Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Pointe de Terre Rouge anello per Roche du Chardonnet da Laval

Pointe de Terre Rouge anello per Roche du Chardonnet da Laval

Percorso Inedito
14-08-2021
Refuge Laval (2030) – Lac Long (2395) – Lac Rond (2450) - Lac des Muandes (2580) – Col de Nevache (2770) – Lacs des Glaciers (2690) – Pointe de Terre Rouge (3080) – Lacs Terre Rouge (2985) – Col de la Chapelle (2885) – Roche du Chardonnet (2950) – Col des Muandes (2830) - Lac des Muandes (2580) - Lac Rond (2450) – Lac Long (2395) – Refuge Laval (2030).
24,3 km. circa.
1500 m. circa.
Ivonne e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
direi E (per escursionisti medi) praticamente fino al Col de Nevache, anche se gli ultimi metri sono un poco più ripidi. La discesa sull’altro versante, pur tracciata nella prima parte, potrebbe essere considerata EE (per escursionisti esperti), essendo in generale un po’ più ripida, mentre la seconda parte diventa un EE molto più sostenuto, prima per un passaggio delicato per scendere la scarpata della pietraia (frana tutto ed il passaggio è ripido, seppur breve), ed per il successivo attraversamento di pietraie non difficilissime (quasi subito abbastanza pianeggianti), ma senza traccia. Il successivo tratto avvicinandosi ai Lacs Glacier diventa E data la facilità del terreno e le molteplici tracce ed ometti che si possono seguire.La successiva salita verso la Pointe de Terre Rouge è EE (per escursionisti esperti), ma semplice, ci sono varie tracce ed ometti ed il terreno non è mai troppo ripido neanche fino in vetta, diciamo che siamo al limite dell’E. Al ritorno la traversata verso il sentiero per il Col de la Chapelle è EE in quanto abbiamo attaversato (anche per non perdere quota) una pietraia piuttosto insidiosa per i vuoti tra le rocce, EE anche la prima parte della salita verso il Col de la Chapelle, sì su sentiero, ma molto ripido e con ghiaietto. La salita quindi verso la Roche du Chardonnet presenta solo qualche punto EE verso la vetta in cui prestare un minimo di attenzione, tutto il resto del percorso è E, ed anche tutta la discesa del ritorno dal Lac des Muandes fino al parcheggio.
Da Genova fino a Voltri, per qui prendere la A21 fino ad Alessandria, dove si prende la A26 per Torino. A Torino si segue la tangenziale per prendere poi la A32 per Bardonecchia. Giunti a Bardonecchia ci si dirige verso la Francia passando per Melezet e, al confine, si prende a sinistra per il Colle della Scala; superato il Colle della Scala si giunge a Nevache (tenere presente che qui la strada per Laval chiude alle 10) e quindi si prosegue dritti fino al parcheggio al termine della strada asfaltata.
dal parcheggio si continua sulla sterrata per circa un Km., quindi si prende il sentiero sulla destra, segnato con un cartello indicante per i Lacs Long e Rond, oltre ad altre destinazioni che non ci riguardano. Iniziamo quindi a salire sul sentiero e, a quota 2260 circa, dobbiamo girare a destra, in corrispondenza di un enorme ometto di pietra, lasciando la traccia che continua dritta e, dopo poco, si perde. Raggiungiamo quindi il Lac Long e lo costeggiamo sulla sinistra. Saliamo quindi sopra al Lac Long e passiamo vicini ad altri 3 laghetti (che volendo possiamo visitare, per poi tagliare a destra verso il sentiero), quindi giungiamo presso il Lac Rond, del quale possiamo decidere se passare sulla sponda sinistra o destra. Entrambe i sentieri sono segnati da ometti e si riuniscono dopo il lago, ed entrambe attraversano una facile pietraia. Superato il Lac Rond giungiamo poi al Lac des Muandes al quale ho deciso di scendere con breve deviazione a destra e quindi, costeggiatolo, puntando a sinistra per ricongiungermi al sentiero. Raggiunto il sentiero, dopo pochi metri, ci troviamo ad un bivio: a destra si va al Col des Muandes (da cui torneremo), mentre a sinistra si va verso i Lacs de la Madeleine, mentre noi continuiamo dritti, senza traccia, seguendo il corso del torrente (Ravin des Muandes), fino a giungere a dei laghetti in una pietraia. Da qui in poi dobbiamo puntare a sinistra verso il Col di Nevache, riconoscibile anche