Canyon Montecucco e Grotta delle Stalattiti




Sabato 30 gennaio 2010: Orco – Grotta e Canyon Montecucco – Grotta delle Stalattiti.


Partecipanti: Davide.


Lunghezza: 6,2 Km A/R all’incirca il percorso ‘pulito’, il mio è risultato molto più lungo a causa di numerose esplorazioni.


Dislivello: 350 circa, ma è difficile quantificarlo dati i numerosi, pur lievi, saliscendi.


Difficoltà: EE soprattutto perché il sentiero non è mai segnato e vi sono parecchi punti in cui ci vuole un buon senso dell’orientamento per scegliere la traccia giusta fra le molte presenti e, non sempre, quella più chiara e meno infrascata è quella buona… Problemi soprattutto nell’ultima parte del sentiero per il Canyon e nella prima parte per la Grotta delle Stalattiti.
Per quanto riguarda le difficoltà alpinistiche c’è solo 1 passaggio problematico, la seconda paretina (2 metri circa) per scendere alla Grotta del Canyon e quindi al Canyon; la prima paretina (pure 2 metri) è già da EE, ma la seconda, soprattutto in discesa (per la mancanza di appigli per calarsi, a parte uno scomodo albero, e per gli appoggi lisci e smussati) forse potrebbe consigliare l’utilizzo di qualche attrezzatura: io ho legato una corda all’albero, ma non è servita a molto, ho quasi rimpianto di non essermi portato imbragatura e discensore… 
Molto meno problematica invece la salita. Un discorso a parte merita invece l’accesso alla grotta che si incrocia a metà del percorso ginnico, non è obbligatorio però visitarla, tanto più che è molto breve e spoglia in ogni caso per entrare bisogna superare una parete verticale di circa 3 metri, certo molto ben appigliata, ma molto più impressionante ed esposta rispetto alla seconda paretina di cui ho appena parlato.
Tecnicamente è forse un poco più facile della paretina con cui la sto confrontando ma molto più ‘alpinistica’, soprattutto in discesa dove l’inizio è un salto nel vuoto (per fortuna una clessidra di roccia a cui qualcuno ha anche attaccato un cordino in kevlar permette un solido appiglio) e poi ci sono difficoltà a vedere gli appoggi che risultano coperti da quelli superiori (dato il leggero strapiombo…).


Percorso in macchina: Uscita A10 ad Orco Feglino quindi proseguire fino ad Orco con la SP27, continuare quindi con la SP27 in discesa quasi subito parcheggiare sulla deviazione in cemento (cartello via San Lorenzino) dove vi è ampio parcheggio sterrato e inizia il percorso ginnico. In alternativa scendere fino alla Pizzeria il Rifugio e imboccare la rampa in cemento sulla sinistra e parcheggiare in ampia area delimitata da sbarra.


