Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Bricchetti anello dal Castello della Pietra

Bricchetti anello dal Castello della Pietra

Percorso Inedito
06-07-2017
Parcheggio Castello della Pietra (400) – Castello della Pietra (555) - Bricchetto Sud (715) – Bricchetto Nord (730) – Castello della Pietra (555) – Parcheggio Castello della Pietra (400).
6,9 Km. circa, ma il tempo di percorrenza è decisamente superiore a quanto la lunghezza farebbe pensare, dato i lunghi tratti senza sentiero, soprattutto quello dalla sella dei Bricchetti in poi, che, pur segnato, non presenta un sentiero che si possa definir tale, anzi.
450 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E, per escursionisti medi, fino al bivio per la Cresta dei Bricchetti. EE, per escursionisti esperti, la cresta dei Bricchetti, comunque facile, solo senza sentiero e in alcuni punti leggermente infrascata, in altri un po’ ripida. EE Breve tratto attrezzato leggermente esposto e con cavo forse non sicurissimo traversando sotto il Bricchetto nord verso la Sella dei Bricchetti, sicuramente anche qui EE, anzi ad un livello di difficoltà superiore del percorso precedente. EE, e anche qualcosa in più, il sentiero dalla Sella dei Bricchetti fino a raggiungere il sentiero proveniente dal Castello della Pietra e diretto a nord verso Cravì e Bric delle Camere. Questo tratto di sentiero in effetti non è in condizioni da essere percorso normalmente: i segni gialli sono abbondanti e visibili (tranne in due punti, uno all’inizio e uno alla fine, in cui è difficile capire dove va il sentiero) e vanno seguiti scrupolosamente per non cacciarsi nei guai, più di quelli in cui si è già, su un terreno impervio, in cui del sentiero è rimasto poco, si cammina quasi sempre seguendo solo i segni e non una traccia sul terreno, per di più vi sono vari tratti dove il terreno franato, esposto e impervio crea parecchi problemi e ho dovuto tenermi alle radici e all’erba per procedere in alcuni punti. EE poi la gobba di puddinga davanti al torrione maggiore del Castello della Pietra, da fare con un poco di attenzione, e la successiva breve discesa verso il Castello, dove il sentiero è un poco ripido e scivoloso, E tutto il resto.
Da Genova ad Isola del Cantone sulla A7 per Milano. All’uscita di Isola del Cantone si prende a destra seguendo le indicazioni per Vobbia, si passa quindi a fianco del lago di Vobbietta e si prosegue lungo la Sp8, passando a fianco anche del Ponte di Zan (cartello giallo indicatore), e, dopo 500 metri circa troviamo sulla sinistra l’ampio parcheggio del Castello della Pietra dove lasciamo la macchina (volendo si può anche proseguire e cercare parcheggio più avanti, ma le possibilità sono limitate).
dal parcheggio, con bella vista sul retro del Castello, proseguiamo sulla strada asfaltata verso Vobbia per circa 600 metri, per prendere quindi a sinistra il sentiero per il Castlelo della Pietra. Saliamo quindi fino al Castello e vi passiamo sotto, prendendo quindi a destra al successivo e vicino bivio per il Sentiero dei Castellani, lasciando a sinistra il sentiero che va verso il Cravì e il Bric delle Camere. Procediamo quindi sul Sentiero dei Castellani e dopo circa 700 metri incontriamo un’area attrezzata con tavoli picnic sulla sinistra segnalata da un cartello e dopo ulteriori 400 metri, dopo aver passato una discesa in zona umida e ombrosa, incontriamo un ponticello in legno. Superato il ponticello proseguiamo sul Sentiero dei Castellani per altri 300 metri giungendo ad un bel punto panoramico sul Castello della Pietra, immediatamente dopo il quale il sentiero curva a sinistra. Qui, a metà curva, lasciamo il sentiero per prendere il crinale sulla sinistra che iniziamo a seguire scrupolosamente, solo passando leggermente a destra nei punti più infrascati. Dopo alcuni affioramenti di puddinga da cui abbiamo bellissime viste sul Castello della Pietra, arriviamo ad un traliccio della corrente, presso il quale iniziamo, con una freccia in su, dei segnavia gialli che da qui in poi seguiremo. I segnavia comunque continuano a seguire