Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Monte Paterno e Torre Toblin in traversata da Rifugio Locatelli a Rifugio Zsigmondy

Monte Paterno e Torre Toblin in traversata da Rifugio Locatelli a Rifu...

27-07-1995
Rifugio Locatelli (2420) – Torre di Toblin (2630) – Rifugio Locatelli (2420) – Forcella del Camoscio (2680) – Monte Paterno (2746) – Forcella del Camoscio (2680) – Forcella dei Laghi (2540) – Passo di Collerena (2491) – Rifugio Zsigmondy (2224).
8,4 Km. circa.
600 m. circa.
Gruppo CAI sezione Arenzano e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
EEA, per escursionisti esperti con attrezzatura (casco e anche lampada, indispensabile x la Galleria Paterna, imbrago e set da ferrata) le 2 ferrata, di cui la salita alla Torre di Toblin col cosiddetto sentiero Leiternsteig (sentiero delle scalette) risulta il tratto più difficile, assai aereo e con tratti impegnativi. Decisamente più facile la discesa dal sentiero Hosp, che, eventualmente può essere usato anche per la salita. La Ferrata al Paterno come difficoltà direi che è una via di mezzo tra il Leiternsteig e l’Hosp. La Via dell Forcelle può poi essere classificata EE, per escursionisti esperti, per qualche tratto esposto, seppur attrezzato, tutto il resto E, per escursionisti medi.
riporto il percorso in macchina per il Rifugio Auronzo in quanto da lì siamo arrivati al Rifugio Zsigmondy il giorno prima (non risulta comunque impossibile risparmiare un giorno e partire direttamente dal Rifugio Auronzo): da Cortina d’Ampezzo si sale al Passo 3 Croci seguendo le indicazioni per Misurina; si scende quindi a Misurina, appunto, si costeggia il lago sulla sponda ovest e, poco dopo, si imbocca sulla destra la strada per le 3 Cime che, dopo pochi Km presenta il casello per il pedaggio (attualmente 22 euro a macchina); si prosegue quindi fino al grandissimo parcheggio presso il Rifugio Auronzo.
Dal Rifugio seguiamo il segnavia triangolo rosso in direzione nord, passando sulla destra del Sasso di Sesto, stando possibilmente sul sentiero più a sinistra dei due che lo contornano, ma non è essenziale. Giunti quindi alla Torre di Toblin, troveremo un bivio, cioè la possibilità di contornarla sulla destra o sulla sinistra, qui noi prendiamo il sentiero verso sinistra, che ne aggira la parete ovest, per poi iniziare la salita da nord, in corrispondenza di una targa che segna l’inizio della ferrata. Arrivati in cima attraverso parecchie scale sistemate un po’ per tutti i versi, scendiamo tramite il più facile sentiero Hosp, per poi tornare al Locatelli. Dal Rifugio Locatelli si prende a sinistra il sentiero per le gallerie del Paterno e la Forcella del Camoscio, si sale quindi sul crinale passando a fianco al caratteristico e grande torrione chiamato: “Salsiccia di Francoforte (Frankfurter Wurstel)” e quindi si percorre la prima galleria del Paterno che non necessita di particolare illuminazione. Alla fine della prima galleria vi è un breve intervallo scoperto e quindi la seconda più ripida, lunga e buia galleria, che richiede casco e lampada; all’uscita iniziano i cavi che permettono di salire sopra alla galleria e quindi arrivare alla Forcella del Camoscio, dove prendiamo a destra per salire in vetta al Paterno. Tornati alla Forcella prendiamo il sentiero a destra (sentiero delle Forcelle) ed arriviamo fino alla Forcella dei Laghi. Dalla forcella continuiamo dritti ignorando un bivio a destra che scende verso il Lago Pian di Cengia, quindi un secondo bivio a sinistra che va verso la Forcella Pian di Cengia, e continuiamo dritti al centro invece anche al successivo e vicino trivio, per raggiungere così il Passo Collerena, dove prendiamo a sinistra per il Rifugio Zsigmondy, dove poi abbiamo pernottato.
una delle più belle traversate che si possano fare in dolomiti, veramente imperdibile, e neanche molto difficile, a parte forse il sentiero Leiternsteig, che può essere comunque evitato usando l’Hosp anche in salita. Peccato per la nebbia dal Paterno in poi che non mi ha permesso di vedere quasi niente dal Sentiero delle Forcelle, vorrei tornarci per rimediare…
27-07-1995
Rifugio Locatelli (2420) – Torre di Toblin (2630) – Rifugio Locatelli (2420) – Forcella del Camoscio (2680) – Monte Paterno (2746) – Forcella del Camoscio (2680) – Forcella dei Laghi (2540) – Passo di Collerena (2491) – Rifugio Zsigmondy (2224).
8,4 Km. circa.
600 m. circa.
Gruppo CAI sezione Arenzano e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Monte Paterno e Torre Toblin in traversata da Rifugio Locatelli a Rifugio Zsigmondy