Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Arma do Rian Grotta Sant'Eusebio Grotta del Frate e Arma Rocca di Perti da Cianassi

Arma do Rian Grotta Sant'Eusebio Grotta del Frate e Arma Rocca di Pert...

Percorso Inedito
14-03-2004
Cianassi (220) – Cappella San Carlo (230) – Arma do Rian (265) – Grotta Sant’Eusebio (270) – Pian Marino (270) – Grotta del Frate (305) – Pian Marino (270) – Cappella San Carlo (230) – Cianassi (220) – Arma Rocca di Perti (260) – Cianassi (220).
5,2 Km. circa.
350 m. circa.
Erika, Laura, Andrea e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Diciamo E, per escursionisti medi, anche se al limite dell’EE, per escursionisti esperti, perché i sentieri per le grotte non sono sempre molto chiari e puliti. EEA (escursionisti esperti con attrezzatura) la visita alle grotte, che, seppur semplici, richiedono comunque casco e lampada, soprattutto l’Arma do Rian e l’Arma della Rocca di Perti.
Da Genova in autostrada fino all’uscita di Finale Ligure. Dallo svincolo ci si immette sulla sp490 che si imbocca verso sinistra in discesa verso il mare. Dopo 1,5 Km circa si prende a sinistra per Finalborgo e si gira immediatamente nuovamente a sinistra di fronte alla porta del borgo per continuare sulla sp17 in direzione parallela e opposta alla sp490 appena percorsa. Dopo 2 Km. circa imbocchiamo una stretta stradina in salita sulla destra (Indicazioni x Osteria Castel Gavone e Azienda Turistica 5 Campanili). Percorriamo la predetta stradina per circa 1,5 Km arrivando quindi alla Chiesa di Perti, subito prima della quale troviamo un cartello divieto di cricolazione ai non residenti, al quale non dobbiamo fare caso, in quanto tutti proseguono oltre e non vengono date multe. Si prosegue quindi sulla stretta stradina asfaltata per circa 2 Km dalla chiesa fino a giungere ad uno spiazzo con fontanella e tavoli da pic-nic dove termina l’asfalto e dove parcheggiamo.
dal parcheggio di Cianassi imbocchiamo sulla destra la sterrata\sentiero per Pian Marino e ne tagliamo un tornante seguendo i segnavia tra due muretti, quindi giungiamo in breve alla Cappella di San Carlo e, 40 metri dopo, troviamo un bivio: a sinistra si va ai Castelletti con il Sentiero Fossati, mentre noi prendiamo a destra scendendo all'alveo di un rio e, subito dopo, ci troviamo ad un quadrivio dove prendiamo a destra in salita, lasciando a sinistra il sentiero segnato per Pian Marino. Saliamo quindi ripidamente passando su alcuni gradini scavati nella roccia, dove lasciamo il sentiero principale per prendere a destra un sentiero pressochè in piano che in una cinquantina di metri porta all’ingresso della grotta. Il percorso all’interno della grotta è lineare e quindi non necessità particolari indicazioni, vi sono però alcune strettoie (di cui la più stretta è la prima) che necessitano di un minimo di esperienza speleo, ma nell’occasione mi ero fermato alla prima strettoia fin dove la grotta non presenta difficoltà. Dalla grotta torniamo al sentiero segnato per Pian Marino, che imbocchiamo verso destra e, dopo poco meno di 200 metri, troviamo un bivio a destra, che imbocchiamo, fino a raggiungere la Grotta Sant’Eusebio. Anche per questa grotta ci siamo limitati nell’occasione alla sala d’ingresso, mentre tramite ad un breve cunicolo si può accedere ad una seconda sala un poco più concrezionata. Torniamo quindi nuovamente sul sentiero principale e continuiamo fino a Pian Marino, quindi attraversiamo il grande prato e prendiamo a destra il sentiero per il Bric del Frate e, giunti al bivio per la vetta, lo lasciamo a sinistra e continuiamo dritti fino ad un successivo bivio (130 m. dopo) sulla sinistra in discesa, che imbocchiamo. Scendiamo quindi per circa 170 metri, quindi prendiamo a sinistra costeggiando le falesie (al bivio dovrebbe esserci una qualche scritta che indica grotta del Frate) fino a trovare prima la Grotta del Fratino, apertura allungata che non va dentro, e quindi la più larga e classica apertura della Grotta del Frate. La visita della grotta porta a scoprire una seconda apertura, dalla quale si può uscire con prudenza (essendo in parete) per ammirare il perfetto oblò sovrastante tale uscita. Visitata la grotta torniamo sui nostri passi fino a Cianassi, dove imbocchiamo a sinistra il sentiero 3 bolli rossi per la Rocca di Perti, ma dopo centro metri circa lo lasciamo, per prendere una chiara traccia a destra che sale verso lo spigolo della Rocca di Perti. Saliamo quindi fino ad aggirare lo spigolo della Rocca e quindi proseguiamo su stretto sentierino pressochè in piano per oltre 150 metri, fino a trovare a sinistra la breve deviazione per l’Arma della Rocca di Perti, che visitiamo seguendo la galleria principale. Visitata anche questa grotta torniamo sui nostri passi fino a Cianassi.
Grotte interessanti, ciascuna con qualche particolarità, anche se non eccezionali, però facilmente visitabili a livello escursionistico.
Percorso Inedito
14-03-2004
Cianassi (220) – Cappella San Carlo (230) – Arma do Rian (265) – Grotta Sant’Eusebio (270) – Pian Marino (270) – Grotta del Frate (305) – Pian Marino (270) – Cappella San Carlo (230) – Cianassi (220) – Arma Rocca di Perti (260) – Cianassi (220).
5,2 Km. circa.
350 m. circa.
Erika, Laura, Andrea e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Arma do Rian Grotta Sant'Eusebio Grotta del Frate e Arma Rocca di Perti da Cianassi