Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Monte Salza da Chianale

Monte Salza da Chianale

Percorso Inedito
14-07-2015
Chianale (1800) – Col Longet (2675) – Lac du Loup (2850) – Monte Salza (3326) e ritorno.
18 Km. circa.
1600 m. circa.
Stefania, Gheroppa, Kay, Maury76, Daniele64 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EE, per escursionisti esperti, solo la pietraia di sfasciumi prima di giungere alla cresta terminale, molto ripida e instabile, ma forse non abbiamo capito qual è la via migliore, in ogni caso a queste quote e su questo terreno un EE è d’obbligo, anche se forse si poteva passare più facilmente. Tutto il resto è comodamente E, anche se a qualcuno la cresta finale potrebbe dare un po’ di vertigini. Percorso poi quasi senza traccia e non segnalato dal Lac du Longet in poi, ma abbastanza intuitivo. Segnata invece con ometti la salita al Salza dal Lac du Loup in poi, anche se in almeno due punti li abbiamo persi almeno all’andata.
Da Genova in autostrada fino a Savona e quindi con l’A6 fino all’uscita di Fossano; da Fossano ci si dirige verso ovest seguendo le indicazioni per la Val Varaita; si passa prima per Villafaletto, poi per Costigliole Saluzzo, Piasco, Melle, Sampeyre e Casteldelfino. Si passa quindi il Lago di Castello e Pontechianale, per arrivare quindi a Chianale, subito dopo il quale si prende a sinistra e dopo neanche 200 metri si parcheggia l’auto nell’ampio spiazzo ivi presente.
Si procede quindi su asfalto e poi su sterrata per circa 600 metri, fino al bivio col sentiero U20 sulla destra per il Colle di Saint Veran. Lasciamo quindi sulla destra la sterrata e prendiamo a sinistra un sentiero (U21) nel bosco e che poi giunge ai prati dove sorge la Grange Antolina. A 2550 circa di quota si giunge quindi in vista del Lago Blu. Da qua si potrebbe anche fare una abbastanza breve deviazione sulla sinistra per il Lago Nero, ma non ce ne siamo resi conto, peccato! (lo vedremo comunque dall’alto sotto la bella sagoma della Tour Real). Scendiamo quindi brevemente al Lago Blu e lo costeggiamo sulla destra e iniziamo quindi a salire verso il Col Longet, ignorando due deviazioni sulla destra per il Lago della Niera. Poco prima di arrivare al colle si giunge al Lago Longet, dove si può abbandonare il sentiero dirigendosi sulle alture a sinistra, a picco sul Lago Blu, per poterlo ammirare e fotografare interamente dall’alto. Si ritorna quindi sul sentiero che si scorge poco sopra il Lago Longet e si giunge quindi brevemente al Colle, segnato da una miriade di ometti e subito dopo al Lago Bes Inferiore, che conviene costeggiare sulla sinistra, fuori sentiero segnato, sull’istmo che lo divide dal Lago Bes Superiore per avere scorci panoramici migliori. Dall’Istmo si risale brevemente e con un poco di attenzione (passaggio EE comunque, ma evitabile passando per il sentiero normale) la rupe sovrastante i due laghi e si ridiscende quindi tagliando a destra per ricollegarsi col sentiero. Dai laghi si continua quindi per neanche 400 metri, fino a giungere in vista del Lac du Longet, 150 metri prima del quale svoltiamo a sinistra seguendo più l’andamento del terreno che una traccia precisa. Ci dirigiamo quindi verso sud puntando comunque verso il Monte Salza che abbiamo di fronte, seppur distante, giungendo quindi a un colletto sopra il Lac du Loup. Da qui scendiamo pochi metri sulla destra, mantenendoci comunque sopra il lago e cercando di seguire gli ometti che ci guidano verso le lunghe pietraie da risalire.Qui all’andata abbiamo sbagliato mantenendoci troppo alti e dovendo poi affrontare una scomoda pietraia di enormi massi. Superato questo punto gli ometti e la traccia sono chiari e non ci si può sbagliare, almeno fino al Passo di Salza (3170); dopo il passo diventa più difficile seguire l’itinerario migliore, in quanto sono presenti più tracce e gli ometti scarseggiano. In un modo o nell’altro, alla peggio su instabili sfasciumi come abbiamo fatto noi in salita, si giunge in breve alla impressionante cresta che si può risalire comodamente vicino al ciglio fino alla Croce di vetta. Il ritorno avviene per la stessa strada.
Stupendo il ripiano erboso del Col Longet costellato di magnifici Laghi, molto bello il ceruleo Lac du Loup e stupenda pure la aerea cresta sommitale. Non che tutto il resto poi non meriti, dal Lago Blu al panorama di vetta, si tratta di una gita varia e sempre molto piacevole. Assolutamente consigliata, naturalmente col bel tempo.
Percorso Inedito
14-07-2015
Chianale (1800) – Col Longet (2675) – Lac du Loup (2850) – Monte Salza (3326) e ritorno.
18 Km. circa.
1600 m. circa.
Stefania, Gheroppa, Kay, Maury76, Daniele64 e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Monte Salza da Chianale