Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Pointe des Cerces anello per Col de la Ponsonniere da Laval

Pointe des Cerces anello per Col de la Ponsonniere da Laval

07-09-2019
Laval (2030) – Lac des Beraudes (2495) – Col des Beraudes (2780) – Col de la Ponsonniere (2610) – Col des Cerces (2580) – Pointe des Cerces (3097) – Col des Cerces (2580) – Lac Rond (2460) – Refuge Drayeres (2195) – Laval (2030).
22,8 Km. circa.
1560 m. circa.
Em, Maury76 (http://finoincima.altervista.org/), Ornella, Daniela e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EE, per escursionisti esperti, la salita alla Pointe des Cerces, su sentiero stretto ed a tratti ripido, con un singolo punto in cui usare le mani su un passaggio di I grado un po’ sfasciumoso, sentiero comunque sempre ben tracciato, si tratta dunque di un EE decisamente facile. EE ancora un breve passaggio attrezzato per arrivare al Col des Beraudes ed un breve canalino in discesa dallo stesso, entrambe i passaggi richiedono un poco di attenzione per il ghiaietto presente, ma non sono difficili, tutto il resto E, per escursionisti medi.
Da Genova fino a Voltri, per qui prendere la A21 fino ad Alessandria, dove si prende la A26 per Torino. A Torino si segue la tangenziale per prendere poi la A32 per Bardonecchia. Giunti a Bardonecchia ci si dirige verso la Francia passando per Melezet e, al confine, si prende a sinistra per il Colle della Scala; superato il Colle della Scala si giunge a Nevache (tenere presente che qui la strada per Laval chiude alle 10) e quindi si prosegue dritti fino al parcheggio al termine della strada asfaltata.
dal parcheggio facciamo cento metri sulla sterrata e quindi giriamo a sinistra per il Lac des Beraudes, scendendo brevemente fino ad un ponte, dopo il quale troviamo un bivio dove prendiamo sempre a sinistra per il Lac des Beraudes. Il sentiero inizia subito a salire molto ripidamente nel bosco, dal quale usciamo poi su ripidi prati, che risaliamo fino al Lac des Beraudes. Al Lac imbocchiamo la traccia in salita sui ghiaioni a sinistra, traccia che corre parallela alla sponda sinistra del lago, ma molto al di sopra. Continuiamo quindi fino a giungere al Col des Beraudes, dal quale scendiamo sull’altro versante, affrontando quasi subito una piccola gola rocciosa, dopo la quale il sentiero si fa nuovamente facile. Incontriamo quindi un paio di bivi a sinistra, diretti verso il Col Chardonnet, che ignoriamo. Continuiamo quindi a mezza costa perdendo un poco di quota, giungendo ad un primo laghetto sulla sinistra del sentiero. Da questo laghetto, lasciando il sentiero, e continuando dritti verso ovest, risalendo il poggio erboso antistante di una ventina di metri, si arriva al Lac des Crouserocs, altrimenti invisibile seguendo il sentiero. Io, in realtà, dopo il laghetto, ho proseguito per circa 350 metri e poi ho piegato a destra risalendo da qui il poggio erboso, giungendo in circa 150 metri al predetto Lac. Dal Lac des Crouserocs scendiamo nuovamente al sentiero segnato e lo seguiamo verso destra, senza ulteriori deviazioni fino al Col de la Ponsonniere (sarebbe comunque interessante scendere ad alcuni laghetti sottostanti, nonché al vicino Lac de la Ponsonniere, ma non ne abbiamo avuto il tempo). Dal colle scendiamo sull’altro versante, continuando a perdere quota, senza grandi discese, fino al Lac des Cerces, che raggiungiamo sulla riva sinistra. Dal Lago prendiamo il sentiero più a destra, lasciando a sinistra i sentieri per il Plan Lachat e il Refuge des Rochilles. Giunti al Colle, prendiamo il sentiero a destra, segnato mi pare con segni azzurri e, comunque, ometti di pietra, diretto alla Pointe des Cerces. Il sentiero sale a mezza costa, con viste sul Lac des Cerces, ma non troppo ripidamente, fino a giungere ad un piccolo laghetto, dopo il quale ci dirigiamo verso i soprastanti ghiaioni, dove si inizia a salire più ripidamente e quindi arrivare ad affrontare il passaggio, un poco ripido e delicato, che permette di superare una fascia rocciosa e giungere ai ghiaioni sommitali, dai quali si arriva brevemente in vetta. Dalla vetta si torna sulla stessa via fino al colle, dal quale scendiamo verso destra, arrivando in breve tra il Lac du Grand Ban e il Lac Rond, del quale percorriamo la sponda destra. Seguendo sempre il sentiero segnato, scendiamo quindi in breve al Lac de la Clarèe. Dopo il lago scendiamo a destra di una parete colorata con alcuni bunker scavati nella roccia, quindi continuiamo in piano su largo sentiero lastricato, passando quindi in una zona con alcuni laghetti sulla destra, che possiamo brevemente visitare. Visitati i laghetti continuiamo a scendere fino al Refuge des Drayeres, dove ignoriamo il bivio a sinistra per il Lac Rond e il Col des Muandes, per continuare poi a scendere sulla sterrata che ci porta fino al parcheggio di Laval, ignorando un successivo bivio a sinistra (segnalato da cartelli), sempre diretto verso il Col des Muandes.
Alternativa all’andata e ritorno sullo stesso percorso alla Pointe des Cerces, effettuata 8 anni fa, senza allungare magari molto il percorso (circa 3-4 km. in più), ma aggiungendo circa 400 metri di dislivello, dislivello in più che sicuramente vale la pena di fare per visitare se non altro lo stupendo Lac des Beraudes, nonché quello di Cerces e quelli salendo al Col de la Ponsonniere, oltre ad un percorso sempre panoramico ed interessante. In definitiva un giro assolutamente consigliabile in zone splendide, con vette dolomitiche e tantissimi laghi pittoreschi.
07-09-2019
Laval (2030) – Lac des Beraudes (2495) – Col des Beraudes (2780) – Col de la Ponsonniere (2610) – Col des Cerces (2580) – Pointe des Cerces (3097) – Col des Cerces (2580) – Lac Rond (2460) – Refuge Drayeres (2195) – Laval (2030).
22,8 Km. circa.
1560 m. circa.
Em, Maury76 (http://finoincima.altervista.org/), Ornella, Daniela e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Pointe des Cerces anello per Col de la Ponsonniere da Laval