Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Pic du Lac Blanc anello per il Lac Laramon da Laval

Pic du Lac Blanc anello per il Lac Laramon da Laval

Percorso Inedito
10-08-2018
Laval (2030) – Lac de la Cula (2450) – Pic du Lac Blanc (2980) – Lac du Serpent (2460) – Lac Laramon (2370) – Laval (2030).
18 Km. circa.
1200 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E, per escursionisti medi, senza problemi fino al Lac de la Cula, poi non c’è più una chiara traccia, ma il terreno resta comunque semplice fino al successivo Lago in pietraia e direi che restiamo nell’E, seppur con necessità di sapersi orientare. La salita al Pic du Lac Blanc è anch’essa senza una chiara traccia e anche gli ometti latitano abbastanza, perlomeno sul percorso seguito da me, data quindi poi la maggior ripidità qui siamo sicuramente nell’EE (per escursionisti esperti); Più chiara e semplice, comunque al limite dell’EE, la discesa verso i laghetti senza nome a sud del Pic, tutto il resto E.
Da Genova fino a Voltri, per qui prendere la A21 fino ad Alessandria, dove si prende la A26 per Torino. A Torino si segue la tangenziale per prendere poi la A32 per Bardonecchia. Giunti a Bardonecchia ci si dirige verso la Francia passando per Melezet e, al confine, si prende a sinistra per il Colle della Scala; superato il Colle della Scala si giunge a Nevache e quindi si prosegue dritti fino al parcheggio al termine della strada asfaltata.
dal parcheggio proseguiamo sulla sterrata per 100 metri, quindi tralasciamo un bivio a sinistra per il Lac des Beraudes e, dopo altri 100 metri prendiamo a destra il sentiero segnato anche con cartello per il Lac de la Cula. Iniziamo quindi a salire a tornanti la rampa erbosa fino a quota 2400 circa, per poi entrare in un’ampia conca prativa pianeggiante, che attraversiamo sulla sinistra perdendo qualche decina di metri di quota. Giunti alla fine della conca, guadiamo il Torrent de la Cula su un ponticello e, subito dopo, prendiamo a sinistra in salita, lasciando a destra il sentiero da cui torneremo. Saliamo quindi in breve al Lac de la Cula che costeggiamo salendo la collina erbosa sulla sua destra, in modo da averne una visuale panoramica. Scendiamo quindi alla sponda sud e percorriamo i prati qui presenti in direzione nord-est cercando di individuare una qualche traccia. In ogni caso in un chilometro circa in direzione nord-est e tenendosi a fondovalle si dovrebbe raggiungere un laghetto in una pietraia a quota 2580 circa. Dal Laghetto dobbiamo dirigerci quindi sulle ripide pietraie sulla destra (all’incirca direzione est) dove non vi è traccia ed è difficile individuare ometti, cercando magari, per salire più agevolmente, di sfruttare alcune zone erbose tra le varie pietraie. Così facendo giungiamo in cima ad un dosso a 2700 circa di quota, da dove dobbiamo piegare verso sinistra (nord-est) seguendo un più evidente crinale su percorso più evidente e forse anche segnato da ometti, se ricordo bene. Dopo quasi 500 metri nella stessa direzione su questo crinale in leggera salita misto di sfasciumi ed erba, giungiamo in vista (dall’alto) di due laghetti. Siamo a quota 2800 circa e qui occorre deviare verso destra (sud-est) seguendo una traccia abbastanza evidente che risale i ghiaioni terminali verso la vetta del Pic du Lac Blanc. Giunti alla vetta sud del Pic, possiamo poi proseguire in cresta, abbastanza facilmente (EE), verso la vetta nord. Visitata la vetta nord, torniamo alla sud. Iniziamo quindi la discesa con chiara traccia verso sud in direzione di alcuni laghetti visibili in basso. Scendiamo quindi fino al primo lago a quota 2730 circa su chiara traccia, quindi, poco prima di giungere al secondo, deviamo a destra (ovest), per raggiungere un terzo lago che abbiamo notato scendendo. Giunti a questo terzo lago, lo costeggiamo sulla sponda sinistra e proseguiamo ancora un poco per affacciarci su un quarto lago al quale non scendiamo, ma pieghiamo invece a sinistra per tornare al secondo lago. Dal secondo lago riprendiamo il sentiero in discesa verso destra e giungiamo quindi al quinto e ultimo lago, che costeggiamo a sinistra. Continuiamo poi la discesa sul sentiero e in un 200 metri di dislivello circa giungiamo ad un lago più grande (Lac du Serpent). Costeggiamo l’ennesimo lago sulla sponda destra e scendiamo al successivo e ancora più grande Lac Laramon. Sulla destra di quest’ultimo lago possiamo anche visitare alcune pozze acquitrinose, dopodichè riprendiamo la discesa, giungendo, quasi 500 metri dopo il lago, ad un bivio segnalato con cartelli. Qui dobbiamo lasciare il sentiero segnato che scende verso Fontcouverte, per prendere a destra un sentierino che traversa pressochè in piano in direzione nord-ovest. Il sentiero traversa per 2 Km circa sempre più o meno in piano, per poi risalire un poco per giungere ad un primo bivio verso il Lac de la Cula che lasciamo sulla destra a quota 2400 circa. Dopo il bivio il sentiero scende verso il ponticello attraversato all’andata, che raggiungiamo in circa 500 metri e da cui torniamo al parcheggio sul percorso dell’andata.
Giro lungo e vario che permette di vedere molti bei laghi, soprattutto in discesa dal Pic du Lac Blanc, meno interessante indubbiamente il percorso di salita, oltrechè un po’ complicato data l’assenza di traccia. E’ sicuramente un giro senza grosse difficoltà e quindi alla portata di chiunque in buona forma fisica, ma se non si è dotati di GPS, meglio non affrontarlo se non in una giornata di bel tempo e buona visibilità.
Percorso Inedito
10-08-2018
Laval (2030) – Lac de la Cula (2450) – Pic du Lac Blanc (2980) – Lac du Serpent (2460) – Lac Laramon (2370) – Laval (2030).
18 Km. circa.
1200 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Pic du Lac Blanc anello per il Lac Laramon da Laval