Grotta 2 Portio – Tascea – Fundega do Lujante – Arma Rucà e Grotta Doppia del Rio dell’Arma




Domenica 10 Dicembre 2017: Manie (285) – Andrassa da Campagna (285) – Arma delle Spine (270) – Cà da Zunzella (150) – Ponte delle Voze (155) – Cà du Puncin (220) – Grotta 2 di Portio (280) – Grotta Tascea (265) - Cà du Puncin (220) – Fundega do Lujante (235) – Grotta Pian Ciliegio (200) – Arma Rucà (235) – Arma delle Manie (260) – Grotta Doppia del Rio dell’Arma (215) – Grotta carrucola (200) - Grotta Doppia del Rio dell’Arma (215) – Arma delle Manie (260) - Manie (285).


Partecipanti: Stefs e soundofsilence.


Lunghezza: 12,8, Km. circa


Dislivello: 550 m. circa


Difficoltà: Tutto E, seppur con necessità di sapersi orientare, dati i sentieri non segnati e non sempre pulitissimi, tranne la salita all’Arma Rucà, EE, perché aggiunge ai due succitati problemi anche passaggi abbastanza ripidi, seppur non problematici e la discesa lungo la valle del Rio dell’Arma, con passaggi su strette scalette sporgenti da muretti a secco. La visita alle grotte necessita di casco ed illuminazione e la visita alla Grotta 2 di Portio è da fare con molta attenzione, presentando vari passaggi scivolosi di almeno I grado e scomode strettoie, di cui noi ne abbiamo percorsa una, dovendoci sdraiare completamente per passare; sebbene quindi le valutazioni alpinistiche non si usino per le grotte direi che l’impegno per visitarla è comunque paragonabile ad un F.


Percorso in macchina: Da Genova in autostrada fino a Spotorno. Da Spotorno si prende a destra la SP8 per Vezzi Portio e Finale e la si segue per circa 4 Km, dove si svolta a sinistra sulla SP54 per le Manie che si deve seguire per 7,7 Km circa. Non è facile però individuare il punto in cui parte il sentiero vicino al quale parcheggiare. Provo a dare alcuni riferimenti: dopo poco più di 7 km dall’imbocco della SP54, dovremmo notare la trattoria il Gambero Verde, qui siamo quasi arrivati, il punto di inizio del sentiero dista circa 500 metri ancora; non ci resta che individuare un’area disboscata sulla destra per fare spazio ai pali dell’Enel. Per parcheggiare vi sono alcuni piccoli slarghi che non consentono la sosta a più di una macchina, ma che di solito sono liberi; noi abbiamo parcheggiato poco più di 100 metri prima dell’inizio del sentiero testè descritto, esiste comunque uno slargo un pò più vicino e delimitato sulla destra da grosse pietre, proprio nel punto in cui inizia il sentiero per l’Arma delle Fate.


