Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Piz Grevasalvas da Plaun da Lej

Piz Grevasalvas da Plaun da Lej

27-03-2022
Plaun da Lej (1820) – Grevasalvas (1960) – Piz Grevasalvas (2932) – Grevasalvas (1960) – Plaun da Lej (1820).
13,7 Km.
1110 m.
Maury76 – Ivonne – Ornella e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Tutto E (per escursionisti medi) in condizione estive, in condizione invernali EAI (per escursionisti con attrezzatura invernali, vale a dire ciaspole, ramponi e ghette). Riguardo alle condizioni in cui abbiamo trovato noi la neve bisogna dire che è stato molto difficile scendere anche con le ciaspole in quanto le temperature del pomeriggio hanno fatto sciogliere completamente la neve, consiglio quindi di controllare le temperature prima di partire, che altrimenti la discesa può diventare molto penosa e anche pericolosa.
Da Genova in autostrada fino a Milano, poi si prende la tangenziale ovest fino ad incrociare la A4 (Milano – Venezia), che si imbocca e si segue fino a Cinisello Balsamo, dove si prende la Superstrada (SS36) che si segue fino a Lecco. A Lecco continuiamo sulla superstrada che percorre la sponnda destra del Lago di Como che, dopo numerose gallerie, ci porta a Colico, quindi continuiamo seguendo per la Val Chiavenna, che percorriamo giungendo al paese che le dà il nome. Da Chiavenna proseguiamo per il confine e continuiamo quindi inziando a salire il Passo Maloja, giunti al quale proseguiamo a sinistra del lago ancora per un paio di Km, fino alla località Plaun da Lej, dove troviamo un ampio parcheggio sulla destra, in corrispondenza dell’abergo Murtarol.
dal parcheggio proseguiamo qualche metro e quindi imbocchiamo il sentiero sulla sinistra, seguendo le indicazioni per Grevasalvas e l’omonimo Piz. Salendo incontriamo un paio di bivi sulla sinistra che ignoriamo, seguendo invece le indicazioni per il paese di Grevasalvas, al quale giungiamo in breve. Dal paese è possibile seguire le indicazioni a destra per il Piz Grevasalvas, o, come abbiamo fatto noi, proseguire dritti in mezzo alle case pressochè in direzione nord-ovest (in realtà prima ovest e poi più verso nord), ma dipende anche dalle tracce che si trovano sulla neve. Noi siamo quindi giungi ad una baita cintata (Baita Muottatsch, a 2090 metri circa. Dalla baita si procede verso nord, fino ad incrociare il sentiero segnato proveniente da Grevasalvas, che imbocchiamo verso sinistra. Il successivo tratto in direzione ovest ci porta fino ad una piana, dove troviamo dei cartelli: qui dobbiamo traversare verso destra (direzione nord-ovest), fino a raggiungere il Lej Nair, che costeggiamo sulla destra. Passato il lago seguiamo il canale che sale fin quasi in vetta, oppure ci teniamo sul crinale più a sinistra (noi abbiamo fatto la prima parte del facile canale e poi siamo saliti sul crinale a sinistra). Giungiamo quindi in vista della vetta che saliamo sul facile crinale con rocce affioranti. Il ritorno avviene per la stessa via, o, a vista, su altre tracce.
gita interessante per l’ampio panorama di vetta a 360° su grandi cime innevate, escursione che comunque risulta panoramica fin dalla partenza e che non presenta difficoltà se non quelle relative alla condizione della neve. Chissà i laghi che non abbiamo potuto ammirare se non gelati, se avrebbero aggiunto interesse alla gita.
27-03-2022
Plaun da Lej (1820) – Grevasalvas (1960) – Piz Grevasalvas (2932) – Grevasalvas (1960) – Plaun da Lej (1820).
13,7 Km.
1110 m.
Maury76 – Ivonne – Ornella e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Piz Grevasalvas da Plaun da Lej