Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Cima delle Saline e Pian Ballaur anello per il Canalino delle Masche da Pian Marchisio

Cima delle Saline e Pian Ballaur anello per il Canalino delle Masche d...

Percorso Inedito
28-07-2011
Pian Marchisio (1580) – Rifugio Havis (1750) - Canalino delle Masche – Cima delle Saline (2612) – Cima Pian Ballaur (2604) – Colle del Pas (2342) – Lago Ratavolaira (2225) – Lago delle Moglie (2115) - Porta Biecai (2015) – Pian Marchisio (1580).
21,65 Km.
1300 m. circa.
Lusciandro e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Tutto E, per escursionisti medi, tranne il canalino delle Masche, che a mio parere, può essere considerato un F (alpinistico facile), sia per l’assenza di una vera e propria traccia, sia per il terreno infido e spesso umido o bagnato; il punto più difficile è facilitato dalla presenza di una catena, provvidenziale data la scivolosità delle rocce bagnate. Si tratta di un passaggio di primo grado che direi non darebbe problemi se asciutto, ma ritengo sia difficile trovarlo senza né acqua, né neve.
Da Genova fino a Savona con l’A10 e quindi con la Savona-Torino fino a Mondovì. Da Mondovì si prende verso sud per Villanova Mondovì e, superatala, ci si dirige verso Roccaforte Mondovì; a Roccaforte si prende per la Val Ellero e Rastello. Si prosegue quindi per la strada a tratti sterrata e non in buonissime condizioni verso Pian Marchisio. Io ho preferito fermarmi prima (1,5 Km prima e 1580 circa di quota) per evitare l’ultimo stratto di sterrata, ma quasi tutti arrivano fino a Pian Marchisio.
Dal parcheggio si segue la sterrata fino ad arrivare in vista del Rifugio Havis de Giorgio, al quale si può arrivare direttamente tagliando la strada sul pendio erboso. Dal Rifugio il Canalino delle Masche è visibile chiaramente: si tratta del canalino immediatamente a destra e sopra di dove finiscono gli alberi. Dal rifugio una traccia pare salire verso il ghiaione sottostante il canalino, ma in realtà tale traccia piega decisamente verso sinistra e si infila nel bosco e porta a una sorgente, si può comunque seguirla fino al limitare del bosco dove invece si deve dirigersi a destra direttamente sul ghiaone, da risalire faticosamente, data la quasi totale assenza di tracce che lo percorrono. Giunti all’imbocco del canalino si incomincia a individuare una qualche traccia, essendo comunque la via di salita obbligata. Superato il ripido Canalino la salita continua nel Vallonde delle Masche e seguendo le tacche rosse e gli ometti si arriva fino alla sella tra la Cima delle Saline e la Pian Ballaur. Qui, opportunamente date le frequenti nebbie, sono stati posti dei paletti, con la punta verniciata di giallo, che segnano il percorso alle 2 vette e anche fino al Colle del Pas (non so se continuino anche verso il Passo delle Saline, 2 anni fa non ce li avevo trovati, ma d’altronde non c’erano neanche per salire alla Pian Ballaur, ma solo sulle Saline.). Dalla Sella si sale quindi alla Cima delle Saline seguendo i paletti e quindi, si ridiscende alla sella per la stessa via; si sale quindi, sempre seguendo i paletti alla Cima di Pian Ballaur e si scende al sottostante Colle del Pas. Qui finiscono i paletti e si prende a destra il sentiero che scende al Lago Ratavolaira; dal lago si piega decisamente a sinistra, sempre su sentiero segnato in biancorosso, dirigendosi in leggera salita verso il Passo Lapasse. Ormai in vista del passo si incrocia un sentiero proveniente dal Biecai, che occorre prendere verso destra in discesa; si prosegue per circa 600 metri su questo sentiero, dopodiché lo si lascia per una non sempre evidente traccia verso sinistra che consente di tagliare verso il Lago delle Moglie. Giunti al lago si torna seguendo i segni biancorossi qui presenti che portano al Biecai e, quindi, al Rifugio Havis, da cui si torna alla macchina per la sterrata dell’andata.
purtroppo il tempo non molto bello non ci ha permesso di godere appieno dell’ambiente che, comunque, mi è sembrato molto bello. Fino alla sella tra Saline e Ballaur però il tempo ha retto e abbiamo potuto apprezzare la bellissima zona carsica, forse non bella come quella tra le Scaglie e la Brignola, ma, comunque molto affascinante e selvaggia. Del panorama dalle cime posso dire poco, soltanto confermare le belle viste sulla zona carsica delle Masche e sulla cupola di Pian Ballaur dalle Saline. Bellissima vista scendendo al Colle del Pas sulla zona carsica di Piaggiabella, simile a un gruviera, un po’ meno belli i laghi col brutto tempo che gli fa perdere i loro magnifici colori, vestendoli di un grigio uniforme. Molto bella anche la zona carsica sopra il Biecai (asciutto in questa stagione). In conclusione direi che potrebbe anche essere una gita da 4 stelle, ma col bel tempo…
Percorso Inedito
28-07-2011
Pian Marchisio (1580) – Rifugio Havis (1750) - Canalino delle Masche – Cima delle Saline (2612) – Cima Pian Ballaur (2604) – Colle del Pas (2342) – Lago Ratavolaira (2225) – Lago delle Moglie (2115) - Porta Biecai (2015) – Pian Marchisio (1580).
21,65 Km.
1300 m. circa.
Lusciandro e Soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Cima delle Saline e Pian Ballaur anello per il Canalino delle Masche da Pian Marchisio