Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Becca della Traversiere da Thumel

Becca della Traversiere da Thumel

26-07-2017
Thumel (1850) – Rifugio Benevolo (2280) – Lago Goletta (2700) – Colle Bassac Derè (3070) – Becca della Traversiere (3330) – Colle Bassac Derè (3070) – Lago Goletta (2700) – Alpe Goletta (2530) – Thumel (1850).
21 Km. circa.
1500 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Praticamente tutto E, per escursionisti medi, nonostante la quota, il sentiero quando è in buone condizioni non presenta difficoltà di sorta; tuttavia la neve che è facile trovare in quota e la quota stessa, possono consigliare di quotare l’ultima parte, da poco sotto il Colle Bassac Derè fino alla vetta come EE, per escursionisti esperti, per alcuni passaggi ripidi e scivolosi causati dalla presenza di neve o dal suo scioglimento. Per il resto vi è un passaggio attrezzato con fune attraverso una cascata che si affronta scendendo dall’Alpe Goletta che può essere insidioso, data esposizione e passaggio nell’acqua che può anch’esso essere quotato EE.
Da Genova a Voltri sull’autostrada dei Fiori, quindi si prende l’A26 Alessandria-Torino e la si segue fino a poco dopo Casale Monferrato, dove si prende l’A4 per Santhià. A Santhià si prende l’A5 per la Valdaosta che si segue fino all’uscita di Aosta Est. Si potrebbe proseguire in effetti fino all’uscita di Aosta ovest, ma la differenza di pedaggio è esorbitante, più di 10 euro mi pare solo per l’andata…. Dall’uscita si prende quindi a sinistra in Corso Ivrea e quindi Via Roma e si continua in direzione ovest sulla SR47, strada statale della Valdaosta, uscendo da Aosta e passando sotto il bel Castello di Saint-Pierre, per arrivare quindi a Villeneuve, dove prendiamo a destra per le valli di Rhemes e Savarenche. Giunti in breve ad Introd, prendiamo a destra per la Val di Rhemes e la percorriamo in tutta la sua lunghezza, e, superata Rhemes-Notre-Dame, giungiamo al grande parcheggio di Thumel, dove se troviamo posto fuori dal recinto, possiamo parcheggiare gratis, mentre all’interno costa 0,15 centesimi all’ora.
dal parcheggio si continua dritti sulla strada asfaltata che, quasi subito, diventa sterrata e gira verso destra, mentre noi continuiamo dritti entrando nel bosco su carrareccia. Dopo un primo tratto in salita che ci porta a superare la quota 2000, proseguiamo lungamente pressochè in piano, fino alla base della scarpata sottostante il Rifugio Benevolo. Qui, in corrispondenza di una fonte, lasciamo la carrareccia, per prendere un sentierino, comunque segnato, che sale più decisamente verso il Rifugio. In breve giungiamo quindi al Rifugio, dove prendiamo a destra il sentiero segnato per il Lago Goletta. Attraversata una zona di pascoli e passati sopra la Dora su un ponticello, iniziamo a salire più ripidamente fino a raggiungere un’ampia e piuttosto pianeggiante zona detritica. Attraversiamo quindi la zona detritica giungendo in breve al Lago Goletta, di cui guadiamo, su cemento, l’emissario, per poi percorrere il sentiero sulla sua sponda destra. Iniziamo quindi a salire le morene che ci porteranno al Colle Bassac Derè. Si salgono quindi vari ripiani morenici non molto ripidi, intervallati da alcuni nevai. Nell’ultimo tratto verso il Colle il sentiero si fa più ripido e occorre prestare più attenzione al fango e all’eventuale neve. Giunti al colle si prende il sentiero a destra che passa sotto ad un’anticima e quindi giunge ad un nuovo colletto da cui si risale la cupola sommitale fino in vetta. Il ritorno avviene sulla stessa strada fino al Lago Goletta, da cui continuiamo ancora sui nostri passi fino ad un bivio, a quota 2600 circa, dove un cartello ci segnala a sinistra per Thumel e l’Alpe Goletta. Il nuovo sentiero scende subito ad un laghetto che all’andata abbiamo visto dall’alto e quindi attraversa i verdi pascoli dell’Alpe Goletta. Si scende quindi fino ad attraversare una bella cascata con un passaggio atrezzato e si risale quindi brevemente fino ad un bivacco cintato in lamiera. Qui il sentiero segnato (14a) continua a salire a sinistra, ma porta comunque a Thumel, io ho invece preso un sentierino non segnato che scende verso destra. Il nuovo sentierino compie poi un ampio tornante per prendere la direzione contraria a quella che stavamo seguendo e quindi non più verso Thumel, ma verso il Benevolo; ci dirigiamo comunque ad una sottostante sterrata, che, nonostante il sentierino diventi meno chiaro, raggiungiamo e imbocchiamo verso sinistra. Percorriamo quindi circa 900 metri di sterrata e notiamo l’immissione sulla sterrata del sentiero 14a, che avremo potuto seguire in alternativa, e, quindi, poco dopo, la sterrata inizia a scendere a tornanti, che tagliamo seguendo i segnavia del sentiero 14a appunto ed, in breve, ci troviamo sul sentiero dell’andata che imbocchiamo verso sinistra e che ci riporta al parcheggio. In alternativa è possibile proseguire sulla sterrata che finisce comunque poco prima del parcheggio di Thumel.
bella gita sempre in ambiente piacevole tra verdi prati laghi e soprattutto splendide cascate. Peccato non aver visto il panorama di vetta per la nebbia, ma già la vista della Granta Parei dal Lago Goletta, nonché della Grande Sassiere dal Colle Bassac, insieme ai loro ghiacciai, è stata notevole.
26-07-2017
Thumel (1850) – Rifugio Benevolo (2280) – Lago Goletta (2700) – Colle Bassac Derè (3070) – Becca della Traversiere (3330) – Colle Bassac Derè (3070) – Lago Goletta (2700) – Alpe Goletta (2530) – Thumel (1850).
21 Km. circa.
1500 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Becca della Traversiere da Thumel