Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Bec dellaValletta anello per ferrata da Maire Rocca Rossa

Bec dellaValletta anello per ferrata da Maire Rocca Rossa

Percorso Inedito
29-07-2018
Maire Rocca Rossa (1430) – Ferrata Bec della Valletta (1560) – Bec della Valletta (1920) – Lago Secco (1605) – Maire Rocca Rossa (1430).
6,5 Km. circa.
600 m. circa.
Stefs e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EEA la ferrata (per escursionisti esperti attrezzati con casco, imbrago, set ferrata), ma non particolarmente difficile, anche se piuttosto aerea in vari punti in quanto attrezzata con numerose staffe. Nella seconda parte dopo la Tirolenne facoltativa (necessita di carrucola), vi sono vari tratti non attrezzati, o meglio attrezzati con chiodi Raumer ai quali fare eventualmente sicurezza usando una corda, ma i pezzi in questione sono meri tratti EE, per escursionisti esperti, e neanche troppo difficili, quindi non necessitano assolutamente di assicurazione, a meno che non la si voglia effettuare per esercizio. Tutto il resto del percorso è E, per escursionisti medi.
Da Genova a Savona sull’A10 e quindi sullla Savona-Torino fino all’uscita di Mondovì. Da Mondovì si segue per Cuneo e 1 Km prima di arrivarci si svolta a sinistra per Boves e, poi, subito prima di Borgo San Dalmazzo si svolta a sinistra per Limone Piemonte. Giunti a Limone si svolta a sinistra, alla fine del paese, in via Divisione Alpina Cuneense, quindi si segue Via Valbusa, poi Via San Secondo, per svoltare quindi a destra in via Genova e, infine, a sinistra in Via San Giovanni., che continuiamo a seguire, anche quando diventa sterrata, per 4 Km complessivi dall’inizio di quest’ultima strada. Si lascia quindi la macchina nello spazio a fianco a un tornante, pochi metri dopo il cartello che segnala il sentiero sulla sinistra per Capanna Chiara e il Vallone del Cros, a quota circa 1430 circa. In realtà per il giro che abbiamo fatto noi si potrebbe andare più avanti (500 metri circa), fino al divieto di transito, dove vi è anche un parcheggio un po’ più capiente.
dal parcheggio continuiamo sulla sterrata in salita fino al divieto per i mezzi motorizzati, quindi continuiamo ancora sulla sterrata, ora più ripida, fino a giungere al bivio segnalato sulla destra, per il Lago Terrasole, sentiero che useremo per il ritorno, mentre adesso continuiamo a sinistra. Passiamo quindi a destra di una collinetta con alcuni ruderi di abitazioni sulla sommità e, quindi, arriviamo a costeggiare una parete sulla destra. Su questa parete inizia la ferrata con una serie di staffe verticali (subito prima troviamo alcuni chiodi Raumer esemplificativi). Noi, nell’occasione, prima di dedicarci alla ferrata, abbiamo continuato per poco più di 100 metri sul sentiero segnato, per scendere quindi a sinistra al torrente e visitare una bella cascata. Visitata la cascata torniamo quindi indietro e iniziamo a salire la Ferrata. Dopo le prime staffe affrontiamo un traverso esposto e quindi giungiamo alla prima via di fuga a sinistra, indicata da un cartello, subito sotto lo spettacolare attraversamento dei campi solcati. Si scala quindi un torrioncino leggermente strapiombante, ma con l’ausilio di numerose staffe. Si costeggia quindi a sinistra e alla base un’alta parete strapiombante per poi riprendere a salire tramite staffe. Giunti quindi sulla sommità di un’elevazione, continuiamo in cresta seguendo il cavo. Affrontiamo quindi un tratto di sentiero non attrezzato che compie un ampio giro in discesa (si perdono almeno una cinquantina di metri), per risalirne quindi una ventina fino alla partenza della Tirolenne facoltativa. Non avendo la carrucola ho continuato quindi sul sentiero che, dopo un tratto attrezzato solo con chiodi Raumer, inizia la salita di un verticale e molto esposto spigolo roccioso, attrezzato con numerose staffe. Superato lo spigolo si passa a monte di una lastra di roccia con campi solcati, carina, ma molto meno spettacolare di quella ad inizio ferrata, e si continua poi per cresta fino in vetta. Dalla vetta si scende prima senza attrezzature e poi aiutati dal cavo fino alla base del risalto roccioso dove, finite le attrezzature, seguiamo il sentiero prima per prati e quindi attraverso una zona rocciosa, passata la quale si è arrivati alla fine della ferrata su una zona prativa pianeggiante. Da qui, piegando a sinistra e scendendo paralleli alla ferrata percorsa è possibile tornare al sentiero di partenza, noi invece abbiamo optato per scendere dalla parte opposta. In ogni caso dalla fine della ferrata si deve comunque piegare a sinistra, dirigendosi verso il sovrastante crinale, cercando l’unica zona prativa sgombra da fastidiosi cespugli. Raggiunto quindi il crinale verso sinistra, iniziamo a salirlo in diagonale verso destra, cercando le zone più sgombre da cespugli per procedere. Raggiungiamo quindi alla meglio una sterrata sul crinale che iniziamo a seguire verso destra in discesa. La ripida sterrata ci porta a raggiungerne un’altra più pianeggiante che imbocchiamo verso destra (eventualmente è possibile fare una deviazione a sinistra per visitare il vicino e bel Lago Terrasole, distante circa 3775 metri) e che seguiamo per oltre 800 metri, per lasciarla quindi a sinistra e proseguire dritti su sentiero. In poco meno di 400 metri passiamo a fianco al Lago Secco e quindi continuiamo a scendere fino a raggiungere il bivio iniziale da cui siamo passati all’andata. Da qui prendiamo a sinistra e torniamo sui nostri passi fino al parcheggio.
ferrata lunga, ma non difficile date le abbondanti attrezzature, il cui punto più interessante sono gli spettacolari campi carreggiati quasi all’inizio. Per il resto qualche bella cresta rocciosa e il bel torrione della tirolenne facoltativa, ma non molto di più. Più interessante la valle percorsa all’andata con il bel torrente San Giovanni, mentre al ritorno si percorre una zona troppo antropizzata e lo stesso bel lago Terrasole era nell’occasione affollato da un’orda di visitatori.
Percorso Inedito
29-07-2018
Maire Rocca Rossa (1430) – Ferrata Bec della Valletta (1560) – Bec della Valletta (1920) – Lago Secco (1605) – Maire Rocca Rossa (1430).
6,5 Km. circa.
600 m. circa.
Stefs e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Bec dellaValletta anello per ferrata da Maire Rocca Rossa