Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Monte Frontè anello per Cima Garlenda e Costa Teime dal Colle San Bernardo di Mendatica

Monte Frontè anello per Cima Garlenda e Costa Teime dal Colle San Ber...

Percorso Inedito
13-12-2020
Colle San Bernardo di Mendatica (1260) – Margheria Garlenda (1600) – Cima Caruetta (1845) – Cima Omo dell’Alpetta (2040) – Cima Garlenda (2130) – Passo Frontè (2080) – Monte Frontè (2150) – Passo Frontè (2080) – Cima Garlenda (2130) – Cima Omo dell’Alpetta (2040) – Costa Teime (2015-1565) – Strada dell’Amicizia (1565-1260) - Colle San Bernardo di Mendatica (1260).
12,6 Km. circa.
1020 m. circa.
Ratasuira, Maury76 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Premetto che io ho effettuato l’intero giro con gli scarponi, ma direi che in condizioni invernali è comunque necessario avere con sé ciaspole e ramponi. Il giro dunque è classificabile EAI, escursionismo attrezzato invernale, tranne la discesa per la Costa Teime che può essere classificata EEAI, cioè per escursionisti esperti, data l’assenza di traccia e alcuni punti un po’ più ripidi, ma resta comunque decisamente facile, perlomeno con buona visibilità.
da Genova ad Albenga su autostrada A10, quindi all’uscita raggiungiamo la prima rotonda e giriamo a destra per Pieve di Teco. Passata Pieve prendiamo quindi a destra per il Colle di Nava. Giungiamo quindi a Nava e prendiamo a sinistra per il Colle San Bernardo, presso il quale parcheggiamo.
dal parcheggio imbocchiamo la strada asfaltata centrale (strada dell’Amicizia), lasciando a destra quella per Monesi e a sinistra quella per Mendatica, e la seguiamo per pochi metri per prendere quindi a destra il sentiero in salita (trattasi dell’AVML). Saliamo quindi lungamente nel bosco per poi affrontare un lungo tratto pressochè pianeggiante che ci porta quindi a sbucare fuori dal bosco nei pressi della Margheria Garlenda a quota 1600 circa. Dalla Margheria saliamo meno ripidamente verso il successivo bosco, nel quale entriamo piegando a sinistra, per sbucare quindi su un colletto a quota 1845 circa. Dal colletto è possibile con una brevissima deviazione raggiungere la cima sovrastante (Cima Caruetta), dopodichè riprendiamo a salire lungo la cresta seguendo l’altavia. Seguendo quindi la cresta raggiungiamo la Cima Omo dell’Alpetta, modesta collinetta sulla cresta, dopo la quale iniziamo la salita alla Cima Garlenda. Raggiunta Cima Garlenda scendiamo brevemente al Colle Frontè, dove sono presenti i ruderi di una caserma, e quindi riprendiamo la salita in cresta fino a giungere alla vetta del Monte Frontè. Torniamo quindi indietro sui nostri passi fino alla Cima Omo dell’Alpetta e da questa proseguiamo ancora per poco meno di 400 metri per imboccare quindi la cresta sulla destra (Costa Teime), dalla quale scendiamo a vista fino alla sottostante strada dell’Amicizia, appunto già visibile alla fine della Costa in questione. Raggiunta la strada la seguiamo quindi verso sinistra fino al Colle San Bernardo, dove ritroviamo la macchina.
giro assolutamente consigliabile con neve per la bellissima cresta tra Cima Caruetta e il Monte Frontè che innevata ha un aspetto molto alpestre, mentre d’estate appare decisamente più banale, tanto che direi che senza neve è meglio salire al Frontè da Mendatica attraverso le cascate dell’Arroscia, Poilarocca e il Colle del Garezzo, giro interessante comunque anche con neve, ma più lungo e faticoso.
Percorso Inedito
13-12-2020
Colle San Bernardo di Mendatica (1260) – Margheria Garlenda (1600) – Cima Caruetta (1845) – Cima Omo dell’Alpetta (2040) – Cima Garlenda (2130) – Passo Frontè (2080) – Monte Frontè (2150) – Passo Frontè (2080) – Cima Garlenda (2130) – Cima Omo dell’Alpetta (2040) – Costa Teime (2015-1565) – Strada dell’Amicizia (1565-1260) - Colle San Bernardo di Mendatica (1260).
12,6 Km. circa.
1020 m. circa.
Ratasuira, Maury76 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Monte Frontè anello per Cima Garlenda e Costa Teime dal Colle San Bernardo di Mendatica