Mont Chaberton da Montgenevre




Domenica 30 ottobre 2016: Montgenevre (1875) – Col de Chaberton (2680) – Mont Chaberton (3130) – Col de Chaberton (2680) – Montgenevre (1875).


Partecipanti: Piera. Maury, Pino, Gheroppa, Stefania, Soundofsilence.


Lunghezza: 14,5 Km circa.


Dislivello: 1260 circa.


Difficoltà: E, nessuna difficoltà lungo tutto il percorso, se non quelle che può comportare l’alta montagna, specie al di fuori del periodo estivo. In caso di neve nella parte finale sono consigliabili i ramponi.


Percorso in macchina: da Genova fino a Voltri con la A10 e quindi si prende la A21fino ad Alessandria, dove si prende la A26 per Torino. A Torino si segue la tangenziale per prendere poi la A32 per Bardonecchia. Si segue quindi la A32 fino all’uscita di Oulx Est, dove si prende per Claviere. Si giunge quindi a Cesana Torinese, si passa a fianco a Claviere con dei tunnel e, appena oltrepassato il confine, subito prima dell’abitato di Montgenevre, si prende una strada in salita sulla destra (la prima svolta dal gabbiotto del confine), e la si percorre per quasi 600 metri, parcheggiando quindi in uno slargo sulla destra, di fronte alla partenza del sentiero.


Percorso a piedi: dal parcheggio si prende il sentiero segnato per il Mont Chaberton, che inizia con una sterrata. Si segue quindi la sterrata per circa 1,3 Km e, quindi, la si lascia sulla destra seguendo le segnalazioni che ci portano a percorrere un sentiero parallelo nei prati (possibile comunque anche proseguire sulla sterrata che poi si riunisce). Dopo circa 1 Km. dall’aver lasciato la sterrata, troviamo alcune svolte sulla sinistra per il Col de Lauze, che ignoriamo e proseguiamo invece dritti verso lo Chaberton, come da cartelli che ne indicano la distanza in Km. Concludiamo quindi l’attraversamento dell’ampia piana detritica e iniziamo a salire più ripidamente verso il Col de Chaberton. Dopo poco arriviamo su un poggetto con resti di fortificazioni e pannelli esplicativi, quindi proseguiamo la salita e superata quota 2350 guadiamo l’alveo di un torrente portandoci sulla sponda destra orografica (possibile continuare anche sulla sponda sinistra con percorso più breve ma con possibilità di incontrare più neve). Dopo quasi 700 metri si riattraversa l’alveo del torrente e i due sentieri si riuniscono; siamo ormai a quota 2500 e manca poco al Colle dello Chaberton, che raggiungiamo a quota 2650 circa. Da colle seguiamo poi la strada militare sulla destra che ci porta fino all’ampia vetta, dove è costruito un grande forte. Il ritorno avviene per la stessa via.


Conclusioni: splendidi colori autunnali e bella cresta nevosa poco sotto la cima, suggestivo anche il forte in vetta, che la rende diversa da tante altre, ne consiglio indubbiamente la visita in questo periodo, preferibilmente con un po’, ma non troppa, neve, piuttosto che nell’affollatissimo periodo estivo dove la salita e il panorama credo risultino decisamente meno attraenti.




Larici con Chaberton che spunta



Larici con Chaberton che spunta



Chaberton spunta tra larici



Sterrata tra i larici salendo da Montgenevre



Larici con Chaberton che spunta



Pendio coperto di larici salendo da Montgenevre più da lontano



Bivio per il Col de Lauze con Sommet de la Loubatiere e Chenaillet sullo sfondo



Gruppo in salita dal bivio per il Col de Lauze



Piana Vallon de Baisses con Chaberton sulla destra



Piana alluvionale Vallon de Baisses



Vallon de Baisses guardando indietro



Vallon des Baisses con Sommet Loubatiere sullo sfondo



Pic de Rochebrune spunta sopra Sommet Loubatiere salendo al Col Chaberton



Balze rocciose verso Col Chaberton



Mont Chaberton dal Col



Vista dal Col Chaberton con Pelvoux sulla destra



Pelvoux e Barre des Ecrins dal Col Chaberton



Ruderi fortificazioni con Pelvoux sullo sfondo salendo allo Chaberton



Mont Chaberton salendolo



Vista sugli Ecrins salendo allo Chaberton



Strada innevata salendo allo Chaberton



Traccia innevata verso casamatta Chaberton e Pelvoux sullo sfondo



Casamatta Chaberton e vista su Pelvoux



Piera in salita in controluce su cresta Chaberton più da lontano



Dune di neve e Chaberton



Sole sopra Chaberton e cresta con duna di neve



Dune di neve e Chaberton più da lontano



Duna di neve e sullo sfondo Bric Ghinivert e Punta Rognosa



Sole e tracce sulla neve verso vetta Chaberton



Pic de Rochebrune avvicinandosi allo Chaberton



Torrette Chaberton e Punta Rognosa sullo sfondo



Torretta Chaberton con sullo sfondo Rognosa d'Etache e Punta Sommeiller



Monte Thabor dallo Chaberton



Aiguilles d'Arves dallo Chaberton



Torrette Chaberton e Punta Rognosa sullo sfondo più da lontano



Pic de Rochebrune dallo Chaberton



Tre torrette Chaberton e Punta Rognosa sullo sfondo



Pianoro di vetta Chaberton tra torrette e Pic Rochebrune



Portale forte Chaberton tra 2 torrette



Due Torrette Chaberton e Punta rognosa sullo sfondo



Pic de Rochebrune dallo Chaberton più da lontano



Pelvoux e Barre des Ecrins dallo Chaberton



La Grande Ruine e la Meije dallo Chaberton



Pic de Rochebrune dallo Chaberton



Les Ecrins dallo Chaberton



Torrette Chaberton



Pianoro di vetta e torrette Chaberton



Pianoro di vetta Chaberton con torrette sulla destra



Pianoro di vetta Chaberton tra torrette e Pic de Rochebrune



Pendio di discesa alle fortificazioni dello Chaberton e Monte Bianco sullo sfondo



Thabor e Re Magi dallo Chaberton



Orme sulla neve in vetta al Thabor e Pic de Rochebrune sullo sfondo



Duna di neve e Chaberton



Cresta innevata Chaberton sotto il sole



Duna di neve e Chaberton



Duna di neve e Chaberton sotto il sole



Duna di neve e Chaberton sotto il sole



Duna di neve e Chaberton



Traccia in cresta Chaberton sotto il sole



Cresta Chaberton sole e parapendio



Duna di neve e Chaberton



Cresta Chaberton sotto il sole



Duna di neve e Chaberton



Cresta Chaberton sotto il sole



Parapendio sopra lo Chaberton



Scendendo verso la Casamatta e il Col Chaberton



Pendio disceso dallo Chaberton



Ruderi fortificazioni scendendo da Chaberton con Pelvoux e Barre des Ecrins sullo sfondo



Chaberton dal Col



Sommet Loubatiere e Chenaillet nella luce del pomeriggio



Sommet Loubatiere e Chenaillet nella luce del pomeriggio più da vicino



Larici alle pendici della Sommet Loubatiere



Primo piano Sommet Loubatiere con larici davanti