Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Saint-Pilon e Pic du Cap Roux anello per la costa e il Sentier Balcon da Trayas

Saint-Pilon e Pic du Cap Roux anello per la costa e il Sentier Balcon ...

Percorso Inedito
01-05-2022
Trayas (10) – Pointe de l’Observatoire (20) – Rocher de Saint-Barthelemy (203) – Col Saint-Pilon (310) – Saint-Pilon (442) – Col Saint-Pilon (310) – Col du Cap Roux (360) - Pic du Cap Roux (454) – Col de l’Eveque (159) – Trayas (10).
16,5 km. circa.
700 m. circa.
Ornella, Daniela, Ivonne, Marco, Ratasuira, Maury76, Silvia e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
F- (alpinistico facile inferiore) la salita alla Rocher de Saint Barthelemy, che non presenta passaggi difficili, essendo tutta praticamente su scalini intagliati nella roccia, ma che è assai vertiginosa ed esposta. F- anche la salita al Saint-Pilon, che presenta una paretina di I+ (un poco esposta) poco prima della vetta, EE, per escursionisti esperti, il resto del sentiero dal Col Saint-Pilon alla vetta, non sempre evidente e con alcuni tratti di ripida pietraia non stabilissima, seppur tracciata. Tutto il resto E, per escursionisti medi, anche se eventuali (non obbligatorie) discese a mare nel tratto costiero possono presentare difficoltà maggiori.
Autostrada A10 da Genova fino a Ventimiglia, quindi si continua su autostrada francese A8 fino all’uscita n° 40 dopo Cannes (Mandelieu – La Napoule). Da qui si prosegue seguendo la costa verso ovest passando prima Theoule sur mer, quindi il Col de l’Esquillon, la Plage Abel Baliff quindi parcheggiamo sulla sinistra nello slargo subito prima del Relais des Calanques.
dal parcheggio prendiamo il sentierino verso il mare per visitare lo stupendo arco naturale, dopodichè riprendiamo l’asfalto in direzione ovest. Da qui alla Pointe de l’Observatoire sono possibili alcune deviazioni verso la costa, che si possono fare a piacimento a seconda del tempo a disposizione. Giunti comunque su asfalto alla Pointe de l’Observatoire, appena superatala, imbocchiamo la strada asfaltata sulla destra, chiusa da una sbarra, e la seguiamo fino a giungere ai piedi della Rocher Saint-Barthelemy (2 km. circa da quando abbiamo abbandonato la Corniche d’Or). Qui possiamo salire a sinistra, con attenzione data l’esposizione, alla predetta vetta. Saliti e ridiscesi dalla Rocher de Saint-Barthelemy lasciamo la strada per proseguire dritti su sentiero in direzione nord-ovest e compiamo quindi una curva a sinistra che ci porta a pochi passi dalla vetta della Rocher Cabrier, che si può salire con deviazione a sinistra. Continuiamo quindi la salita fino a giungere quasi al Col Saint-Pilon, dove, pochi metri prima del colle, un sentiero piega indietro (Sentiero Balcon) compiendo un tornante con quello che stavamo percorrendo, procedendo quindi, nel primo tratto, in direzione opposta e assai vicino alla traccia appena percorsa; questo è il sentiero su cui dobbiamo proseguire, ma, prima, possiamo fare una deviazione per salire al Saint-Pilon, per fare ciò occorre individuare tracce di sentiero subito a monte del Sentier Balcon, tracce che poi diventano più evidenti, e segnate anche con ometti, man mano che si procede in direzione del Saint-Pilon Giungiamo quindi a salire una pietraia, con traccia evidente comunque, per poi piegare a destra, sempre su pietraia, fino a giungere ad un colletto tra le rocce, dove, prendendo a destra si supera una paretina di I grado un poco esposta, quindi si prosegue su traccia (attenzione al pietrame che la rende insidiosa) per arrivare in breve alla vetta. Dalla vetta torniamo sui nostri passi per imboccare quindi il Sentier Balcon, che seguiamo in piano per poco meno di un Km., per poi prendere a sinistra in salita per il Col du Cap Roux, che in breve raggiungiamo. Al colle prendiamo a destra per arrivare quindi in breve alla deviazione a sinistra che consente di raggiungere facilmente la vetta. Dalla vetta riscendiamo al sentiero principale e riprendiamo a seguirlo fino a giungere ad un bivio: a sinistra si va verso la Sainte-Baume, mentre noi prendiamo a destra verso il Col de l’Eveque. Dopo 250 metri troviamo un nuovo bivio, dove prendiamo a sinistra, scendendo così al Col de l’Eveque dove troviamo la strada asfaltata, che imbocchiamo verso destra in discesa. Dopo neanche 500 metri lasciamo quindi l’asfalto per prendere a destra una pista sterrata, che seguiamo in discesa fino a giungere ad un passaggio a livello. Attraversati i binari arriviamo i n breve su strada asfaltata ad immetterci sulla Corniche d’Or che imbocchiamo verso sinistra, giungendo in breve al parcheggio.
stupendo giro che permette di unire la miglior parte montana a quella “marina” dell’Esterel. La parte cosiddetta marina si svolge però in buona parte (o totalmente se si vuole far prima) sull’asfalto della Corniche d’Or, ma la strada offre comunque stupendi scorci panoramici e vale comunque la pena di percorrerla, piuttosto che l’adiacente sentiero che passa un poco più all’interno ma che non offre gli stessi panorami. E’ possibile comunque, avendo tempo a disposizione, esplorare meglio la costa lasciando l’asfalto tutte le volte che scorgiamo qualche sentierino che si dirige verso il mare, ne vale sicuramente la pena.
Percorso Inedito
01-05-2022
Trayas (10) – Pointe de l’Observatoire (20) – Rocher de Saint-Barthelemy (203) – Col Saint-Pilon (310) – Saint-Pilon (442) – Col Saint-Pilon (310) – Col du Cap Roux (360) - Pic du Cap Roux (454) – Col de l’Eveque (159) – Trayas (10).
16,5 km. circa.
700 m. circa.
Ornella, Daniela, Ivonne, Marco, Ratasuira, Maury76, Silvia e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Saint-Pilon e Pic du Cap Roux anello per la costa e il Sentier Balcon da Trayas