Caverna le Pile – Cavernetta del Muretto - Arma dei Passi Cattivi – I Frati - Sant’Antonino – Bric Scimarco – Grotta Nascosta – Caffettiera dalla Madonna delle Grazie




Sabato 28 Novembre 2015: Madonna delle Grazie (90) – Caverna le Pile (290) – Cavernetta del Muretto (290) – Arma dei Passi Cattivi (200) – I Frati (265) – Sant’Antonino (280) – Bric Scimarco (320) – Cengia Bric Scimarco (265) – Cavernetta del Muretto (290) – Grotta Nascosta (285)– Caffettiera (295) – Madonna delle Grazie (90)


Partecipanti: Piera e soundofsilence


Lunghezza: 9 Km. circa il percorso pulito, noi indubbiamente abbiamo fatto di più con qualche avanti e indietro dovuto diciamo alle esplorazioni.


Dislivello: 750 m. circa.


Difficoltà: EE quasi tutto il percorso non segnato, in particolare parecchie difficoltà di orientamento per trovare le Caverne delle Pile, la Cavernetta del muretto e nei pressi del Riparo le Pile 3 prima di arrivare alla Grotta Nascosta; trattasi in effetti di tracce spesso poco visibili, a volte infrascate e, a volte, con pezzi ripidi e/o scomodi, a seconda anche di dove si passa, che è assai difficile non perdere mai la traccia migliore. Tecnicamente il passo più difficile è quello per entrare nel secondo ingresso della Caverna delle Pile, si tratta di un passaggio di circa due metri, strapiombante e senza appigli sopra: la mancanza di esposizione lo rende più abbordabile sicuramente, ma non va sottovalutato; troviamo poi anche un passaggio attrezzato con provvidenziale corda sul sentiero segnato, nei pressi dell’Arma dei Passi Cattivi, non facilissimo neanche questo. Per il resto non grandi difficoltà tecniche, ma numerosi passaggi ripidi\scomodi e\o un poco esposti, per esempio per giungere alla Caverna delle Pile, per i punti panoramici sui Frati e per arrivare e continuare verso la Grotta Nascosta dal Riparo 3 le Pile. E, invece, i sentieri segnati, ad eccezione del punto appena descritto. Molto difficile in ogni caso riuscire ad effettuare questo percorso se non si è muniti di GPS e, preferibilmente, anche della relativa traccia, o se non si è molto esperti della zona, il rischio di perdersi è parecchio elevato e, per esempio, proprio in questi giorni abbiamo incontrato una persona che ha dovuto passare la notte in questi posti….


Percorso in macchina: Da Genova in autostrada fino ad Orco Feglino. All’uscita dell’autostrada prendiamo quindi a destra e proseguiamo per 1,8 Km circa e parcheggiamo in uno spiazzo in corrispondenza della cappelletta della Madonna delle Grazie e, sull’altro lato, della carrozzabile che porta all’Agriturismo la “Ca di Alice”, che, volendo, si può anche imboccare per parcheggiare quindi 200 metri più avanti nel parcheggio sottostante all’Agriturismo.


