Valle Tribolata – Monte Roncalla - Groppo Rosso




Martedì 2 giugno 2009: Priè – Valle Tribolata – Passo Crociglia – Rifugio Stoto – Rocca Marsa – Ciappa Liscia – Monte Roncalla - Prié


Partecipanti: Andrea e Davide.


Racconto: Potrei dire tante cose su questa gita, ma è meglio che qui su internet non ne parli, mi limiterò al minimo indispensabile, ammesso che, conoscendomi, ci riesca.
La scelta della gita cade sulla Val d’Aveto per evitare le sicure code del ritorno, anche se ero tentato dal Pizzo d’Ormea, ma il periodo di inattività forzato più il rischio di trovare comunque coda e la probabile necessità di usare i ramponi (che mio figlio non ha mai messo) mi fanno, a malincuore, rinunciare.
Il programma prevederebbe la ferrata Ferrari, perché l’anello della Valle Tribolata l’abbiamo già fatto un anno fa e, seppur mi faccia piacere rifarlo con un tempo migliore, vorrei comunque aggiungere qualcosa…
Le cose, purtroppo, non andranno come previsto: la ferrata è in manutenzione, come risulta da un foglio di carta appeso sul cartello e, in mancanza di ulteriori indicazioni, non me la sento di portarci mio figlio, specie in questi giorni. Dopo un piccolo sopralluogo, seguendo bolli gialli sugli alberi per vedere dov’è l’inizio effettivo della ferrata, torniamo quindi indietro e ci rassegniamo (o meglio mi rassegno, a mio figlio, in effetti non è che importi molto..) a fare lo stesso percorso dell’anno scorso, dopotutto è già tanto essere qui, oggi…
Proseguiamo quindi verso il Passo Crociglia e decidiamo di fare un breve digressione fino al sottostante rifugio per chiedere informazioni sulla ferrata: ci dicono che è franato un masso e che, quindi, è saltato un cavo, ma si può, con prudenza, passare lo stesso e che (presto?) il percorso verrà ripristinato. Torniamo quindi indietro e iniziamo la salita per la Rocca Marsa: facciamo il percorso di cresta integralmente evitando di seguire il sentiero segnato quando salta i tratti esposti con brevi passaggi nel bosco; è sicuramente la scelta migliore: più panoramica e anche meno scivolosa…
In breve raggiungiamo anche la vetta della Ciappa Liscia e quindi del Monte Roncalla. Il panorama sulla Valle Tribolata è sempre bello, ma mi accorgo che, dopotutto, la nebbia dell’anno scorso non mi aveva tolto niente, anzi avevo forse aggiunto un po’di fascino misterioso al, comunque suggestivo, paesaggio…
Il ritorno in discesa verso Priè è veloce, come d’altronde tutta la gita, grazie anche a mio figlio che non gradisce faccia tante foto, ma, dopotutto, non ne ho neanche troppa voglia: sarà perché ci sono già stato, sarà perché preferisco godermi appieno le sensazioni della gita senza distrazioni di sorta…




Lunedì 9 giugno 2008: Priè – Valle Tribolata – Rocca Marsa – Ciappa Liscia – Groppo Rosso – Priè


Partecipanti: Erika e Davide.