Percorso a piedi: Dalla radura descritta sopra ci dirigiamo verso il primo palo della luce per circa 30 metri, quindi pieghiamo a sinistra su una traccia non evidentissima.e la seguiamo per 70 metri circa; qui, sulla destra si individua una traccia in discesa che in 30 metri circa porta sull’orlo della voragine dell’Andrassa da Campagna. Torniamo quindi sui nostri passi fino ad arrivare in vista della radura iniziale, qui, invece di piegare verso l’asfalto, continuiamo dritti incrociando dopo 50 metri circa il sentiero diretto, a sinistra, verso l’Arma delle Fate, mentre noi continuiamo ancora dritti su un sentiero non segnato, ma evidente. Dopo 200 metri troviamo un bivio; una sterrata a sinistra porta in breve su una radura incolta che attraversiamo verso nord-ovest, per uscirne poi a sinistra, senza traccia, anzi su terreno un po’ infrascato, in corrispondenza sell’intuibile e vicina apertura della piccola Arma delle Spine. Visitata la grotta torniamo sui nostri passi fino al punto in cui abbiamo girato sulla sterrata a sinistra e riprendiamo il sentiero verso sinistra. Proseguiamo quindi sul sentiero ignorando due bivi a destra (dopo 130 e 550 metri rispettivamente) e, settecento metri dopo il secondo, ci immettiamo su un nuovo sentiero che imbocchiamo verso sinistra, giungendo in pochi metri alla Cà da Zunzella. Dalla casa proseguiamo dritti sulla traccia per circa 160 metri, raggiungendo l’ampio letto asciutto del Rio Ponci, che imbocchiamo verso destra e, dopo una sessantina di metri, risaliamo a sinistra al soprastante sentiero segnato che percorre la Val Ponci, imboccandolo verso destra. Giungiamo quindi ai ruderi del Ponte Sordo e, dopo, ad un bivio (subito dopo il Ponte delle Voze), dove prendiamo a sinistra, lasciando a destra una sterrata che risale verso l’Arma delle Manie e che percorreremo al ritorno. Superiamo poi il bivio sulla destra per le Cave Romane e giungiamo al Ponte dell’Acqua e all’adiacente Cà du Puncin. Alla Cà du Puncin lasciamo la Val Ponci per prendere a sinistra l’ex sentiero per i ciechi, che sale fino ad un quadrivio, dove dobbiamo proseguire dritti su sentiero in leggera salita, immediatamente a destra e parallelo alla sterrata che scende verso Portio. In 200 metri giungiamo quindi all’ingresso della Grotta 2 di Portio, subito a destra del sentiero. Visitata la grotta riprendiamo a camminare verso Portio e circa 120 metri dopo dovremmo notare una deviazione a destra, se non la notiamo pochi metri dopo, a destra, seminascosto nella vegetazione è presente un piccolo buco\grotta con a fianco un altrettanto piccolo arco naturale, la vista del quale dovrebbe farci capire che dobbiamo tornare indietro qualche metro. Imboccata comunque la deviazione, dopo qualche metro troviamo degli anelli di nastro adesivo verde sugli alberi che ci fanno capire di essere sulla strada giusta. In ogni caso in breve arriviamo all’ingresso della grotta, che può essere visitata quasi sempre camminando e in uno o due punti a carponi, perlomeno la galleria principale (decisamente più lunga comunque dei 12 metri a catasto, probabilmente per lavori di scavo e messa in sicurezza di cui si vedono notevoli tracce). Vi è anche poi, circa a metà una deviazione sulla destra che sembra presentare un cunicolo ancora a destra, ma, essendo da solo, ho preferito non esplorarlo. Visitata anche questa grotta torniamo sui nostri passi fino al predetto bivio per l’Arma delle Manie che imbocchiamo. Il nuovo sentiero è costituito da una sterrata segnata con 2 quadrati rossi, che, dopo 400 metri, giunge ad un bivio, dove continuiamo a seguire i due quadrati rossi sulla destra, lasciando a sinistra la deviazione per l’Andrassa. Trecentoottanta metri dopo tale bivio, in corrispondenza di una radura sulla destra antistante ad un anfratto, possiamo notare una traccia sulla sinistra che imbocchiamo. Si segue quindi il sentiero\carrareccia fino ad una radura, da qui in poi la traccia continua più ripida e meno evidente e si deve anche scavalcare o passare sotto un tronco che sbarra la strada. Si trovano quindi sulla sinistra, non evidentissimi, i ruderi di una fornace, in questo punto la traccia finisce, ma salendo qualche metro sulla destra (non vi è un sentiero ma qualche timida traccia) si raggiunge in breve il piccolo buco in pareti rossastre. Visitata anche questa grotta torniamo al sentiero segnato con due quadrati rossi e proseguiamo per settanta metri circa, fino ad un bivio sulla destra che, in sessanta metri porta alla Grotta e al Riparo del Pian del Ciliegio (quest’ultimo chiuso per valenza archeologica). Torniamo quind ancora una volta ai quadrati rossi e proseguiamo la salita lungo la sterrata. Ancora quindi 700 metri di sterrata seguendo i quadrati rossi e ci ritroviamo poco sopra l’Arma delle Manie. Scendiamo quindi brevemente all’interno dell’Arma delle Manie e ne usciamo dall’entrata Inferiore, iniziando quindi a seguire il sentiero che scende lungo la valle del Rio dell’Arma e recentemente segnato con bolli fosforescenti verdi. Seguiamo quindi i bolli verdi, tralasciando deviazioni a destra segnate con 2 e 3 sempre di questi bolli, invece del singolo che continuiamo a seguire. Il sentiero passa vicino ad alcune grotte (Grotta Inferiore delle Manie e la soprastante Grotta senza nome soprattutto) che nell’occasione non abbiamo visitato, tranne una rapida puntata all’ultima al ritorno. Superata la Grotta Doppia del Rio dell’Arma continuiamo a seguire i bolli fosforescenti, arrivando prima ad un riparo murato e quindi ad un grotta con una specie di carrucola all’interno. Qui ci siamo fermati (il sentiero continua comunque) e siamo tornati sui nostri passi fino all’Arma delle Manie, da dove abbiamo seguito l’asfalto verso destra fino a raggiungere la strada provinciale nei pressi della Trattoria del Gambero Verde. Imbocchiamo quindi la provinciale ancora verso destra e, in breve, giungiamo al parcheggio. Non ho descritto volutamente la deviazione per l’Arma Rucà ed il vicino recinto megalitico in quanto mi è stato chiesto di non farlo a causa della loro rilevanza archeologica; non sono del tutto d’accordo su questa scelta perché trovo bello divulgare i tesori che la natura e l’uomo hanno saputo creare e non mi piace tenerli nascosti per una ristretta elite, ma capisco però le esigenze di preservare tali luoghi da chi non li avvicina con il dovuto rispetto; in ogni caso chi fosse seriamente interessato può sempre contattarmi per mail e sarò felice di illustrare il percorso o, magari, di organizzarvi un gita insieme.


