Monte Bue Canale Martincano e Lago da Riane da Priè




Sabato 6 Agosto 2016: Priè (1150) – Prato Cipolla (1570) – Monte Bue (1770) – Canale Martincano – Lago Riane (1278) – Priè (1150).


Partecipanti: Piera e Soundofsilence.


Lunghezza: 11 Km. circa.


Dislivello: 800 m. circa.


Difficoltà: EE il solo Canale Martincano, a tratti attrezzato con catene, da percorrere con attenzione per la ripidità e le rocce non sempre stabili, ma comunque non particolarmente difficile, tutto il resto E.


Percorso in macchina: Da Genova si possono scegliere vari percorsi, più o meno tutti equivalenti. Per chi soffre le curve conviene andare in autostrada fino a Lavagna risalire quindi a Borzonasca e poi a Parazzuolo per la Sp586 dove ci si ricongiunge con il percorso alternativo che da Genova arriva a Bargagli e quindi scende in val Fontanabuona per la Galleria delle Ferriere per poi risalire il Passo della Scoglina e arrivare infine al predetto bivio di Parazzuolo. Da Parazzuolo si procede verso Rezzoaglio e ci si ricongiunge, dopo poco, anche con l’altro itinerario alternativo che da Genova porta alla Scoffera e quindi prosegue sulla SS45 della Val Trebbia fino al bivio con Fontanigorda che si imbocca per prendere poi per Casoni e valicare il Passo del Fregarolo per quindi ricongiungersi con il percorso che sto descrivendo. Giunti quindi a Rezzoaglio proprio in corrispondenza del cartello che segna 15 Km da Santo Stefano d’Aveto è estremamente vantaggioso ignorare le segnalazioni che invitano a proseguire dritti a destra e svoltare invece a sinistra fino a ritrovare, 2 km dopo, le segnalazioni per Santo Stefano che indicano di svoltare a destra; questa volta si seguono le indicazioni e in 5 Km si arriva a Santo Stefano, risparmiandone così circa 8… Da Santo Stefano si seguono le indicazioni per Rocca d’Aveto e si lascia la macchina in località Priè, 800 metri prima del parcheggio di Rocca d’Aveto appunto e 150/200 metri prima della biforcazione della strada in 2 carreggiate a senso unico. Qui inizia il sentiero sulla sinistra (poco visibile dalla macchina, a dir la verità), in corrispondenza di un piccolo slargo in cui si può parcheggiare.


Percorso a piedi: imbocchiamo il sentiero segnato sulla sinistra del parcheggio e dopo poco più di 100 metri arriviamo ad un bivio, dove prendiamo a destra, lasciando a sinistra il sentiero che va verso il Groppo Rosso. Dopo 300 metri circa il sentiero raggiunge la strada asfaltata per Rocca d’Aveto e ne percorre un breve tratto per poi continuare sulla sinistra della stessa. Proseguiamo quindi in salita sul sentiero segnato fino a raggiungere Prato Cipolla, dove imbocchiamo la pista da sci in ripida salita sulla sinistra; giungiamo quindi sul crinale dove prendiamo a destra verso la Cima del Monte Bue, che in breve raggiungiamo. Dal Monte Bue scendiamo dalla pista da sci sull’altro versante e in breve giungiamo ad un bivio, dove prendiamo a destra seguendo le indicazioni per Rocca d’Aveto. Dopo ulteriori 300 metri di discesa giungiamo ad un nuovo bivio, dove prendiamo a sinistra per Rocca d’Aveto e Lago Riane, lasciando a destra il sentiero per Prato Cipolla. Scendiamo quindi sulla pista da sci seguendo sempre le indicazioni per Rocca d’Aveto, Santo Stefano d’Aveto e Lago Riane, fino a quando non incontriamo un bivio sulla sinistra segnalato per il Canale Martincano; imbocchiamo quindi tale bivio e dopo poco iniziamo a risalire una ripida pietraia e quindi ci immettiamo nel canale attrezzato con catene. Raggiunta qindi la sommità del canale giungiamo subito ad incrociare il sentiero per la Rocca del Prete, che imbocchiamo verso sinistra. Il sentiero ci riporta quindi sulla pista da sci che stavamo percorrendo 150 metri circa più in alto; ripercorriamo quindi nuovamente in discesa il tratto di pista già percorso e ripassiamo davanti al bivio per il Canale Martincano, stavolta continuando a scendere dritti. Quasi 800 metri dopo tale bivio ne incontriamo uno con segnalazioni a destra per Rocca d’Aveto e a sinistra per Lago Riane e Santo Stefano d’Aveto; seguiamo quindi quest’ultima direzione e proseguendo dritti per circa 500 metri giungiamo al Lago Riane, vasto prato paludoso con vista sulle pareti del Maggiorasca, dove un cartello ci conferma che siamo nel posto giusto. Dal Lago Riane torniamo indietro per circa 300 metri e imbocchiamo quindi un sentierino sulla sinistra che in poco meno di altri 300 metri ci porta ad un bel prato subito dopo il quale troviamo una fonte, in corrispondenza della quale prendiamo a destra e in poco meno di 400 metri ci ritroviamo sul sentiero percorso all’andata da Priè, che imbocchiamo verso sinistra e percorriamo per circa 800 metri fino alla macchina.


Conclusioni: giro magari non molto logico per la risalita dal Canale Martincano che, in effetti, non era prevista, ma che ho colto l’occasione per fare visto che non c’ero mai stato e che, comunque, si è rivelata interessante. Con le stesse motivazioni di scoprire posti nuovi sono anche sceso al Lago Riane, comunque un posto sicuramente suggestivo, seppur, almeno in questa stagione, di acqua non se ne veda, il che poi mi ha permesso di scoprire un altro bel prato tornando verso Rocca d’Aveto. Per il resto si tratta di posti classici in cui sono stato più volte, Prato della Cipolla, il Monte Bue, che è sempre un piacere rivedere, nonostante lo scempio degli impianti di risalita.




Groppo Rosso salendo da Priè



Monte Maggiorasca da Rocca d'Aveto



Dente della Cipolla sopra prato



Prato della Cipolla e Monte Bue



Dente della Cipolla dal prato



Dente della Cipolla primo piano



Prato Cipolla dal Monte Bue



Croce vetta Monte Bue



Prato e Dente Cipolla scendendo dal Monte Bue



Pietraia e parete Rocca del Prete



Parete Rocca del Prete salendo verso Canale Martincano



Pietraia verso Canale Martincano



Canale Martincano guardando indietro



Punto attrezzato in Canale Martincano



Pareti Canale Martincano



Canale Martincano salendolo



Canale Martincano guardando indietro



Primo piano Maggiorasca dal Lago Riane



Lago Riane e Maggiorasca



Prato andando verso Rocca d'Aveto



Prato e Maggiorasca andando verso Rocca d'Aveto



Prato e Maggiorasca andando verso Rocca d'Aveto più da vicino



Maggiorasca avvicinandosi a Priè