Racconto: Fiduciosi in una tregua del cattivo tempo partiamo per la Val d’Aveto con (a Genova) uno splendido sole, per rendere la strada più confortevole prendiamo l’autostrada fino a Chiavari. A Rezzoaglio scopriamo, con l’ausilio del navigatore GPS, che conviene ignorare i cartelli per Santo Stefano e girare invece a sinistra: si arriva lo stesso a Santo Stefano e si risparmiano almeno 5 Km, rispetto a 15 indicati dalla segnaletica proseguendo dritti. Dopo qualche incertezza per individuare il miglior punto per lasciare la macchina (cioè quello più in alto per risparmiare dislivello…) riusciamo ad individuare un parcheggio per non più di una macchina sulla sinistra (salendo) della strada per Rocca d’Aveto in corrispondenza del quale il sentiero triangolo giallo lascia l’asfalto.
Non è molto facile individuare questo punto venendo in macchina, è comunque poche centinaia di metri prima di Rocca d’Aveto, appena prima che la strada si divida in due (un ramo per ciascun senso di marcia); può essere comunque conveniente posteggiare comunque a Rocca d’Aveto, sia per non avere problemi di spazio, sia perché la distanza è poca, sia perché si può fare un anello che invece di tornare a Priè (così pare si chiami il punto di cui stò parlando per il parcheggio) riporta a Rocca d’Aveto.
Altra possibilità è poi quella di parcheggiare più in basso ancora (50-100 metri di dislivello più in basso), facendo una breve deviazione a destra (neanche 100 metri credo) dal punto in cui la strada per Rocca d’Aveto volta a sinistra e sale più ripidamente, o più precisamente proseguendo dritti 100m su strada asfaltata in questo punto, fino a un parcheggio di fronte a un’abitazione, segnato con strisce bianche: qui ci sono pannelli indicatori e inizia il sentiero segnato triangolo giallo, che in questo primo tratto offre comunque già belle vedute (anzi, forse le migliori) sul Groppo Rosso e quindi può valer la pena di non tagliarlo fuori.
Dopo queste problematiche per la scelta del parcheggio partiamo che è ormai quasi mezzogiorno alla volta della Conca Tribolata e con il sole che sembra non potrà resistere ancora per molto alle nuvole incipienti. Seguiamo quindi il triangolo giallo fino ad incrociare il segnavia 3 palle gialle, che seguiremo almeno fino al bivio per il Passo di Crociglia, dire però esattamente fin dove continua questo sentiero non è molto facile, i segnavia sono scarsi e scoloriti e sostituiti da altre indicazioni (segnavia biancorossi e numero di sentiero), sicuramente chiare, ma che ci hanno però creato qualche dubbio, non essendo segnate sulla nostra cartina (che riporta unicamente il triangolo giallo vuoto e le 3 palle gialle appunto).
Nonostante questo siamo riusciti a compiere esattamente il giro che volevamo: cioè attraversare e vedere il più possibile la Conca Tribolata e quindi risalire sulla Rocca Marsa e sulla Ciappa Liscia e quindi, arrivati al Groppo Rosso, tornare per il triangolo giallo. Se ricordo bene vi sono comunque 3 deviazioni: una per il Groppo Rosso, una per la ferrata Ferrari e una per la Ciappa Liscia. Non sono però sicuro di ricordare bene e forse la deviazione per la Ciappa Liscia e quella per il Groppo Rosso sono una sola. In ogni caso vi è la possibilità di realizzare un anello più breve salendo per una delle due predette deviazioni al Groppo Rosso e tornando comunque per il triangolo, in questo caso è comunque possibile visitare la Conca Tribolata che dista solo 10 minuti dall’ultima delle deviazioni che ricordo e quindi tornare indietro, si perderebbe però il bellissimo tratto di sentiero sul ciglio della Rocca Marsa, ma si risparmierebbe parecchio tempo e si avrebbe una via di fuga molto più breve, cosa che in certe situazioni può essere utile, situazioni proprio come quella di cui sto facendo il resoconto, visto che da quando abbiamo lasciato il triangolo giallo non abbiamo più visto il sole e, anzi, abbiamo cominciato a sentire tuoni sempre più vicini…
Nonostante questo faremo comunque l’anello più lungo e nonostante questo non ci siamo bagnati granchè: solo qualche goccia in discesa dal Groppo Rosso. Tornando alla descrizione del nostro itinerario una volta abbandonato il triangolo giallo e seguendo per quel che si può le 3 palle gialle si inizia a scendere di quasi un centinaio di metri per arrivare in un bel prato ai piedi della Ciappa Liscia, da dove, leggermente fuori sentiero, sgorgano alcuni rivoli d’acqua, che si individuano più grazie al rumore che dalla visuale che se ne può avere dal sentiero. Non so se questa è la sorgente di cui ho letto nelle descrizioni del sentiero (ma dalla foto vista su internet non sembra) e sempre a proposito delle descrizioni non abbiamo visto alcuna grotta con Madonnina (magari sarà per la nebbia…), quindi qualche dubbio sulla zona l’abbiamo ancora…
Si inizia quindi la salita verso la Rocca Marsa e arrivati in crinale, nonostante la nebbia, la vista è splendida sulla Conca Tribolata e sullo stesso crinale che stiamo percorrendo. Il sentiero presenta varianti più interne del bosco e varianti più esposte proprio sulla cresta, indubbiamente è molto meglio seguire le seconde, che non presentano mai difficoltà e anzi sono meno scivolose delle prime (che sono invase di foglie fradice) e che offrono tutto un altro panorama. Si trova poi un tratto molto ripido che porta in vetta alla Ciappa Liscia, caratterizzata da un bel prato, altro però non abbiamo visto data la fitta nebbia che ci seguirà fin dopo aver abbandonato la vetta del Groppo Rosso, caratterizzata da un prato ancora più bello e ampio. Dalla vetta si arriva in breve su dei bei contrafforti erbosi (visti da sopra dove siamo noi, ma rocciosi visti dal basso verso cui precipitano verticalmente), da quali finalmente abbiamo avuto un po’ di panorama grazie a un rischiaro temporaneo. Da qui si arriva sempre in pochi minuti al bivio per il rifugio Astass (5 minuti), che incoraggiati dal rischiaro, abbiamo seguito, per poi tornare subito indietro (mentre avremmo potuto anche proseguire da qui verso Rocca d’Aveto) e seguire il triangolo giallo fino a Priè, confortati da qualche bella vista sul Groppo Rosso e i suoi contrafforti.




Groppo Rosso da Priè



Maggiorasca da Priè



Erika davanti a Groppo Rosso



Groppo Rosso da inizio sentiero



Staccionata e Maggiorasca



Palo staccionata e primo piano Maggiorasca



Groppo Rosso



Conca Tribolata più da vicino



Spunzone roccioso in Conca Tribolata



Conca Tribolata ancora più da vicino



Conca Tribolata da più avanti



Ciappa Liscia dalla Conca Tribolata



Conca Tribolata primo piano punta di roccia



Conca Tribolata 4 punte di roccia più da vicino



Conca Tribolata 5 punte di roccia



Conca Tribolata primo piano doppia punta di roccia più da vicino



Spunzone di roccia e Rocca Marsa più da vicino



Conca Tribolata 6 punte di roccia



Conca Tribolata 5 punte di roccia più da vicino



Conca Tribolata altre 4 punte di roccia



Conca Tribolata grosso masso e 3 punte di roccia



Conca Tribolata punta di roccia inclinata



Conca Tribolata primo piano doppia punta di roccia più da lontano



Conca Tribolata 3 punte di roccia più da vicino



Conca Tribolata grosso masso e 4 punte di roccia



Conca Tribolata grosso masso e 3 punte di roccia più da vicino



Conca Tribolata grosso masso e 3 punte di roccia ancora più da vicino



Conca Tribolata 6 punte di roccia più da vicino



Conca Tribolata doppia punta di roccia e altra



Conca Tribolata altre 3 punte di roccia



Conca Tribolata 2 punte di roccia



Conca Tribolata masso e doppia punta inclinata



Mucche al pascolo sotto la Rocca Marsa



Mucche al pascolo sotto la Rocca Marsa più da vicjno



Contrafforti Rocca Marsa dal crinale



Sentiero e contrafforti Rocca Marsa



Contrafforti Rocca Marsa e Conca Tribolata più da vicino



Contrafforti Rocca Marsa da sopra e Conca Tribolata più da vicino più chiara



Contrafforti Rocca Marsa da sopra e Conca Tribolata ancora più da vicino



Contrafforti Rocca Marsa da sopra e Conca Tribolata più da vicino senza nebbia



Contrafforti Rocca Marsa tra le fronde



Erika in passaggio impegnativo sentiero Rocca Marsa



Profilo roccioso e Conca Tribolata dall'alto



Dirupi Rocca Marsa e Conca Tribolata più da lontano



Altro Dirupo Rocca Marsa e Conca Tribolata più da vicino



Altro Dirupo Rocca Marsa e Conca Tribolata ancora più da vicino



Spunzoni su crinale Rocca Marsa più da lontano e da destra



Prato Groppo Rosso e Maggiorasca sullo sfondo



Prato Groppo Rosso e Maggiorasca sullo sfondo più da lontano



Prato fiorito e Maggiorasca da contrafforti Groppo Rosso



Bue e Maggiorasca da contrafforti Groppo Rosso



Fiorellino rosa con contrafforti Groppo Rosso sullo sfondo



Contrafforti Groppo Rosso da sopra



Contrafforti Groppo Rosso più da sopra



Groppo Rosso di profilo scendendo



Groppo Rosso di profilo scendendo più da lontano



Groppo Rosso di profilo scendendo più da vicino



Primo piano cengia alberata in contrafforti Groppo Rosso



Groppo Rosso di profilo più dal basso



Groppo Rosso di profilo più dal basso più da vicino



Groppo Rosso tra la nebbia da Priè



Valle Tribolata con 3 punte di roccia



Punta di roccia e Pietre Sorelle



Punta di roccia e Pietre Sorelle più da vicino



2 Punte di roccia in Valle Tribolata



2 Punte di roccia in Valle Tribolata più da vicino



Punta di roccia e Pietre Sorelle di profilo



Pietre Sorelle e 2 punte di roccia



Grande frana ai piedi della Rocca Marsa più da destra



Pinnacoli in vetta alla Rocca Marsa primo piano



Valle Tribolata dalla Ciappa Liscia



Ciappa Liscia e Rocca Marsa dal Roncalla più da vicino