Traccia GPS: Portio (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: gita nata per sfruttare una giornata dalle previsioni non buone cercando di aggiungere qualcosa di nuovo a zone già conosciute. Il tempo però si è rivelato peggiore del previsto e ci ha consigliato di abbreviare il giro tralasciando la visita alla Grotta dell’Andrassa. Il risultato è stato un percorso non al livello dei migliori che si possono fare nel finalese (zona Bric del Frate e Rocca di Perti) ma, pur avendo saltato varie interessanti grotte a cui siamo passati vicino (Grotta Inferiore delle Manie e la soprastante Grotta per esempio), sicuramente apprezzabile e con alcune cose molto interessanti come la Grotta Doppia del Rio dell’Arma con le due bellissime colonnine gemelle, la concrezionata, seppur, putroppo, non più attiva, Fundega do Lujante e il bel portico dell’Arma do Rucà, con il vicino circolo megalitico, la bella Grotta Tascea e, anche se ormai chi è abituato a frequentare il finalese la dà quasi per scontata, la suggestiva Arma delle Manie.




Anfratto con cunicolo e archetto presso Tascea



Grotta Tascea



Interno Tascea



Gruppo concrezionale principale in Tascea



Colonne e stalattiti mozze in Tascea



Galleria e muretto in Tascea



Pozza d'acqua in Tascea più da lontano



Concrezioni in Tascea



Galleria Tascea



Concrezioni e stalattiti in Tascea



Galleria con colonne in Tascea



Colonne e concrezioni in Tascea



Concrezioni pendenti in Tascea



Piccole stalattiti in Tascea



Stalattiti e parte superiore gruppo concrezionale principale in Tascea



Primo piano stalattiti in Tascea



Pippistrello in Tascea



Concrezioni in volta Tascea



Primo piano concrezioni in volta Tascea



Colonne e stalattiti mozze in Tascea



Gruppo concrezionale principale in Tascea



Gruppo concrezionale principale in Tascea vista verticale



Piccolo archetto in Tascea e cunicolo



Interno Tascea



Stalattiti e parte superiore gruppo concrezionale principale in Tascea



Parte inferiore gruppo concrezionale principale in Tascea



Stalattiti e parte superiore gruppo concrezionale principale in Tascea



Concrezioni in Tascea più da vicino



Interno Tascea con gruppo concrezionale principale



Galleria Tascea



Stalattiti in Tascea



Uscita Tascea



Grotta 2 di Portio più da vicino



Ponte dell'Acqua e Cà du Puncin



Riparo Rucà



Circolo megalitico presso Arma Rucà



Circolo megalitico presso Arma Rucà più da lontano



Circolo megalitico presso Arma Rucà più da lontano



Portale Arma Rucà vista verticale



Portale Arma Rucà



Portale Arma Rucà primo piano



Portale Arma Rucà primo piano vista verticale



Uscita Arma Rucà vista verticale



Uscita grotticella murata presso bivio Fundega



Ponte dell'Acqua



Andrassa da Campagna più da vicino col flash



Arma delle Spine



Uscita Arma delle Spine



Concrezioni in Arma delle Spine



Concrezioni in Arma delle Spine



Concrezioni in Arma delle Spine più da vicino



Cà da Zunzella



Ponte Sordo



Ponte Sordo da sopra



Ponte delle Voze



Grotticella andando a Cà du Puncin



Ponte dell'Acqua



Concrezioni in Grotta 2 di Portio



Concrezioni in Grotta 2 di Portio più da vicino



Interno Grotta 2 di Portio



Stefs in Grotta 2 di Portio



Grotta 2 di Portio



Concrezioni in Fundega do Lujante



Muffe in Fundega do Lujante



Volta Fundega do Lujante



Stalattiti in Fundega do Lujante



Stalattiti in Fundega do Lujante



Pippistrello in Fundega do Lujante



Interno Fundega do Lujante



Riparo Pian del Ciliegio



Grotta Pian del Ciliegio



Circolo megalitico presso Arma Rucà



Circolo megalitico presso Arma Rucà



Portale Arma Rucà



Portale Arma Rucà più da vicino



Interno e uscita Arma Rucà



Interno e uscita Arma Rucà



Concrezioni e uscita Arma Rucà più da lontano



Uscita Arma Rucà più da lontano



Arma delle Manie da fuori



Interno Arma delle Manie



Arco in volta Arma delle Manie



Uscita inferiore Arma delle Manie



Uscita inferiore Arma delle Manie



Grotta del Prosciutto



Riparo con costruzione in pietra



Grotta con cavo d'acciaio



Grotta con cavo d'acciaio



Riparo con costruzione in pietra più da vicino



Ingresso Grotta doppia del Rio dell'Arma



Doppia colonnina in Grotta doppia del Rio dell'Arma



Doppia colonnina in Grotta doppia del Rio dell'Arma più da vicino



Interno Grotta Doppia del Rio dell'Arma



Uscita Grotta Doppia del Rio dell'Arma



Doppia colonnina in Grotta doppia del Rio dell'Arma più da vicino



Interno Grotta doppia del Rio dell'Arma



Uscita Grotta Doppia del Rio dell'Arma



Arma delle Manie vista di fronte