Percorso a piedi: dal parcheggio si imbocca la strada per la Cà di Alice, attraversando il ponte sul torrente Aquila e quindi giungendo al parcheggio sotto l’agriturismo; si continua quindi su sterrata, seguendo i segnavia (2 rombi rossi vuoti) che ne tagliano i tornanti. Dopo 450 metri circa dalla partenza, troviamo un bivio sulla destra con segnavia KA nero in campo bianco, si tratta del percorso che porta alla falesia della Kattedrale e che dobbiamo seguire; la traccia è poco evidente, ma i segnavia sono chiari e abbondanti. Dopo poco superiamo una scala in pietra e, quindi, giungiamo sotto le pareti della falesia della Kattedrale. Qui prendiamo il secondo bivio a destra (non il primo segnato con bollino rosso), proprio sotto le pareti della Kattedrale. Dopo neanche 100 metri troviamo un successivo bivio dove continuiamo dritti, ignorando la deviazione a destra; percorriamo quindi 35 metri dritti per svoltare poi a sinistra e trovarci dopo pochi metri ad un quadrivio. Qui prendiamo il sentiero a sinistra e, percorsi circa 100 metri in tale direzione, ci dovremmo trovare in una radura pianeggiante, proprio sotto le pareti del Bric le Pile, in cui si può intuire una grotta. In questo punto iniziamo a salire, cercando di individuare la traccia migliore e giungiamo in breve alla Caverna le Pile 2. Poco sotto detta Grotta (che vale sicuramente una visita), prendiamo poi a destra (faccia alla grotta) una traccia che porta in breve a superare una rupe e quindi ad un passaggio stretto tra 2 rocce, dopo il quale ci troviamo in vista della Caverna le Pile e dei suoi quattro ingressi. Visitata la prima Caverna, passiamo alle altre tre aperture immediatamente sulla destra della principale: la più a destra è di facile accesso, ma è anche la meno interessante, mentre le altre 2 sovrapposte portano a una seconda cavità (sempre denominata Caverna Le Pile) di una ventina di metri di sviluppo (più o meno come la prima), alla quale si accede, non senza difficoltà, attraverso l’ingresso inferiore. Visitate anche queste cavità torniamo indietro fino alla Caverna le Pile 2, poco sotto la quale il sentiero continua dritto per poi ricongiungersi a quello sottostante una settantina di metri dopo; rimbocchiamo quindi la traccia verso destra, ma, dopo poco, questa tende a perdersi; occorre quindi traversare per circa un 100 metri, prima scendendo un poco e poi risalendo, fino a scorgere un muretto nel bosco, che dobbiamo raggiungere e quindi continuare brevemente sotto le pareti per giungere all’apertura della Cavernetta del Muretto. Entriamo quindi nella Cavernetta e ne usciamo dall’altra parte, per girare quindi a sinistra su una traccia in leggera discesa e segnata di quando in quando da ometti di pietra. Il sentiero arriva quindi a una radura sotto le pareti del Bric Grigio e quindi se ne distacca sempre in discesa, fino a incrociare il sentiero segnato due rombi rossi vuoti, che imbocchiamo sulla destra in salita. Dopo un centinaio di metri arriviamo a una paretina di 2-3 metri attrezzata con corda, e, invece di affrontarla, giriamo a sinistra sulla traccia per la Falesia del Serpente (scritta in rosso). Subito arriviamo alla bella Grotta dei Passi Cattivi, caratterizzata da 3 ingressi. Visitata l’Arma dei Passi Cattivi torniamo quindi alla paretina attrezzata e la superiamo continuando al sentiero segnato fino a giungere nei pressi delle guglie di roccia denominate “I Frati”. Qui possiamo salire, facendo attenzione all’esposizione, fin quasi in vetta al primo frate, onde avere una bellissima vista su quello maggiore; si può poi anche fare il giro del frate maggiore (assai meritevole, ma con qualche passo di arrampicata non facilissima. Dai Frati continuiamo quindi sul sentiero segnato due rombi rossi vuoti fino al vicino bivio con le 3 palle rosse, che imbocchiamo sulla sinistra.seguendolo fino al Valico di Sant’Antonino, dove ci troviamo ad un quadrivio: a destra il Sentiero Fossati si dirige verso il Bric Scimarco, dritti davanti a noi si scende a Case Valle, mentre noi imbocchiamo sulla sinistra il bivio per la Chiesetta di Sant’Antonino. In 100 metri circa giungiamo alla bella Chiesetta che vale sicuramente una visita con la sua suggestiva cripta, sul fondo della quale si apre pure una grotta. Visitata la chiesetta, spalle alla stessa, ci dirigiamo a destra verso un punto panoramico che ci consente una bella vista sul Bric Scimarco e i Frati, seppur distanti. Torniamo quindi al valico e continuiamo dritti per il Sentiero Fossati salendo verso il Bric Scimarco. Dopo 60 metri troviamo un bivio: sulla destra si va su una bella cengia, mentre a sinistra continuiamo sul sentiero Fossati per trovare quindi dopo appena 35 metri un altro bivio; andiamo prima a destra per vedere da vicino i suggestivi Antri Rossi e quindi torniamo al bivio per seguire stavolta il Sentiero Fossati. Poco più di 100 metri su questo sentiero e possiamo scegliere il punto che ci sembra più opportuno per salire, sulla destra alla vetta del Bric Scimarco; non esiste sentiero e bisogna farsi largo tra la vegetazione, ma il pendio abbordabile e la vegetazione non fittissima, nonché la breve distanza, rendono l’impresa abbordabile. Dalla vetta bella vista ancora sui Frati, goduta della quale torniamo indietro sul bordo della falesia per circa 35 metri, per imboccare quindi un sentiero segnato con ometti e tacche arancioni. Dopo 200 metri troviamo un bivio, sia a destra che a sinistra tacche arancioni, noi seguiamo quelle di sinistra che ci riportano in breve sul sentiero Fossati, che imbocchiamo sulla sinistra per tornare fino al bivio con la bella cengia di cui sopra. Qui seguiamo la predetta cengia onde godere di un ancora migliore punto panoramico sui frati, quindi torniamo sui nostri passi fino al valico di Sant’Antonino e quindi ancora fino al bivio poco prima dei Frati, dove stavolta prendiamo a sinistra, imboccando il sentiero segnato con due rombi rossi. Seguiamo quindi i due rombi rossi per circa 600 metri, fino a un bivio sulla destra segnato con frecce gialle; imboccato quindi detto sentiero la traccia, pur un poco infrascata, rimane piuttosto chiara fino a un pino caduto che ostruisce il sentiero. Poco oltre il pino i segni spariscono e ad un vicino bivio si piega decisamente a destra; dopodiché la traccia diventa un po’ incerta e si raggiunge alla meglio uno spiazzo (carbonaia del muretto), a 50 metri dalla quale si trova l’omonima grotta che dobbiamo attraversare da un ingresso all’altro. Da qui in poi percorriamo a ritroso il sentiero già percorso all’andata fino al quadrivio descritto più sopra. Qui continuiamo nella stessa direzione, lasciando a destra il sentiero proveniente dalla Kattedrale e a sinistra quello poco evidente per i ripari le pile. Dopo neanche 100 metri incontriamo un bivio dove prendiamo a destra. La traccia si mantiene abbastanza chiara e senza problemi fino a giungere nei pressi del Riparo le pile 3, al quale si sale abbastanza scomodamente, con passaggio assai ripido. Si prende quindi sulla destra in un passaggio stretto e un po’ esposto, per ritrovare quindi una traccia in ripida salita, che, guadagnati 40 metri di quota, piega a destra in piano e giunge subito alla Grotta Nascosta. Da qui in poi il sentiero è abbastanza pianeggiante e facile e giunge in breve in vista della Caffettiera che aggiriamo in senso destrorso (passaggio ripido) per trovarci quindi sulla evidente traccia che in poco più di 200 metri riporta al sentiero segnato con 2 rombi rossi che imbocchiamo sulla sinistra. Seguiamo quindi i due rombi rossi fino a tornare ai frati e quindi alla Ca di Alice e al parcheggio.


