze