Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Punta Guà e Lago Bringuez da Estoul

Punta Guà e Lago Bringuez da Estoul

Percorso Inedito
11-06-2023
Estoul (1880) - Chavannes (2110) – Alpe Quiapa (2260) – Punta Guà (2777) – Lago Bringuez (2590) e ritorno.
15 Km. circa.
1250 m. circa.
Em, Ornella, Maury76 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Tutto E, per escursionisti medi, se in condizioni estive, a parte la salita alla vetta. La salita alla vetta è EE, per escursionisti esperti, in quanto senza traccia e su prati molto ripidi, da evitare con erba bagnata.
Da Genova con l’A10 fino a Voltri, dove si prende l’A26 (Alessandria-Torino) e la si segue fino a poco oltre Casale Monferrato, dove si prende per Santhià e Aosta e si prosegue fino ad Ivrea, dove si continua sulla Aosta-Torino (A5) fino all’uscita di Verres, da dove imbocchiamo la Val d’Ayas seguendo le indicazioni stradali. Percorriamo la Val d’Ayas fino a Brusson, dove voltiamo a destra seguendo le indicazioni per Estoul, dove lasciamo la macchina nellapposito grande parcheggio.
dal parcheggio imbocchiamo la sterrata sulla sinistra della strada con cartelli indicanti i sentieri per il Rifugio Arp e il Lago Literan, e, dopo 50 metri, lasciamo a destra il sentiero 5D per Moucheroulaz, continuando dritti sulla sterrata. Dopo 450 metri incontriamo una fonte e, subito dopo, un bivio, dove continuiamo dritti, lasciando a destra la carrareccia per il Rifugio Arp (come da cartello): Proseguiamo quindi per 100 metri sulla sterrata e, quindi, giriamo a destra su sentiero, lasciando a sinistra la strada e, dopo ulteriori 200 metri, ci troviamo ad un nuovo bivio: a sinistra i sentieri 5 e 6, a destra 6a e 6b, come segnalato su una pietra; prendiamo quindi a sinistra, lasciando a destra i sentieri diretti ai Laghi di Estoul, e, dopo 250 metri circa, ritorniamo sulla sterrata abbandonata in precedenza e che imbocchiamo verso sinistra in salita. Dopo 170 metri di sterrata ci troviamo ad un nuovo bivio dove dobbiamo prendere a destra in salita, tagliando dritto sulla sinistra dei tornanti della sterrata, lasciando comunque a sinistra un’altra sterrata diretta a Case Palasina. Saliamo quindi sulla ripida scorciatoia e ci riimmettiamo sulla sterrata a quota 2090 circa, per percorrre poi sulla stessa un tratto in falsopiano che ci porta al piccolo nucleo abitato di Chavannes. In corrispondenza dell’ultima casa di Chavannes troviamo un bivio a sinistra con una strada campestre, non segnalato, che consentirebbe di abbreviare un poco il percorso, ma all’andata non l’abbiamo notato, quindi abbiamo proseguito ancora 165 m. circa, per trovare un bivio dove prendiamo la più a sinistra delle 3 sterrata disponibili. La nuova sterrata, in leggera discesa, giunge subito ad un bivio, dove prendiamo a sinistra ed iniziamo a scendere più rapidamente nel bosco, fino a giungere ad un ponte, dove aver perso circa 100 metri di quota. Dopo il ponte prendiamo a destra, iniziando a salire a tornanti, ignorando, al secondo, un bivio a sinistra in piano, per continuare a procedere in salita per giungere quindi all’Alpe Quiapa, dove troviamo una casa. Il sentiero prosegue quindi sulla sinistra della casa (grande scritta Bringuez su un serbatoio), salendo dritto fino ad incrociare sulla sinistra il sentiero proveniente da Brusson, mentre noi continuiamo a salire passando sopra ed a destra di una palude. Quando il sentiero gira poi nettamente a destra per dirigersi al lago ed al Col Bringuez, noi lo lasciamo per proseguire dritti, a vista e senza traccia verso la sovrastante vetta della Punta Guà. Si sale per prati cercando i punti meno ripidi e con erba meno alta, noi siamo saliti seguendo direzione ovest pressochè costante, ma si può scegliere più o meno liberamente dove ci si sente di passare, l’importante è continuare a salire. Giunti poi in vista del crinale nord della vetta vi ci siamo diretti, puntando ad un intaglio nella cresta, dal quale si arriva facilmente in vetta seguendo una traccetta sul filo di cresta. Dalla vetta si scende più o meno per lo stesso percorso, per scendere fino al predetto punto in cui il sentiero gira verso il lago Bringuez (noi in effetti, per non perdere quota, abbiamo traversato prima verso sinistra e raggiunto il lago senza traccia). Raggiunto il lago ne abbiamo esplorato entrambe le sponde, senza purtroppo poter compiere il giro del lago causa neve, ma anche così ne è valsa la pena. Dal Lago saremmo dovuti poi proseguire verso il Col Bringuez ed i Laghi Palasina, ma, causa grandinata, siamo tornati indietro per il sentiero dell’andata.
gita decisamente meno interessante di quelle in direzione dei vicini Laghi Palasina che però ci ha riservato la sorpresa, non tanto sorpresa in effetti, visto che era più o meno la speranza, di trovare il lago Bringuez in scioglimento, il che ha reso la gita decisamente più interessante. Mi sono piaciuti comunque i prati ed il torrente presso Lavassey e la vista sul Lago di Brusson dalla vetta, però la gita diventerebbe sicuramente molto più interessante proseguendo al Col Bringuez e scendendo ai laghi Palasina, per poi compiere un anello fino ad Estoul, noi nell’occasione non l’abbiamo fatto perché al lago siamo stati colti da una forte grandinata e anche perché altri ci hanno detto che la discesa dal colle era impossibile per la troppa neve.
Percorso Inedito
11-06-2023
Estoul (1880) - Chavannes (2110) – Alpe Quiapa (2260) – Punta Guà (2777) – Lago Bringuez (2590) e ritorno.
15 Km. circa.
1250 m. circa.
Em, Ornella, Maury76 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Punta Guà e Lago Bringuez da Estoul