Conclusioni: Stupenda gita che permette di toccare una discreta parte delle meraviglie che circondano il Bric del Frate. Non è forse il percorso più logico che si possa fare, ma si tratta comunque della descrizione di un giro di esplorazione e quindi è più opportuno prenderne le cose migliori e metterle insieme magari a quelle descritte in altri giri. In ogni caso, comunque lo si combini, un giro intorno al Bric del Frate non deluderà mai, tante sono le meraviglie che lo circondano, un posto veramente unico, non solo in liguria. Nel giro qui descritto spiccano tra tutte “I Frati” e i vari punti panoramici sugli stessi, la pittoresca e misteriosa Caverna delle Pile e la suggestiva Chiesetta di Sant’Antonino, assolutamente da non perdere. Bellissime poi anche la Cavernetta del Muretto e l’Arma dei Passi Cattivi, suggestivi e particolari poi anche gli Antri Rossi.




Falesia della Kattedrale



Vaschetta in radura sotto Caverna le Pile



Caverna le Pile 2 da sotto



3 Ingressi Caverna le Pile



Concrezioni in ingresso Caverna le Pile



Ingresso Caverna le Pile



Stalattiti in Caverna le Pile



Concrezioni in Caverna le Pile



2 Stalattiti in Caverna le Pile



Piera in Caverna le Pile



Stalattiti in Caverna le Pile



Stalattiti in Caverna le Pile più da lontano



Grappolo stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Stalattiti in seconda Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile senza flash