Percorso a piedi: Seguire il percorso ginnico passando vicino ad un ampia grotta sulla sinistra, giungere al parcheggio sterrato con strada confluente dalla Pizzeria il Rifugio e continuare dritti verso sud sull’ampia e chiara traccia (varie tracce minori sulla sinistra conducono alle pareti e alle vie di arrampicata: può essere interessante prenderne una e proseguire paralleli alle base delle pareti, godendo così di alcune belle viste su slanciati torrioni). Incontrata prima una piccola radura si prosegue sempre dritti e dopo 300 metri si incontra un bivio: qui una traccia gira a sinistra verso le pareti e un’altra prosegue dritta sempre verso sud. Prendere la traccia a sinistra in salita che, in breve, porta all’Arma do Gallin (breve e spoglia galleria di circa 10 metri). Cento metri dopo la grotta fare attenzione a non mancare il bivio sulla sinistra; seguirlo in direzione nord per 200 metri circa e notare quindi un bivio sulla destra con un gruppo calcareo sullo sfondo.
Volendo si può fare qui una breve digressione imboccando a appunto a destra per vedere un bell’arco naturale con masso incastrato nel predetto gruppo Calcareo. Subito dopo questo bivio (15 metri circa) vi è un altro bivio sulla sinistra, riconoscibile anche per un gradino calcareo subito dopo, che è quello che porta al Canyon. Il bivio è evidente ma la traccia no, anzi qui sono presenti varie tracce e tutte parecchio evanescenti…
Se, da qui, si seguono le tracce verso nord si arriva sulla cima delle falesie di arrampicata, individuando invece una traccia verso ovest (nord-ovest per la precisione) si arriva in corrispondenza della grotta del Canyon. Qui, oltre a scendere tramite due paretine di due metri alla Grotta e quindi accedere all’interno del Canyon, si può procedere anche un poco verso sud per dominare un bel torrione dall’alto o seguire il corso del Canyon, sempre dall’alto, verso nord.
Oltre il fondo del Canyon una corda permette di scendere una ripida paretina e ritornare in breve al parcheggio sopra la pizzeria il Rifugio; tornando invece indietro al bivio posizionato, in questo senso, 100 metri prima dell’Arma do Gallin prendere a sinistra per, dopo poco più di 200 metri, incontrare un altro bivio; qui proseguire dritti a destra in discesa (forse non subito, ma per distinguere dal sentiero a sinistra che, invece, prima o poi, sale…).
Percorsi altri 200 metri si incrocia il sentiero da cui siamo partiti ma non bisogna imboccarlo: attraversarlo piuttosto imboccando una vaga traccia seminascosta dalla vegetazione (2 rami sul sentiero attraversato, attualmente, indicano la direzione da intraprendere, mentre altri due rami, posti a mò di gradini segnano il sentiero da cui proveniamo).
La nuova traccia diventa subito più evidente e dopo 170 metri si incontra una deviazione sulla destra in discesa (per poco, subito dopo diventa pianeggiante e quindi prosegue con vari brevi saliscendi) segnata da 2 ometti di pietra. Si prende quindi questa deviazione a destra e, da qui in poi, gli ometti di pietra guidano fino alla Grotta delle Stalattiti. Poco prima di arrivare alla Grotta si incontra una sporgenza calcarea panoramica e esposta, anche grazie alle vegetazione che spinge fuori, caratterizzata da un buco.
Il ritorno si svolge a ritroso sullo stesso percorso fino all’incrocio segnato dai rami, dove bisogna prendere a sinistra e, quindi, proseguire sulla traccia principale fino a tornare al punto di partenza.


Racconto: Il percorso è interessante e vario, non molto lungo, ma necessita un po’ di tempo in più per reperire la giusta strada e magari per esplorare un po’ le varie tracce alla base delle pareti. Scenografica la Grotta del Canyon, grosso buco che attraversa la parete da parte a parte e altrettanto il Canyon, lungo una cinquantina di metri e sormontato da pareti verticali di 10-20 metri.
Merita anche percorrere un tratto delle tracce ‘di servizio’ alle pareti alpinistiche per avere una bella vista su un imponente torrione addossato alle falesie. Altra deviazione interessante quella al curioso arco naturale con masso incastrato che si trova subito prima di quella per il canyon: si può vedere il buco da entrambe i lati, ma per vederlo bene da dietro bisogna combattere un po’ con la vegetazione. Infine le grotte: molto carina quella delle Stalattiti, anche più di quel che ricordavo, con qualche concrezione interessante ed attiva, molto umida però in alcuni punti, tanto che risulta difficile fotografare senza che la macchina si appanni subito; non concrezionata ma scenografica quella del Canyon e, altrettanto si può dire, forse in maniera minore, di quella presso il percorso ginnico di cui non so il nome.
In conclusione un giro effettuabile in qualsiasi stagione, ma, preferibilmente d’inverno, quando la temperatura è sempre accettabile e la vegetazione meno invadente, sono comunque rimasto contento di aver rivisitato questo percorso già esplorato 6 anni fa e di avervi aggiunto qualche nuova ‘scoperta’, indubbiamente il finalese è sempre molto interessante e in pochi Km presenta sempre molte cose belle da vedere.




