Il messaggio è stato inoltrato correttamente!


 - 

Lago Mei anello per il Colle Sud Resonau da Sant’Anna

Lago Mei anello per il Colle Sud Resonau da Sant’Anna

Percorso Inedito
09-12-2021
Sant’Anna (170) – Lago Mei (210) – Sorgente Spinsu (935) – Casa Carbunee (935) – Colle Sud Resonau (1085) – Sant’Anna (170).
14,6 i km. fatti da noi, 13,8 quelli eliminando una deviazione non necessaria.
1150 m. circa.
Ivonne e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
in condizioni estive Il sentiero per il Lago Mei è al limite dell’EE (per escursionisti esperti) in quanto non segnato ed un po’ stretto e leggermente scomodo in alcuni punti, EE sicuramente invece l’accesso al punto panoramico sopra il lago se fatta da sopra, in quanto ripido ed esposto, PD (alpinistico poco difficile) la breve arrampicata per salirvi direttamente dal Lago, ma è una valutazione a vista in quanto ho preferito non salire, essendoci l’altra possibilità, si tratta comunque di passaggi di almeno II ed esposti. EE sicuramente poi il fuori sentiero per salire dal sentiero del Lago Mei a quello segnato soprastante (pietraia ripida e senza traccia).Tutto il resto E (per escursionisti medi), sempre in condizioni estive. In condizioni invernarli come l’abbiamo trovato noi da quota 600 in poi, diventa tutto un EE, ed avere dietro ramponi o ramponcini può essere utile, se non indispensabile, noi nell’occasione ne abbiamo fatto a meno, ma abbiamo dovuto prestare attenzione in vari punti. Una segnalazione infine per il guado del torrente Carbonea, risultato assai delicato forse per la molta acqua presente (EE, da fare con molta attenzione per rischio di scivolare in una pozza abbastanza profonda).
da Genova in autostrada fino ad Arenzano, quindi, all’uscita, si prende a destra in salita, per poi scendere fino al livello del mare, dove lasciamo subito l’Aurelia, per prendere a destra seguendo le indicazioni per Lerca.. Giungiamo quindi ad un bivio a sinistra per il centro di Lerca, mentre noi continuiamo dritti superando una galleria, quinid continuiamo per Via Valverde (SP78), fino al bivio a destra per Via Valle Scura che imbocchiamo. Dopo 350 metri ci immettiamo in via Camulà, dove, prendendo a destra troviamo un capiente parcheggio dopo poco più di 100 metri, come da cartello segnalatore. Prendendo invece la stradina stretta sulla sinistra si giunge comunque in breve ad uno slargo sterrato dove si può parcheggiare, risparmiando così un breve tratto di percorso.
dal parcheggio torniamo sui nostri passi su asfalto, e, giunti all’incrocio con via Vallescura dalla quale siamo venuti, procediamo invece dritti, giungendo in un centinaio di metri ad un trivio, dove prendiamo il sentiero non segnalato sulla destra, mentre da quello di centro torneremo e, a sinistra, continua Via Camulà. Il sentiero procede un po’ scomodo e stretto, prima in salita e poi in discesa verso il torrente che si può raggiungere presso un laghetto sottostante al Lago Mei vero e proprio, che raggiungiamo o per le rocce a fianco (EE) o seguendo gli ultimi metri di sentiero. Visitato il lago torniamo sui nostri passi e, dopo una trentina di metri, possiamo deviare a destra in discesa, su traccetta appena percepibile ed un po’ infrascata ed esposta, per avere una visione del lago dall’alto. Quindi riprendiamo a percorrere il sentiero all’indietro per altri 350 metri circa e, più o meno dove finisce la salita, imbocchiamo una chiara pietraia sulla destra, unico punto fin qui dove il versante a destra appunto, non è reso impraticabile da una vegetazione caotica ed invadente. Risalita la pietraia fino al margine del bosco, pieghiamo verso sinistra dove si passa più agevolmente e troviamo quindi un altro tratto di pietraia che, in breve, ci porta al sentiero segnato soprastante, che imbocchiamo verso destra. Dopo poco meno di 350 metri troviamo quindi un bivio segnato da cartelli, dove proseguiamo dritti, quindi, dopo 1 Km, troviamo un nuovo bivio, stavolta non segnalato, dove a destra si prosegue fino ad una presa di un acquedotto per circa 600 metri, poi il sentiero termina (a meno di non guadare e tornare iindietro su sentiero altra sponda), quindi continuiamo su sentiero segnato a sinistra ed in poco più di 700 metri arriviamo ad un guado sul torrente Carbonea. Guado risultato assai complesso, forse per la troppo acqua presente, che ci ha costretto ad uno stretto passaggio da una roccia all’altra con assai piccolo spazio per i piedi, in bilico sopra una pozza profonda. Guadato il torrente tutto torna più semplice e saliamo quindi lungamente fino a giungere alla Sorgente Spinsu (Cartello), dove imbocchiamo verso sinistra il sentiero che qui incrociamo. Il sentiero procede quindi in piano ed in breve raggiunge i ruderi della Casa Carbunee, da dove prendiamo a destra in salita verso il Colle sud del Resonau, che raggiungiamo dopo 800 metri. Al colle prendiamo a sinistra per il Rama, ma dopo pochi metri, iniziamo a scendere sul sentiero segnato verso destra. (segnavia rombo rosso). A quota 775 circa, subito dopo la Fonte Montebello 8che in realtà non abbiamo visto (forse sotto la neve), troviamo un bivio, che pure non abbiamo visto a dire il vero, ma si tratta di due sentieri molto vicini e paralleli di cui occorre prendere quello a sinistra e leggermente sopra, che abbiamo raggiunto in effetti risalendo un paio di metri da quello sottostante, imboccato per sbaglio. Scendiamo quindi sulla sinistra del roccioso Bric dell’Orso e giungiamo quindi a guadare il Rio Scorza, per immetterci quindi sul sentiero in discesa dal Rama, che imbocchiamo verso destra. Troviamo quindi un bivio sulla destra per una palestra di roccia che ignoriamo, quindi un nuovo bivio, dove lasciamo a destra il sentiero segnato e prendiamo una sterrata in salita a sinistra, con indicazione per località Garescio. La nuova sterrata procede un po’ pianeggiante ed un po’ in saitta per 1 Km. tondo, quindi imbocchiamo il sentiero segnato A rossa in discesa sulla destra. Dopo 200 metri ci immettiamo su un nuovo sentiero che imbocchiamo verso destra in discesa, per giungere dopo 400 metri al bivio iniziale dell’andata, dal quale torniamo in breve sui nostri passi alla macchina.
Giro che poteva essere concluso facilmente, e senza troppo sforzo, con la salita al Monte Rama, ma dato il freddo ed il vento abbiamo preferito scendere più velocemente, a parte questo si tratta di zone sempre belle con la neve e che sembrano assai più alpestri di quello che la quota farebbe supporre, con in più una splendida vista mare verso Capo Noli e Capo Mele intervallati dalle isole di Bergeggi e Gallinara.
Percorso Inedito
09-12-2021
Sant’Anna (170) – Lago Mei (210) – Sorgente Spinsu (935) – Casa Carbunee (935) – Colle Sud Resonau (1085) – Sant’Anna (170).
14,6 i km. fatti da noi, 13,8 quelli eliminando una deviazione non necessaria.
1150 m. circa.
Ivonne e soundofsilence.
Scarica la traccia Gps
Torna all'escursione

Lago Mei anello per il Colle Sud Resonau da Sant’Anna