Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Scoglio dell’Asseu e Madonna del Buonviaggio da Borgo Renà

Scoglio dell’Asseu e Madonna del Buonviaggio da Borgo Renà

Percorso Inedito
14-01-2017
Spiaggia Borgo Renà (0) – Scoglio Asseu (0) – Galleria Lardea (10) – Madonna del Buonviaggio (30) - Galleria Lardea (10) - Spiaggia Borgo Renà (0).
4 Km. circa.
50 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
F (alpinistico facile) la risalita dalla scogliera alla Madonna del Buonviaggio, su terreno molto ripido e franoso, da fare con attenzione, direi E (per escursionisti medi) il resto della scogliera che è percorsa da un sentierino con bolli blu, vi è però un punto difficile, evitabile in caso di mare calmo, ma che in caso di ondate che non permettano di passare sotto è sicuramente EE (trattasi di un saltino di poco più di un metro con appigli un po’ scarsi). Discorso a parte meritano le galleria di Moneglia, di cui si percorre un breve tratto, indubbiamente non presentano difficoltà escursionistiche o alpinistiche, ma necessitano di attenzione perché sono strette e buie, nonché vietate per questi motivi ai pedoni. Ciò nonostante il passaggio nelle predette gallerie non è pericoloso se fatto con criterio: vi è infatti una pausa di 10 minuti (3 volte all’ora), in cui non passano macchine, minuti che sarebbero sufficienti per passare senza incontrarne e, poi, nelle gallerie vi è una nicchia ogni circa 30 metri che permette di mettersi agevolmente “in salvo” per i circa 2 minuti in cui transitano macchine prima in un senso e poi nell’altro. EE, per escursionisti esperti, infine anche il guado dopo lo zoccolo sporgente che collega la parte est della spiaggia di Borgo Renà con la scogliera della Lardea, anch’essa EE; in particolare il predetto guado presenta appoggi molto ridotti e a pelo d’acqua e bisogna quindi fare presa sulle pietre del muro della soprastante strada per riuscire a passare (è possibile comunque evitare questo tratto risalendo dallo zoccolo alla strada). Tutto il resto, che comunque è molto poco, E.
da Genova a Sestri Levante in autostrada A12, quindi, subito dopo il casello, alla prima rotonda si prosegue dritti (seconda uscita) e si arriva subito a una seconda rotonda, dove si prende a sinistra seguendo le indicazioni per Moneglia. Dopo 900 metri giriamo quindi a sinistra, sempre seguendo per Moneglia, superiamo un primo semaforo che dà accesso a uno stretto e corto tunnel e quindi arriviamo al semaforo delle gallerie di Moneglia subito prima del quale parcheggiamo liberamente nelle strisce blu che sono gratuite mi pare fino a giugno.
dal parcheggio scendiamo su scala metallica alla spiaggia di Borgo Renà e ci dirigiamo verso lo scoglio dell’Asseu, sul quale possiamo salire in condizioni di mare calmo (con mare agitato il guado che dà accesso alla passerella di cemento che lo collega alla terraferma è impraticabile). Visitato, o no, lo scoglio vi sono due possibilità: la prima, obbligatoria in caso di mare mosso, è quella di risalire per dove si è venuti e imboccare sulla destra la prima galleria di Moneglia (molto corta, circa 100 metri), la seconda invece prevede di proseguire sulla successiva spiaggetta sotto il muro della strada, passare sopra uno zoccolo sporgente dal muro (dove è presente un finestrone che permette di risalire alla soprastante strada e di continuare da lì verso est, evitando il successivo difficile guado) e, quindi, attraverso un guado difficoltoso, giungere alla scogliera della Lardea, dalla quale risaliamo, su grossi massi accatastati, all’asfalto. Superata quindi in un modo o nell’altro la prima galleria di Moneglia dobbiamo imboccare la seconda e percorrerla per l’intera lunghezza di circa 460 metri. Percorriamo quindi i neanche 200 metri che ci separano dall’ingresso della terza galleria di Moneglia e, invece di entrarvi, imbocchiamo un sentierino sulla destra che si dirige alla scogliera e poi l’attraversa parallelo alla linea di costa. Dopo 300 metri circa incontriamo un saltino non facilissimo, ma che si può evitare (in caso di mare calmo) scendendo e risalendo un paio di metri fino al mare. Si prosegue quindi senza difficoltà fino alla base dello sperone dove è posta la Madonnina del Buonviaggio. Gli scalini che vi portavano sono quasi completamente distrutti e, i rimanenti, sono coperti di detriti, quindi la salita richiede attenzione ed esperienza. Il ritorno avviene sullo stesso percorso dell’andata, con la possibilità, semmai, di abbreviare il tragitto percorrendo anche la prima galleria di Moneglia invece della scogliera della Lardea e della spiaggia di Borgo Renà.
gita insolita e che non tutti apprezzeranno in quanto prevede un tratto di mezzo Km. almeno nelle gallerie di Moneglia, strette e buie e, per questo, vietate ai pedoni. Ciò nonostante l’attraversamento delle gallerie può essere effettuato in sicurezza più di quanto si sia, a volte, sui sentieri, ma naturalmente è anche una questione soggettiva, come quella di voler o meno sfidare un divieto, senza comunque recar danno a nessuno, ma rivendicando invece la libertà di poter, almeno a piedi, andare dove si vuole. Lasciando comunque da parte queste considerazioni, si tratta di una breve gita di mezza giornata che permette di visitare e concatenare alcuni tratti di scogliera veramente belli, di solito ignorati passando velocemente in macchina. Molto bello in effetti lo scoglio dell’Asseu, come altrettanto i due faraglioni sotto la Madonna del Buonviaggio, nonché gli spettacolari lastroni inclinati della Lardea.
Percorso Inedito
14-01-2017
Spiaggia Borgo Renà (0) – Scoglio Asseu (0) – Galleria Lardea (10) – Madonna del Buonviaggio (30) - Galleria Lardea (10) - Spiaggia Borgo Renà (0).
4 Km. circa.
50 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Scoglio dell’Asseu e Madonna del Buonviaggio da Borgo Renà