Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Cima Tesina, Cime Sespoul e Cime du Lausfer anello per i laghi da Sant’Anna

Cima Tesina, Cime Sespoul e Cime du Lausfer anello per i laghi da Sant...

18-06-2016
Santuario Sant’Anna (2015) – Lago Sant’Anna (2175) – Passo di Tesina (2400) - Cima di Tesina (2460) – Col Saboulè (2460) – Lac du Lausfer (2360) – Lacs Varicles (2375) – Cime de Sespoul (2490) – Col du Lausfer (2430) – Cime du Lausfer (2545) - Masso dell’Apparizione (2080) - Santuario Sant’Anna (2015).
12,4 Km.
800 m. circa.
Maury, Stefania e sondofsilence.
Scarica la traccia Gps
Direi tutto E, per escursionisti medi, quando in condizioni ottimali, mentre con le lingue di neve attraverso il sentiero nel tratto per il Col Saboulè, come l’abbiamo trovato noi, direi che possiamo parlare di un EE, per escursionisti esperti: non sono stati necessari i ramponi, ma la prima lingua abbiamo dovuto attraversarla più in basso per non rischiare una pericolosa scivolata. La salita alle cime è semplice e su sentiero abbastanza tracciato, anche se qualche passaggio, se si fa la cresta integrale sulla Cima Tesina e per la Cime du Lausfer, potrebbe anche essere classificato EE in quanto le mani possono aiutare.
Autostrada A10 fino a Savona, quindi Savona-Torino fino a Mondovì. Da qui si prosegue per Cuneo e quindi Borgo San Dalmazzo, dove si prende a destra per il Colle della Maddalena. Si superano Demonte e quindi Vinadio e poco dopo quest’ultimo si gira a sinistra per il Colle della Lombarda. Dopo 13 Km si incontra il bivio per il Santuario di Sant’Anna di Vinadio, dove occorre svoltare a destra per quest’ultimo, che, in circa 2,5 raggiungiamo per parcheggiare nell’ampia area sopra il Santuario.
dal parcheggio si prende il sentiero sulla sinistra diretto al Lago Sant’Anna. Saliamo per prati tenendoci sulla traccia più a sinistra fino a giungere al Lago. Dal lago continuiamo sulla destra in salita passando vicino ad un nuovo più piccolo specchio d’acqua, subito dopo il quale, ad un bivio prendiamo il sentiero sulla destra che corre un poco più alto di quello a sinistra. In breve giungiamo in vista di altri laghi (4 all’incirca, dato il terreno acquitrinoso non è facilissimo capire dove finisce uno e inizia l’altro…) che possiamo scendere brevemente a visitare. Dai laghi poi proseguiamo dritti fino al soprastante Passo Tesina, sfruttando le scorciatoie che rendono più breve la salita. Dal passo si prende una esile traccetta sulla destra che in breve porta sulla vetta, dalla quale torniamo sullo stesso percorso (è possibili seguire fedelmente il filo di cresta anche nella parte bassa o passare poco più sotto rendendo il percorso più semplice). Proseguiamo quindi sulla strada militare verso il Col Saboulè, dovendo fare attenzione nell’attraversamento di parecchie lingue di neve. Giungiamo quindi al Colle, dove prendiamo sulla sinistra, lasciando a destra i sentieri per la Testa Rognosa della Guercia e per il Passo della Sommetta. Il sentiero scende leggermente per raggiungere il Lago Lausfer, sulla destra del quale visitiamo un bel bunker (necessaria illuminazione, ve ne sono parecchi altri lungo il percorso, ma questo è l’unico che abbiamo visitato nell’occasione). Dal Lago Lausfer proseguiamo per raggiungere in breve il primo dei Laghi Varicles. Qui abbandoniamo il sentiero diretto al vicino Col du Lausfer per scendere al Lago. Ne percorriamo quindi la sponda destra (ovest) immettendoci su un esile sentierino che taglia il versante ovest de la Cime de Sespoul. Percorriamo quindi tutto il versante occidentale di tale montagna per poi girare a sinistra e giungere in breve in vetta. Dalla vetta continuiamo in cresta o poco più a destra per scendere al sottostante colle, dove è presente anche una centralina meteo, e quindi risalire brevemente fino al Col du Lausfer. Dal Col du Lausfer prendiamo a sinistra la traccia che sale verso la soprastante Cima, che raggiungiamo in una decina di minuti, per poi ridiscendere per la stessa via. Nuovamente al Colle iniziamo a scendere lungo la strada militare che si mantiene lungamente in quota, per poi tagliarne i tornanti con varie scorciatoie quando inizia a scendere più decisamente. Giungiamo così al Lago del Colle di Sant’Anna prima e poi al Masso dell’Apparizione, dal quale imbocchiamo la strada asfaltata che ci porta al Santuario e poi al soprastante parcheggio.
bella gita con tanti laghi da vedere, tutti interessanti, anche se nessuno eccezionale. Le cime offrono un bel panorama sugli specchi d’acqua e sono abbastanza alpestri, pur non essendo difficili. Il giro breve e i dislivelli moderati consentono poi di concludere la gita in fretta, cosa che può venire utile in giornate instabili come quella che abbiamo avuto noi.
18-06-2016
Santuario Sant’Anna (2015) – Lago Sant’Anna (2175) – Passo di Tesina (2400) - Cima di Tesina (2460) – Col Saboulè (2460) – Lac du Lausfer (2360) – Lacs Varicles (2375) – Cime de Sespoul (2490) – Col du Lausfer (2430) – Cime du Lausfer (2545) - Masso dell’Apparizione (2080) - Santuario Sant’Anna (2015).
12,4 Km.
800 m. circa.
Maury, Stefania e sondofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Cima Tesina, Cime Sespoul e Cime du Lausfer anello per i laghi da Sant’Anna