Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Salto nel Blu anello da Vallegrande

Salto nel Blu anello da Vallegrande

Percorso Inedito
14-01-2017
Vallegrande (0) – Salto nel Blu (20) – Galleria Vallegrande (20) – Vallegrande (0).
4,5 Km.
300 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
F (alpinistico facile) la discesa a Salto nel Blu, che pur attrezzata con corde (verificarne la tenuta, e magari portarsi una propria da una trentina di metri) presenta tratti scivolosi e un paio di paretine con pochi appigli. EE (per escursionisti esperti) il sentierino che passa parallelo alle ex falesie di arrampicata e conduce alla galleria, facile ma molto esposto (corde presenti) e con una passerella (larga 15 cm.) sul vuoto (con corrimano) che mette un poco i brividi. Discorso a parte merita il tratto di galleria di Moneglia che occorre percorrere (quasi 900 metri) che, indubbiamente, non presenta difficoltà escursionistiche o alpinistiche, ma necessita di attenzione perché stretto e buio, nonché vietato per questi motivi ai pedoni. Ciò nonostante il passaggio nella predetta galleria non è pericoloso se fatto con criterio: vi è infatti una pausa di 10 minuti (3 volte all’ora), in cui non passano macchine, minuti che forse non sono sufficienti per passare senza incontrarne, ma vi è una nicchia ogni circa 30 metri che permette di mettersi agevolmente “in salvo” per i circa 2 minuti in cui transitano prima in un senso e poi nell’altro. Vi è inoltre la possibilità di dividere in due il percorso in galleria perché a circa metà del tragitto è presente una galleria laterale che vale la pena di visitare non solo per la vista sul mare, ma anche per le belle stalattiti che presenta; in questo modo, coordinando bene i tempi è possibile anche fare tutta la galleria senza incontrare alcuna macchina. Tutto il resto del percorso è E (per escursionisti medi).
da Genova a Sestri Levante in autostrada A12, quindi, subito dopo il casello, alla prima rotonda si prosegue dritti (seconda uscita) e si arriva subito a una seconda rotonda, dove si prende a sinistra seguendo le indicazioni per Moneglia. Dopo 900 metri giriamo quindi a sinistra, sempre seguendo per Moneglia, superiamo un primo semaforo che dà accesso a uno stretto e corto tunnel e quindi arriviamo al semaforo delle gallerie di Moneglia e aspettiamo il verde (minuti 15, 35 e 55 di ogni ora) per percorrere poi la prima breve galleria di 100 metri, la seconda più lunga di 500 e la terza ancora più lunga di 1,5 Km. Parcheggiamo quindi nella piazzola sulla sinistra, a fianco del cancello dell’agriturismo Nua Natua.
dal parcheggio imbocchiamo quindi il sentiero sulla sinistra, segnalazioni per Moneglia, e, dopo 150 metri raggiungiamo il sentiero verdeazzurro che seguiamo verso destra. Saliamo quindi fino a quota 300 quasi, raggiungendo così il sentiero Riva-Moneglia, che imbocchiamo verso destra. Dopo circa 500 metri incontriamo quindi la deviazione a destra per Salto nel Blu, che imbocchiamo facendo attenzione a non perdere i bolli blu appunto. Per oltre 400 metri e, fino a quota 190 circa, il sentiero digrada dolcemente e senza difficoltà, per poi diventare ripido e franoso. Troviamo subito una paretina liscia di un paio di metri non attrezzata (volendo si può mettere una propria corda in doppia attorno a qualche albero per aiutarsi) e quindi si trovano le prime corde, di cui la prima su una paretina ancora liscia e con pochi appigli\appoggi ma più alta della precedente, direi che è la più difficile. Subito dopo questa corda il sentiero sembra perdersi ed occorre fare attenzione a continuare a seguire i segni blu e gli ometti di pietra per non sbagliare strada; se riusciamo a non farlo, con ancora 5 (mi pare) tratti attrezzati, si arriva ad una scogliera a picco sul mare. Qui possiamo fare pochi metri a sinistra per giungere al suo termine e, quindi, continuare a seguire i bolli blu verso destra. Dopo una facile risalita il sentiero diventa stretto ed esposto, ma facile e assicurato con corde. Giungiamo quindi al “clou” costituito da una passerella in ferro di neanche 20 cm da attraversare (aiutandosi con un corrimano) sospesi sul precipizio. Passato il ponticello le difficoltà terminano e si arriva in breve alla grata di una galleria. Si passa quindi facilmente sotto la grata e si percorre la galleria, con le dovute precauzioni, verso sinistra. Dopo oltre 400 metri di galleria troviamo uno sbocco sulla sinistra che permette di godere di un punto panoramico sulle scogliere, alle quali però è parecchio difficile scendere. La galleria merita però una visita per le belle stalattiti di cui è adorna e ne possiamo approfittare anche per far passare il flusso delle macchine prima di riprendere il cammino verso l’uscita, oltre il quale troviamo subito il parcheggio della macchina.
gita insolita e che non tutti apprezzeranno in quanto prevede un tratto di 900 m. nelle gallerie di Moneglia, strette e buie e, per questo, vietate ai pedoni. Ciò nonostante l’attraversamento delle gallerie può essere effettuato in sicurezza più di quanto si sia, a volte, sui sentieri, ma naturalmente è anche una questione soggettiva, come quella di voler o meno sfidare un divieto, senza comunque recar danno a nessuno, ma rivendicando invece la libertà di poter, almeno a piedi, andare dove si vuole. E’ possibile comunque anche tornare per la via dell’andata, aggiungendo così altri 300 metri di dislivello e perdendo nelle belle concrezioni della galleria laterale. A parte questo si tratta di una gita di mezza giornata, che richiede comunque più tempo di quanto la lunghezza può far immaginare, data la difficoltà della discesa, che permette di visitare tratti di scogliera a picco e incontaminata e offre nel restante percorso (galleria esclusa) bei panorami sulle scogliere di Punta Baffe e Niccia Chinze, nonché, verso est, alla serie di punte fino al Mesco.
Percorso Inedito
14-01-2017
Vallegrande (0) – Salto nel Blu (20) – Galleria Vallegrande (20) – Vallegrande (0).
4,5 Km.
300 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Salto nel Blu anello da Vallegrande