Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Moneglia anello monti e mare da Riva Trigoso

Moneglia anello monti e mare da Riva Trigoso

Percorso Inedito
10-02-2018
Riva Trigoso (35) – Monte Moneglia (520) – Monte Comunaglia (440) – Spiaggia della Valletta (0) – Vallegrande (50) – Punta Baffe (255) – Riva Trigoso (35).
16 Km. circa.
1000 m. circa.
Simona e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EE (per escursionisti esperti) la discesa alla Spiaggia della Valletta attraverso il sentiero del paretone di Moneglia, a tratti infrascato e non riconoscibile e a tratti ripido ed un poco esposto. F+ (alpinistico facile superiore) l’eventuale discesa alla piccola spiaggia se si disarrampica a cavallo tra due paretine separate da un salto di 40-50 cm. EE invece passando dal torrente, attraverso una specie di grotta. Noi, nell’occasione non siamo scesi, limitandoci alla scogliera. EE la risalita tramite il sentiero con i bollini blu, a tratti assai ripido. EE pure la successiva traversata nel bosco, se non altro perché non segnata e non sempre evidentissima. Tutto il resto E (per escursionisti medi).
Da Genova a Sestri Levante con l’autostrada, quindi seguire le indicazioni per riva Trigoso e Moneglia, proseguendo dritto 250 metri dallo svincolo e quindi girando a sinistra sull’Aurelia. Si segue quindi l’Aurelia per 1,4 Km.e si giunge a un semaforo che regola l’accesso ad uno stretto sottopasso ferroviario. Cento metri dopo il sottopasso inizia il sentiero in una salita asfaltata sulla sinistra (cartelli), che imbocchiamo, proseguendo per poco meno di 200 metri, fino al cimitero, dove parcheggiamo.
Dal cimitero continuiamo sulla strada, che presto diventa sterrata e in circa 2,5 Km arriviamo al bivio sulla destra per la Torre di Punta Baffe, mentre noi continuiamo a sinistra, ignorando anche un secondo vicino bivio, sempre per la torre e sempre a destra. Percorriamo quindi un costone altamente panoramico da ambo i lati e giungiamo quindi ad un incrocio. Dove prendiamo il sentiero centrale (a sinistra si torna a Riva e a destra è il sentiero della traversata standard Riva-Moneglia) per il Monte Moneglia. Dopo 50 metri troviamo un nuovo bivio, dove prendiamo a destra, lasciando a sinistra il sentiero per Casarza. A pochi metri dalla vetta troviamo un nuovo bivio per Casarza, sempre a sinistra. Giungiamo quindi in vetta e, passata un’area attrezzata per picnic, scendiamo verso il Monte Comunaglia. 450 Metri circa dopo la vetta troviamo a sinistra un bivio per Cà Bianca, che ignoriamo, proseguendo verso il Comunaglia. Poco più di 200 metri dopo il bivio per Cà Bianca, troviamo a destra quello per la vetta, che imbocchiamo, raggiungendola in breve. Dalla vetta proseguiamo sulla sinistra (est), tralasciando a destra la discesa verso il sottostante sentiero che effettua la predetta traversata, e, dopo aver raggiunto una croce panoramica, ritorniamo in breve, continuando nella stessa direzione, al sentiero segnato. Scendiamo quindi fino all’incrocio col sentiero che effettua la predetta traversata Riva-Moneglia, e lo attraversiamo continuando nella stessa direzione (sud) verso Punta Moneglia (segnato tre bolli rossi). Dopo poco più di 400 metri, a quota 155, notiamo il bivio a sinistra, segnato con due quadrati blu e proveniente da Moneglia, proseguendo però dritti. Altri 200 metri e troviamo un nuovo, non evidentissimo bivio,: in corrispondenza di un muretto con i 3 bolli rossi sopra, e chiuso da alcuni rami messi a sbarramento, per indicare che il sentiero normale per Punta Moneglia è l’altro. Qui invece noi lasciamo il sentiero normale e prendiamo a sinistra per il paretone di Moneglia. Il nuovo sentiero non è segnato ma procede abbastanza evidente fino al ciglio superiore del paretone (Big Wall) da cui ci si cala per poi arrampicare (non noi!). Dal ciglio in poi il sentiero diventa meno evidente e occorre estrema attenzione per non perderlo (cosa in cui non siamo riusciti in effetti…), puntando comunque verso ovest, in breve, passati dei ruderi, ci si ricollega al sentiero segnato con 3 bolli rossi. Dal quale, superato un tratto ripido, scendiamo agli scogli di Punta Moneglia. Risaliamo quindi sul sentiero segnato fin sopra la galleria che collega la spiaggia con la strada delle gallerie di Moneglia. Qui, dietro un cespuglio sulla sinistra, parte il sentierino che dobbiamo imboccare. Non è per niente facile individuarlo (una volta cèera qui un grosso ometto), la riprova di essere sulla strada giusta sono i bolli blu che poco dopo compaiono e guidano subito a guadare il torrente. Si risale poi una ripida rampa fino a giungere sul ciglio di una falesia panoramica. Seguiamo quindi il ciglio in salita verso nord, per entrare quindi in un bosco, dove seguiamo sempre la traccia più evidente, mantenendoci preferibilmente a sinistra. Giungiamo quindi ad intercettare il sentiero che scende a Salto nel Blu, che imbocchiamo verso destra in salita, seguendo i bolli blu, con i quali arriviamo ad intercettare, a quota 270 circa, il sentiero principale, che imbocchiamo verso sinistra. Percorriamo quindi il nuovo sentiero per 500 metri e, quindi, prendiamo a sinistra la deviazione in discesa per Vallegrande. Si scende quindi fino ad arrivare nei pressi di Vallegrande, dove si tralasciano le deviazioni a sinistra che portano all’inizio del sentiero e, poco dopo, all’agriturismo “Nua Natua”, per riprendere invece a salire verso Punta Baffe. Nei pressi di un cartello segnaletico, invece di salire dritti e possibile fare un’ampio giro panoramico, ma un po’ infrascato in cui bisogna fare attenzione a non perdersi. Dopo 200 metri circa nella stessa direzione e pressochè in piano, la predetta deviazione effettua in effetti un non chiaro tornante che riporta al sentiero ufficiale, poco sopra a dove l’abbiamo lasciato. Riprendiamo quindi il sentiero segnato (punto e linea rossi) per giungere in breve alla Torre di Punta Baffe, dalla quale prendiamo a sinistra e, in breve, ci ritroviamo sul sentiero dell’andata che percorriamo fino alla macchina.
il giro migliore che si può fare tra Riva e Moneglia, che coniuga la traversata via monti a quella via mare, entrambe sempre belle e panoramiche, ma la parte via mare è sicuramente la più interessante ed anche, come spesso capita, la più difficile.
Percorso Inedito
10-02-2018
Riva Trigoso (35) – Monte Moneglia (520) – Monte Comunaglia (440) – Spiaggia della Valletta (0) – Vallegrande (50) – Punta Baffe (255) – Riva Trigoso (35).
16 Km. circa.
1000 m. circa.
Simona e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Moneglia anello monti e mare da Riva Trigoso