per un palo che lo segna. Giungiamo quindi facilmente al colle seguendo una traccia abbastanza evidente e, quindi, scendiamo sull’altro versante con traccia ripida, ma comunque sempre evidente. Scendiamo quindi seguendo la traccia fino a che si ha un cambio di pendenza trovandoci sul ciglio della scarpata del ghiaione, che proviamo a scendere verso destra, traversando un po’ delicatamente su sfasciumi instabili. Scesa la scarpata scendiamo su pietraia verso il fondovalle, per piegare a destra appena il terreno diviene più facile, per non perdere più quota nell’attraversamento dell’altopiano verso i Lacs Glaciers. Affrontiamo quindi un altro tratto di pietraia in cui troviamo prima o poi alcuni omettie giungiamo quindi in vista dei laghi dove troviamo anche un sentiero più chiaro. Superati i laghi sulla destra (possibile comunque farlo anche a sinistra) ci dirigiamo a vista verso la Pointe de Terre Rouge, facilmente riconoscibile sulla sinistra, sia cercando di non perdere quota, sia seguendo una delle varie tracce omettate. Dopo quindi un tratto più o meno pianeggiante sulla destra giungiamo ad incrociare un paio di sentieri che salgono a destra verso il soprastante Col de la Chapelle (che saliremo al ritorno): qui iniziamo a salire verso sinistra seguendo una delle varie tracce dirette verso l’evidente cupola sommitale della Pointe de Terre Rouge, ma è comunque possibile anche andare a piacimento dato il terreno sempre abbastanza facile. Passiamo quindi sopra il bel Lac Source che, con un po’ più di tempo sarebbe stato bello scendere a visitare, quindi puntiamo al crinale, che raggiungiamo nei pressi di due bellissimi laghi sottostanti alla cupola sommitale, che non hanno nome sulle cartine, ma che trovo opportuno chiamare Lacs de Terre Rouge. Passiamo quindi a sinistra del lago di sinistra, cercando di mantenerci alti per non perdere quota e quindi ci dirigiamo verso la cresta della Pointe de Terre Rouge, sempre cercando di non perdere quota e/o seguendo gli ometti. Saliamo quindi senza difficoltà fino in vetta e riscendiamo lungo lo stesso percorso, magari facendo una piccola deviazione alla fine per visitare i due laghi. Scendiamo quindi ancora sui nostri passi fino in vista del Col de la Chapelle, qui, per non perdere quota, abbiamo attraversato una non facilissima pietraia prima di incrociare il ripido sentiero segnato che imbocchiamo verso sinistra (forse consigliabile evitare la pietraia raggiungendo più in basso il sentiero per il Col de la Chapelle). Dopo una faticosa salita giungiamo in vista del Col de la Chapelle, ma evitiamo di salirci imboccando il sentiero segnato sulla destra che si dirige verso la Roche du Chardonnet. Il sentiero prima scende leggermente, poi risale fino ad una selletta dalla quale iniziamo a salire la cresta della Roche du Chardonnet o a passarvi a fianco su sentierino. Dopo un breve tratto esposto, forse evitabile, non saprei, giungiamo quindi facilmente in vetta, dalla quale continuiamo per cresta fino a scendere al Col des Muandes, dal quale prendiamo il sentiero segnato a destra, che ci porta a scendere fino al sentiero dell’andata, incrociandolo poco prima del Lac des Muandes. Torniamo quindi sui nostri passi fino alla macchina.
gita molto lunga, ma sempre splendida, d’altronde non c’è modo breve di raggiungere la Pointe de Terre Rouge, ottima, e forse migliore, alternativa al vicino Thabor. Bellissimi tutti i laghi, in particolari i due poco sotto la vetta, che creano un bel contrasto di colori con la cima rossiccia, e sempre aperto il panorama verso tutte le caratteristiche cime circostanti.
Percorso Inedito
14-08-2021
Refuge Laval (2030) – Lac Long (2395) – Lac Rond (2450) - Lac des Muandes (2580) – Col de Nevache (2770) – Lacs des Glaciers (2690) – Pointe de Terre Rouge (3080) – Lacs Terre Rouge (2985) – Col de la Chapelle (2885) – Roche du Chardonnet (2950) – Col des Muandes (2830) - Lac des Muandes (2580) - Lac Rond (2450) – Lac Long (2395) – Refuge Laval (2030).
24,3 km. circa.
1500 m. circa.
Ivonne e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Pointe de Terre Rouge anello per Roche du Chardonnet da Laval