Stalattiti e ingresso Caverna le Pile



Stalattiti e ingresso Caverna le Pile



Stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Grappolo di stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Grappolo di stalattiti in seconda Caverna le Pile primo piano col flash



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile



File di stalattiti da sotto in seconda Caverna le Pile



File di stalattiti da sotto in seconda Caverna le Pile



Stalattite e concrezioni in seconda Caverna le Pile



Stalattite in seconda Caverna le Pile più da vicino



Ragnatela imperlata e stalattiti in seconda Caverna le Pile



Stalattiti in seconda Caverna le Pile



Primo piano piccole stalattiti in seconda Caverna le Pile



Primo piano piccole stalattiti in seconda Caverna le Pile



File di stalattiti da sotto in seconda Caverna le Pile



File di stalattiti da sotto in seconda Caverna le Pile



Stalagmite e colonna in seconda Caverna le Pile



Primo piano gruppo di stalattiti in seconda Caverna le Pile



Gruppo di stalattiti in seconda Caverna le Pile



Grappolo di stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Stalattiti a vela in seconda Caverna le Pile



Grappolo di stalattiti in seconda Caverna le Pile col flash



Stalattiti a vela in seconda Caverna le Pile



Gruppo di stalattiti in seconda Caverna le Pile



Piera e ingresso seconda Caverna le Pile



2 Stalattiti a vela in seconda Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile senza flash



Colonna e secondo ingresso Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile



Colonna e doppio ingresso Caverna le Pile



Doppio ingresso Caverna le Pile vista verticale



Secondo ingresso Caverna le Pile



Doppio ingresso Cavernetta del Muretto



Doppio ingresso Cavernetta del Muretto



Doppio ingresso Arma dei Passi Cattivi



Doppia colonna in Arma dei Passi Cattivi



Rampicante sull'ingresso principale Arma dei Passi Cattivi



Frati da punto panoramico



Riparo andando verso Sant'Antonino



Bric Scimarco attraverso breccia in mura Castrum Perticae



Fondamenta Castrum Perticae



Fondamenta Castrum Perticae



Interno Sant'Antonino



Scale e cripta Sant'Antonino



Cripta Sant'Antonino col flash



Cripta Sant'Antonino



Cripta Sant'Antonino



Altare cripta Sant'Antonino



Altare cripta Sant'Antonino più da lontano



Altare cripta Sant'Antonino col flash



Frati da Sant'Antonino



Frati da Sant'Antonino più da vicino



Bric Scimarco da Sant'Antonino



Punto panoramico Sant'Antonino Bric Scimarco e Grigio



Chiesa Sant'Antonino



Mura Castrum Perticae salendo allo Scimarco



Sant'Antonino e mura Castrum Perticae salendo allo Scimarco



Torrione e Antri Rossi



Tetto Antri Rossi da sotto



Grotticella Antri Rossi



Grotticella Antri Rossi più da vicino



Tetto Antri Rossi da sotto



Antri Rossi



Torrione Antri Rossi



Torrione Antri Rossi



Antro Rosso



Base Antro Rosso



Torrione Antri Rossi più da vicino



Frati dal Bric Scimarco



Frati dal Bric Scimarco più da vicino



Frati dal Bric Scimarco più da vicino



Cengia Antri Rossi



Frati dalla cengia degli Antri Rossi più da vicino



Frati dalla cengia degli Antri Rossi



Frati dalla cengia degli Antri Rossi più da vicino



Frati dalla cengia degli Antri Rossi



Frati dalla cengia degli Antri Rossi più da vicino



Fine cengia Antri Rossi



Frati da fine cengia Antri Rossi



Frati da fine cengia Antri Rossi più da vicino



Cengia Antri Rossi



Cavernetta del Muretto ingresso ovest



Riparo le Pile 3



Alveare presso Grotta Nascosta



Grotta Nascosta vista verticale



Alveare presso Grotta Nascosta più da lontano



Caffettiera vista di lato



Caffettiera vista di lato



Caffettiera vista di lato



Caffettiera vista da sotto



Caffettiera vista dal lato nord più da vicino



Arma dei Passi Cattivi ingresso secondario



Arma dei Passi Cattivi ingresso secondario più da vicino



Bric Pianarella dalla Ca di Alice



Bric Pianarella dalla Ca di Alice più da vicino



Bric Pianarella dalla Ca di Alice più da vicino