Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Finestra del Latemar dal Passo Feudo

Finestra del Latemar dal Passo Feudo

Percorso Inedito
12-07-2008
Arrivo seggiovia Gardonè (2200) – Rifugio Torre di Pisa (2670) – Finestra del Latemar (2650) e ritorno.
5,4 Km. circa.
600 m. circa.
Andrea e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Leggi il racconto
E, per escursionisti medi tutto, tranne salita e discesa alla Finestra del Latemar, che è EE, per escursionisti esperti, al limite dell’F (alpinistico facile) per un ghiaione decisamente difficile da salire e qualche punto in cui usare le mani.
da Canazei si scende la Val di Fassa fino a Predazzo, dove raggiungiamo la funivia Predazzo – Gardonè, presso la quale parcheggiamo. Saliamo quindi con la telecabina e quindi con la successiva seggiovia, fino a sopra il Passo Feudo.
dall’arrivo della seggiovia saliamo verso nord seguendo le indicazioni per il Rifugio Torre di Pisa. Giunti al Rifugio continuiamo verso la Forcella del Camoscio e quella dei Campanili e, 550 metri dopo ci troviamo sotto la finestra del Latemar, che bisogna fare un minimo di attenzione per riuscire a scorgere, visto che da qui si distingue poco dalle pareti alle sue spalle. Individuata la finestra occorre tornare un poco indietro per risalire il ghiaione ed infilarsi nella gola che la separa dalle pareti retrostanti. Si sale quindi il ripido ghiaione e poi l’altrettanto ripida gola, aiutandosi con le pareti, e si raggiunge la finestra. Il ritorno avviene per la stesa via
posto veramente unico la Finestra del Latemar, che da solo vale la gita, ma anche il resto del percorso è decisamente interessante con la Torre di Pisa e l’altra finestra nella roccia adiacente, nonché una serie di guglie e torrioni sul resto del tragitto.
Percorso Inedito
12-07-2008
Arrivo seggiovia Gardonè (2200) – Rifugio Torre di Pisa (2670) – Finestra del Latemar (2650) e ritorno.
5,4 Km. circa.
600 m. circa.
Andrea e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Leggi il racconto
Torna all'escursione

Finestra del Latemar dal Passo Feudo


Gita strappata coi denti al maltempo che incomberà tutta la giornata, ma che per fortuna ci colpirà solo di striscio... In ogni caso è il secondo anno di seguito che vorrei fare la ferrata dei Campanili del Latemar, ma mi devo fermare prima... Comunque la finestra del Latemar, anche se è la seconda volta che ci vado, vale da sola la gita, un posto veramente stupendo, anche se praticamente sconosciuto e decisamente fuori sentiero e un pò faticoso e impegnativo da raggiungere... Dal Rifugio Torre di Pisa si continua verso la Forcella del Camoscio per circa 550 metri, qui poco prima di giungere in vista della Finestra nostra meta, si prende a sinistra il ripido ghiaione sopra il sentiero (un passo avanti e due indietro....) e ci si infila in una altrettanto ripida gola fra due fiancate rocciose, con cui ci si può aiutare per salire meglio, che ci porta in breve dietro alla finestra, che possiamo ammirare in tutta la sua bellezza. Da quando si lascia il sentiero per la Forcella del Camoscio occorrono circa 100 metri (e altrettanti di dislivello...) per giungere alla Finestra con difficoltà che classificherei F, niente di difficile, ma terreno impervio in cui occorre esperienza di ghiaioni e, soprattutto, forza nelle gambe.