Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Rocca dell’Abisso anello per il Vallon de Caramagne dal Col di Tenda

Rocca dell’Abisso anello per il Vallon de Caramagne dal Col di Tenda...

16-10-2011
Parcheggio Col di Tenda (1800) – Rocca dell’Abisso (2755) – Vallon de Caramagne (1800) – Parcheggio Col di Tenda (1800).
24 Km., ma parcheggiando il più avanti possibile si potevano risparmiare, tra andata e ritorno, 3 Km.
1100 m. circa.
Arietina, Aldo51, Dirty Harry, Em, Lusciandro e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E, per escursionisti medi, nessun punto dove usare le mani, nessuna difficoltà di orientamento.
Da Genova a Savona sull’A10 e quindi sullla Savona-Torino fino all’uscita di Mondovì. Da Mondovì si segue per Cuneo e 1 Km prima di arrivarci si svolta a sinistra per Boves e, poi, subito prima di Borgo San Dalmazzo si svolta a sinistra per Limone Piemonte. Giunti a Limone si prosegue fino al bivio sulla destra per Limonetto; dopo neanche 100 metri si lascia a destra la strada per Limonetto e si prosegue verso il Col di Tenda, dove si incontra un ampio parcheggio. Volendo si può parcheggiare qua (dove lo abbiamo fatto noi), ma forse è meglio proseguire ulteriormente, prima su un breve tratto di sterrata, poi di nuovo su asfalto, per giungere in circa 900 metri al vero Col di Tenda; Qui è possibile continuare ancora, in salita, su sterrata più sconnessa, per circa 600 metri, per arrivare alla partenza del sentiero.
Se si è arrivati fino alla partenza del sentiero con la macchina (1915 m.) si prende il sentiero in mezzo alle 2 sterrate (quella di destra la riprenderemo più avanti e quella di sinistra che va in Francia e che useremo per il ritorno) in ripida salita e con indicazioni per la Rocca dell’Abisso. Dopo poco ci ritroviamo sulla sterrata militare che si segue, a parte qualche breve taglio, fino al Forte Giaure (volendo esiste un itinerario di crinale più diretto e probabilmente più interessante della strada). Nel vasto pianoro erboso del Forte si incontra il bivio, sulla sinistra, per i Lacs de Peyrefique, che imboccheremo al ritorno, proseguiamo invece dritti verso la vetta (sono presenti varie tracce segnate) e la raggiungiamo senza difficoltà. Dalla croce si può, per breve e facile cresta, raggiungere la vera vetta, di pochi metri più alta. Si discende per la stessa via fino al pianoro del Forte Giaure, dove si prende a destra per i Laghi e la Bassa di Peyrefique. Dopo circa 200 metri di discesa e oltre 2 Km di tragitto si giunge a un bivio: a destra si va ai laghi e a sinistra si va verso la Baisse de Peyrefique. Da qui, in effetti, avremmo dovuto fare una visita ai laghi (distanti 800 metri di sviluppo e 200 di dislivello), ma le non buone condizioni fisiche di una delle partecipanti ci hanno costretto a rinunciare; abbiamo preso quindi a sinistra: il sentiero prosegue in leggera salita fino a giungere a un colletto prativo dove vi è il bivio, sulla destra, per la Baisse de Peyrefique, noi proseguiamo invece dritti, in discesa, verso la strada che si intravede già davanti a noi, sul fondovalle. Dopo un po’ di tornanti il sentiero giunge alla strada asfaltata che si imbocca verso sinistra in corrispondenza di alcune abitazioni. Si segue quindi la strada, prevalentemente in piano, che poi diventa sterrata e presenta una piccola risalita per giungere al punto di partenza dell’andata a quota 1915.
a parte la delusione per essere arrivato a un soffio dalla Perafica, senza concludere niente, come al solito, devo dire che si tratta di una buona gita, specie per l’inizio/fine stagione, data la quota relativamente bassa e la facilità del percorso: bel panorama di vetta, specie sui laghi e le Marittime e, soprattutto molto bella vista, dal Col di Tenda e salendo, sul gruppo Rocca dell’Abisso, Rocca della Bastera, Monte Frisson e Ciamoussè, ma, indubbiamente, niente a che vedere, almeno per me, con le zone nel cuore delle Marittime che preferisco, in ogni caso una buona introduzione all’ambiente di questo settore alpino. Ho apprezzato comunque, anche, la vista sulla Corsica, mai fotografata così nitida e non sono da dimenticare i tanti forti della zona, sicuramente un ulteriore motivo di interesse.
16-10-2011
Parcheggio Col di Tenda (1800) – Rocca dell’Abisso (2755) – Vallon de Caramagne (1800) – Parcheggio Col di Tenda (1800).
24 Km., ma parcheggiando il più avanti possibile si potevano risparmiare, tra andata e ritorno, 3 Km.
1100 m. circa.
Arietina, Aldo51, Dirty Harry, Em, Lusciandro e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Rocca dell’Abisso anello per il Vallon de Caramagne dal Col di Tenda