Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Pietra di Vasca anello per Monte San Nicolao e Cima Stronzi da Baracchino

Pietra di Vasca anello per Monte San Nicolao e Cima Stronzi da Baracch...

Percorso Inedito
21-04-2019
Baracchino (590) – Pietra di Vasca (800) – Monte San Nicolao (840) – Cima Stronzi (845) – Sella Stronzi (805) – Ospedale San Nicolao di Pietra Colice (785) - Baracchino (590).
7,4 Km. circa.
500 m. circa.
Em e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
E, per escursionisti medi, fino al bivio per la vetta. EE, per escursionisti esperti, la salita alla vetta, ripida e con traccia non chiarissima, un passo di arrampicata di II poi per arrivare in cima. Più delicata la discesa verso la continuazione del sentiero, almeno dove la abbiamo fatta noi: occorre scendere una ripida rampa rocciosa ricoperta di ghiaietto che ci ha consigliato di scendere l’ultimo saltino seduti, passaggio indubbiamente assai scomodo e da fare con molta attenzione (non escludo comunque che si possa evitare scendendo prima ed un po’ più in basso). Il successivo tratto di sentiero che supera i vari torrioni della cresta è ancora EE, se non altro per l’evanescenza dello stesso ed alcuni tratti ripidi. E poi la salita al San Nicolao e a Cima Stronzi, nonché il ritorno per il sentiero lato mare.
da Genova a Sestri Levante in autostrada A12, quindi imbocchiamo l’Aurelia (seguendo le indicazioni per Spezia) e proseguiamo verso il Passo del Bracco fino ad un gruppo di case (Case Marconi) presso il bivio per Deiva, zona riconoscibile anche per alcune aiuole. Da qui proseguiamo ancora per 1,5 Km circa, giungendo quindi ad altre case tra cui il Ristorante Baracchino sulla sinistra, oltre il quale parcheggiamo nel primo slargo a destra, di fronte ad una mulattiera sterrata chiusa da una sbarra.
dal parcheggio imbocchiamo la predetta mulattiera, arrivando in poche decine di metri al sentiero segnato che imbocchiamo verso sinistra. Dopo 150 metri arriviamo ad un quadrivio in una radura, dove prendiamo il sentiero più a destra. Il sentiero sale nel bosco fino ad arrivare ad un poggio panoramico dove è presente anche una panchina, qui lo lasciamo, per piegare a destra su una esile traccia che risale il crinale verso la vetta. Giunti al termine del crinale ci troviamo di fronte il castello di roccia che costituisce la vetta e che saliamo direttamente tramite un facile caminetto sulla destra. Dalla vetta scendiamo poi facilmente verso sud, ma troviamo subito a sinistra una crestina difficile e pericolosa, mentre dritto davanti a noi un ripido pendio roccioso ricoperto di ghiaietto, dal quale scendiamo con molta prudenza (possibile forse, più facilmente, costeggiare all’indietro il versante sud del castello di vetta e poi scendere per cespugli fino a superare la zona rocciosa e, quindi, risalire al sentiero oltre la zona della vetta) giungendo subito ad una traccetta che seguiamo verso sinistra. Seguiamo quindi fedelmente il filo di cresta finche possiamo, per poi aggirare due grandi torrioni sul lato sud e riprendere quindi la cresta. La cresta diventa però poi troppo affilata per essere percorsa e torniamo quindi sui nostri passi scendendo qualche metro lato mare per seguire una traccettina che scende fin sotto ad una forcella tra gli ultimi due torrioni. Qui noi abbiamo aggirato da sud anche l’ultimo torrione, ma era anche possibile salire alla forcella e aggirare (e anche salire) l’ultimo torrione dal lato nord. In ogni caso, passando da sud, arriviamo in breve a congiungerci ai due sentieri paralleli alla cresta, prima a quello nord e, subito dopo a quello sud. Pochi metri dopo lasciamo comunque il sentiero segnato che aggira la vetta del Monte San Nicolao, per prendere a destra una traccettina che si dirige più direttamente verso il predetto monte. Lasciamo poi anche questa traccettina per seguire più fedelmente la cresta a destra e, al termine della stessa, seguiamo una traccia nel bosco che ci porta ad intercettare la strada asfaltata presso la vetta del Monte San Nicolao. Imbocchiamo quindi tale strada verso destra e compiamo il giro della vetta Compiuto il giro, lasciamo l’asfalto che inizia a scendere verso l’Aurelia, e proseguiamo su sterrata in direzione di Cima Stronzi, come da cartelli indicatori. Incontriamo quindi un primo bivio a sinistra, che useremo per il ritorno, e quindi un successivo, dove prendiamo a sinistra per Cima Stronzi, come da cartello. Giunti in vetta (2 panchine), scendiamo quindi sull’altro versante, per giungere quindi alla Sella Stronzi, dove prendiamo a destra per chiudere l’anello intorno alla vetta. Chiuso l’anello proseguiamo fino al predetto bivio, dove prendiamo a destra e giungiamo in breve agli scavi archeologici del complesso dell’Ospitale San Nicolao di Pietra Colice. Visitati a sinistra gli scavi, continuiamo su sterrata fino a ritrovare il sentiero percorso all’andata, che però lasciamo subito, per prendere a sinistra il sentiero che passa a sud della cresta percorsa all’andata e con il quale, in breve raggiungiamo il punto di partenza.
Interessante giro di mezza giornata, che richiede comunque più tempo di quanto la brevità del percorso farebbe supporre, data la traccia per vari tratti evanescente e la necessità di scegliere con cura dove passare, nonostante questo si tratta di un bell’itinerario su una cresta rocciosa e selvaggia, seppur a pochi metri dall’asfalto.
Percorso Inedito
21-04-2019
Baracchino (590) – Pietra di Vasca (800) – Monte San Nicolao (840) – Cima Stronzi (845) – Sella Stronzi (805) – Ospedale San Nicolao di Pietra Colice (785) - Baracchino (590).
7,4 Km. circa.
500 m. circa.
Em e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Pietra di Vasca anello per Monte San Nicolao e Cima Stronzi da Baracchino