la cresta, che, da qui in poi, si fa più ripida e richiede un po’ più di attenzione. Giungiamo quindi in cima al primo Bricchetto a quota 715 circa e poi scendiamo ripidamente ma brevemente, seguendo i segni gialli, fino alla sella che lo separa dal secondo. Qui lasciamo brevemente i segni gialli per continuare in cresta e giungere in vetta al Bricchetto Nord. Torniamo quindi sui nostri passi fino alla predetta sella e prendiamo a sinistra seguendo i segni gialli, che portano in breve a superare un tratto attrezzato e quindi si giunge alla Sella dei Bricchetti. Qui troviamo un cartello che indica a destra il sentiero per Torre, e forse sarebbe anche meglio prenderlo, perché il, diciamo sentiero, che ho seguito io per tornare verso il Castello è indubbiamente poco consigliabile, vedrò comunque di provare a descriverlo. Dalla Sella dei Bricchetti prendiamo quindi a sinistra seguendo scrupolosamente i segni gialli e quel poco di traccia che si riesce ad intuire. Il sentiero inizia subito in ripida e scivolosa discesa per poi presentare un punto in salita dove si rischia di perdere la traccia e occorre guardarsi bene intorno per trovare il successivo segno giallo sopra di noi. Si continua poi a traversare senza significative variazioni di quota, ma con alcuni punti scabrosi coincidenti di solito con l’attraversamento dell’alveo dei rii asciutti che attraversano il percorso. Si arriva quindi in un punto in cui il sentiero svolta bruscamente in su, verso destra, mentre una simil-traccia davanti a noi potrebbe far pensare il contrario; occorre quindi attenzione ai segni gialli per non sbagliarsi, che per fortuna sono abbondanti ed evidenti, a parte in alcuni punti chiave come questo. Indovinata quindi la svolta ci troviamo poco dopo in un altro punto in cui i segni sembrano sparire del tutto e non è affatto facile individuare il segno successivo, dato anche il terreno impervio. Qui occorre ancora dirigersi verso l’alto, su terreno scomodo per la presenza di parecchia legna tagliata (non è detto sia sempre così), magari scorgendo un traliccio elettrico che bisogna comunque raggiungere. Raggiunto il traliccio in una comoda radura, iniziano i segnavia del sentiero per il Castello della Pietra e siamo finalmente fuori dall’”incubo”…. Imbocchiamo quindi il nuovo sentiero in discesa verso sinistra e scendiamo fino ad una selletta a quota 580, dove prendiamo a destra una breve cresta di puddinga che ci porta al cospetto del torrione principale del Castello della Pietra, che qui ammiriamo, per così dire, di profilo. Ammirato il profilo del Castello possiamo anche scendere lungo la ripa di puddinga fino a toccare il torrione, ma la successiva discesa al vicino e sottostante sentiero è un po’ pericolosa, seppur possibile, se non si usa una corda per sicurezza. Torniamo così sui nostri passi al sentiero segnato e lo imbocchiamo verso destra, per giungere in breve al Castello e tornare sui nostri passi fino al parcheggio.
giro avventuroso ma meritevole per le bellissime viste sul Castello della Pietra e anche sul Monte Cravì, può essere magari migliorato e reso più tranquillo prendendo dai Bricchetti il sentiero per Torre e si può magari estenderlo salendo al Monte Cravì, visto che così prende solo mezza giornata. La salita al monte Cravì potrebbe forse essere fatta anche dalla Sella dei Bricchetti, ma credo si sconfini un po’ nell’alpinismo, non so dire quanto non avendoci provato, ma indubbiamente potrebbe risultare interessante.
Percorso Inedito
06-07-2017
Parcheggio Castello della Pietra (400) – Castello della Pietra (555) - Bricchetto Sud (715) – Bricchetto Nord (730) – Castello della Pietra (555) – Parcheggio Castello della Pietra (400).
6,9 Km. circa, ma il tempo di percorrenza è decisamente superiore a quanto la lunghezza farebbe pensare, dato i lunghi tratti senza sentiero, soprattutto quello dalla sella dei Bricchetti in poi, che, pur segnato, non presenta un sentiero che si possa definir tale, anzi.
450 m. circa.
soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Bricchetti anello dal Castello della Pietra