Buco Grotta del Canyon



Buco Grotta del Canyon più da lontano



Stalattiti e ingresso Grotta Stalattiti sullo sfondo



Apertura Grotta presso percorso ginnico Montecucco



Doppio buco in lato destro Grotta presso percorso ginnico Montecucco



Doppio buco in lato destro Grotta presso percorso ginnico Montecucco più da vicino



Torrione addossato a falesie Montecucco



Torrione addossato a falesie Montecucco primo piano



1 Torrione slanciato e 2 tozzi al Montecucco



1 Torrione slanciato e 2 tozzi al Montecucco più da vicino



1 Torrione slanciato e 2 tozzi al Montecucco più da lontano più scura



1 Torrione slanciato e 2 tozzi al Montecucco primo piano



Arco incastrato con ancora più cielo sopra



Arco incastrato primo piano



Arco incastrato primo piano con cielo sopra



Arco incastrato con cielo sopra più da lontano



Arco incastrato primo piano con più cielo sopra



Arco incastrato da dietro



Vette Falesie Montecucco con Madonnina



Cielo e albero attraverso Grotta del Canyon



Grotta del Canyon da lontano



Cielo e albero attraverso Grotta del Canyon più da lontano



Cielo e albero attraverso Grotta del Canyon più da vicino



Grotta del Canyon da dentro



Grotta del Canyon da dentro più da destra



Grotta del Canyon da dentro più da lontano



Grotta del Canyon da dentro col flash



Grotta del Canyon da dentro col flash più da lontano



Grotta del Canyon da dentro col flash ancora più da lontano



Cielo albero e parete attraverso Grotta del Canyon ancora più da vicino



Cielo attraverso Grotta del Canyon più da lontano



Cielo attraverso Grotta del Canyon molto più da vicino



Cielo e albero attraverso Grotta del Canyon primo piano



Cielo e albero attraverso Grotta del Canyon più da vicino più scura



Canyon Montecucco e cielo col flash



Canyon Montecucco e cielo col flash più da vicino



Canyon Montecucco parte bassa



Canyon Montecucco e cielo più chiara più da lontano



Canyon Montecucco e cielo col flash sempre primo piano



Cielo attraverso Grotta del Canyon più da vicino



Cielo attraverso Grotta del Canyon molto più da vicino più da sopra



Cielo attraverso Grotta del Canyon molto più da vicino



Gruppo stalattitico principale in Grotta Stalattiti più da vicino



Gruppo stalattitico principale in Grotta Stalattiti ancora più da vicino



Gruppo stalattitico principale in Grotta Stalattiti primo piano



Colonne e uscita Grotta Stalattiti



Uscita Grotta Stalattiti con acquasantiera



Uscita Grotta Stalattiti con acquasantiera molto più da vicino



Stalattiti in primo piano e uscita Grotta sullo sfondo



Stalattiti in primo piano e uscita Grotta sullo sfondo molto più da vicino



Quinte di Stalattiti in Grotta Stalattiti più da lontano



Gruppo Stalattitico in Grotta Stalattiti



Gruppetto Stalattiti con gruppo concrezionale sullo sfondo in Grotta Stalattiti



Gruppo stalattitico principale in Grotta Stalattiti più nitido



Quinte di stalattiti sulla parete beige in Grotta Stalattiti



Stalattiti in primo piano e uscita Grotta sullo sfondo più da vicino



Stalattiti in primo piano e uscita Grotta sulla sinistra



Monti da grotta presso percorso ginnico



Monti da grotta presso percorso ginnico col flash più chiara



Monti da grotta presso percorso ginnico più da vicino