Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Monte Grona e Pizzo Coppa anello per Sentiero Panoramico e Direttissima da Breglia

Monte Grona e Pizzo Coppa anello per Sentiero Panoramico e Direttissim...

23-03-2019
Breglia (755) – Rifugio Menaggio (1380) – Sentiero panoramico (1400-1700) – Monte Grona (1725) – Direttissima (1700-1405) – Rifugio Menaggio (1380) – Breglia (755).
10 Km. circa.
1000 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E, per escursionisti medi, fino al rifugio Menaggio, EE, per escursionisti esperti, la salita e la discesa al Monte Grona su sentiero panoramico e direttissima, entrambi ripidi e con qualche tratto esposto, ma attrezzato con catene.
da Genova fino a Milano su autostrada A7, quindi, dopo il casello, prendere a destra la tangenziale ovest seguendo per Como. Continuiamo quindi a seguire per Como, imboccando l’autostrada A9 (Como-Chiasso), in prossimità di Lainate. Seguiamo quindi l’A9 fino all’uscita di Como nord e, quindi, proseguiamo lungo il lago sulla ss340 dirigendoci verso Menaggio. Giunti a Menaggio usciamo dalla ss340 e iniziamo a seguire per Plesio. Giunti anche a Plesio seguiamo per Breglia, dove imbocchiamo via Monti Breglia, all’inizio della quale una colonnina permette di pagare un ticket per arrivare fino al parcheggio posto a quota 1060 circa. Non sapendolo io mi sono fermato al primo parcheggio libero in via Monti Breglia, poco prima che inizino le scritte che indicano che la strada è percorribile solo dagli autorizzati.
dal parcheggio seguiamo la strada asfaltata in salita e dopo la terza curva dall’inizio di Via Monti di Breglia, prendiamo a destra seguendo un cartello che indica Rifugio Menaggio, nonché segnavia biancorosso e frecce gialle e rosse. Dopo poco più di 100 metri il sentiero reintercetta la strada asfaltata e la attraversa per riprendere subito dall’altro lato della carreggiata. In poco meno di 250 metri giungiamo di nuovo sulla strada in corrispondenza di un tornante. Qui occorre seguire la strada asfaltata in salita per circa 200 metri, ignorando una pista forestale che si diparte sulla sinistra del tornante. Dopo i predetti 200 metri lasciamo l’asfalto per prendere il sentiero segnato sulla sinistra, che, dopo 90 metri, riattraversa la strada, per poi percorrere un tratto di sentiero di quasi 300 metri, per sbucare quindi nuovamente sulla strada asfaltata. Seguiamo quindi l’asfalto in salita per un centinaio di metri e, in corrispondenza di fonte e tavoli picnic sulla destra, prendiamo invece il sentiero segnato a sinistra per il Rifugio Menaggio. Quattrocento metri di sentiero quindi e sbuchiamo un’ultima volta sulla strada in corrispondenza di un grande parcheggio e subito imbocchiamo il sentiero a monte che in meno di 150 metri ci porta ad un bivio, dove possiamo prendere indifferentemente a destra o a sinistra, perché entrambi portano al Rifugio Menaggio e ne useremo uno per l’andata ed uno per il ritorno. Nell’occasione ho preso a destra l’andata. Il sentiero quindi sale abbastanza deciso fino a quota 1280 circa, poi compie un lungo traverso a sinistra verso il già visibile rifugio, in cui, pur non salendo molto, si guadagna comunque un ulteriore centinaio di metri. Dal Rifugio prendiamo quindi a sinistra, seguendo le indicazioni per la ferrata (ma anche per il sentiero panoramico che seguiremo) e, giunti all’attacco della stessa, continuiamo invece verso sinistra, sul sentiero che incomincia a farsi ripido. Si sale quindi assai ripidamente con belle viste su torrioni a destra e sul lago di Lugano a sinistra, fino a giungere alla base del Castello di vetta del Monte Grona, che saliamo piegando a destra e risalendo una cengia attrezzata con cavi. Dalla vetta ridiscendiamo alla base e prendiamo brevemente a destra, per poi piegare dopo pochi metri nuovamente a destra, in ripida discesa (il sentiero è evidente ma non segnalato, sono presenti però più avanti i segnavia biancorossi). Dopo pochi metri incontriamo una cengia esposta ed attrezzata con cavo e quindi riprendiamo a scendere sempre ripidamente per giungere quindi in vista del Rifugio Menaggio che raggiungiamo con un lungo traverso a sinistra ed una breve successiva discesa. Dal Rifugio prendiamo il sentiero che attraversa i prati sottostanti alla terrazza e che segue il percorso della teleferica, anzi la incrocia più volte. Il sentiero scende abbastanza diretto fino ad un bivio, dove prendiamo a sinistra, mentre a destra si va a Le Piazze ed ad altre località segnate su un cartello qui presente. Dal bivio quindi continuiamo a scendere, per poi traversare lungamente verso sinistra e giungere al bivio dell’andata, poco sopra al parcheggio a pagamento, dal quale torniamo sui nostri passi fino alla macchina.
Gita decisamente corta se si parte dal parcheggio a pagamento e che richiede meno di mezza giornata, mentre partendo da dove sono partito io può essere plausibile anche dedicargli un’intera giornata. Oltre all’anello di vetta effettuato da me con sentiero panoramico e direttissima, se ne può effettuare un altro con una via ferrata e la cosiddetta via normale, nel qual caso il tempo di percorrenza della ferrata potrebbe giustificare il parcheggio più in alto. Tutto sommato credo comunque che il percorso fatto da me sia quello preferibile, non credo che la ferrata offra panorami molto migliori, essendo che i due sentieri percorsi, specie la direttissima, vi passano a fianco. Detto questo si tratta di un giro molto interessante, con bellissime viste sui laghi e in ambiente roccioso e suggestivo, sembra un po’ una Grignetta, anche se decisamente in piccolo.
23-03-2019
Breglia (755) – Rifugio Menaggio (1380) – Sentiero panoramico (1400-1700) – Monte Grona (1725) – Direttissima (1700-1405) – Rifugio Menaggio (1380) – Breglia (755).
10 Km. circa.
1000 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Monte Grona e Pizzo Coppa anello per Sentiero Panoramico e Direttissima da Breglia