Pointe de l’Aval da Fouillouse




Mercoledì 24 agosto 2011: Fouillouse – Refuge Chambeyron – Pas Souvagea – Pointe de l’Aval – Pas Souvagea – Pont Voutet (+ bicicletta da Pont Voutet a Fouillouse).


Partecipanti: Lusciandro e Soundofsilence.


Lunghezza: 16,2 Km. Circa a piedi + 6 circa in bici.


Dislivello: 1400 circa a piedi + 250 in bici.


Difficoltà: E fino al Pas de la Souvagea, EE il ghiaione fin sotto la cresta de la Pointe de l’Aval per la pendenza e la traccia labile. Al limite dell’EE anche la prima parte del ghiaione scendendo dal Souvagea verso Pont Voutet. La salita alla cresta de la Pointe de l’Aval, che normalmente nelle relazioni che ho letto viene identificata come la cima può essere pure classificata EE perché non presenta alcuna difficoltà tecniche, ma l’esposizione, specie se si raggiunge proprio il punto culminante è notevolissima. Per accedere invece alla vera vetta della Pointe de l’Aval non si passa dalla cresta, ma ci si deve portare alla forcella tra la cresta appunto e il castello di vetta, cosa che si può fare in breve, senza sentiero su terreno di sfasciumi comunque EE.
La salita alla vetta è decisamente meno esposta della cresta ma anche decisamente più difficile, presentando passaggi di terzo grado e credo (anche se non l’ho salita fino in cima, ma mi sono consultato con il mio amico Lusciandro che l’ha fatto) si possa classificare PD.


Percorso in macchina: Da Genova fino a Savona sull’Autostrada dei Fiori, poi fino a Mondovì sulla Savona Torino. Da Mondovì si segue per Cuneo e, poi, per Borgo San Dalmazzo e il Colle della Maddalena. Si segue la strada per il Colle della Maddalena e si svalica in Francia dove si giunge a Larche prima e Meyronnes dopo; si giunge quindi a un bivio dove si prende a destra per Saint-Paul-sur-Ubaye e, raggiuntolo, si svolta a destra sulla D25. Dopo 4,1 Km si incontra il bivio sulla destra per Fouillouse, ma si prosegue dritti e dopo ulteriori 2,8 Km si giunge a Pont Voutè (mi pare il secondo ponte che si incontra lungo questa strada), subito dopo il quale parte un sentiero non segnalato sulla destra; questo è il punto di arrivo dove occorrerebbe, se non si vogliono fare 6 Km e 250 m. di dislivello in più, lasciare un secondo mezzo (noi abbiamo lasciato una bicicletta legata ad un palo). Si ritorna quindi indietro al bivio per Fouillouse e lo si segue per circa 2,8 Km, dove è presente un parcheggio obbligatorio e qui si lascia il primo mezzo.


Percorso a piedi: Dal Parcheggio di Fouillouse si continua sulla strada che attraversa il paesino e poi si prende il sentiero a sinistra (indicazioni per il Refuge Chambeyron). Salendo si incontrano alcune varianti e scorciatoie ma tutte vanno nello stesso posto. Raggiunto il Rifugio lo si supera e 250 metri dopo si trova sulla destra il bivio per i Laghi, mentre si deve continuare a sinistra per il Pas de la Souvagea. Raggiunto il passo si prende l’evidente traccia che risale il ghiaione sulla destra e che con discreta fatica porta sotto la cresta della Pointe de l’Aval che alcuni confondono con la vetta.
Da questo punto è molto breve giungere sulla sommità della cresta (neanche 10 metri), ma anche molto esposto. Per giungere invece alla vera vetta della Pointe de l’Aval bisogna scendere traversando verso sinistra fino a giungere a un colletto tra la cresta e la vetta che è immediatamente a fianco.
Da qui si può salire un ripido camino (passo di III grado) e quindi proseguire più facilmente verso la vetta (descrizione un po’ generica anche perché io non ci sono salito…).
Il ritorno si effettua per la stessa via fino al Pas de la Souvagea, da qui si prende a destra il sentiero su ghiaione che scende ripido nel Vallone dell’Aval, seguendo gli ometti e/o i segni gialli e, a volte, anche tracce non segnate che intersecano e si sostuiscono a quelle ufficiali in modo un po’ misterioso, ma che, comunque, un po’ da un lato della valle, un po’ dall’altro e pure al centro, portano tutte nello stesso posto e, quindi, a Pont Voutet, a 6 Km dal punto di partenza di Fouillouse che occorre raggiungere, se non a piedi, con un secondo mezzo provvidenzialmente lasciato qui.


Conclusioni: Sono rimasto un po’ deluso, più che dalla gita che offre bellissimi punti di vista sui Laghi e sugli Chambeyron, da me stesso che non ho avuto il coraggio di salire in cima alla vera vetta della Pointe de l’Aval, tanto più che qualcuno la classifica EE (valutazione sulla quale non sono per niente d’accordo) né sulla cima della cresta, anche se solo per qualche centimetro…
Ho fatto dei tentativi per salire sulla vera vetta e ho passato anche il punto chiave senza grosse difficoltà, ma per essere più tranquillo per la discesa l’ho provata subito e le difficoltà incontrate nella stessa mi hanno convinto a non proseguire oltre…. Indubbiamente sono episodi che demoralizzano e che potrebbero avere effetti negativi sull’entusiasmo in cui mi butto in nuove ‘imprese’ e esplorazioni: dove voglio mai andare se sono così negato?




Brec de Chambeyron da Fouillouse



Sommet Rouge Pic de Panestrel e Pic de la Foncte Sante più da vicino



Sommet de la Mortice e Sommet Rouge



Sommet de la Mortice Sommet Rouge Pic du Panestrel e de la Foncte Sante ancora più da vicino



La Meyna salendo al Refuge Chambeyron



Lac Premier e Tete de Cibiroles più da lontano



Lac Premier salendo al Pas Souvagea



Lac Premier salendo al Pas Souvagea più scura



Lac Premier salendo al Pas Souvagea molto più da lontano



Lac Premier e Meyna salendo al Pas Souvagea



Lac Premier e Meyna salendo al Pas Souvagea più da lontano



Lac Premier e Meyna salendo al Pas Souvagea ancora più da lontano



Brec Chambeyron Lac Premier e Meyna dal Pas Souvagea



Lac Premiere dal Pas Souvagea



Lac Premier e Meyna dal Pas Souvagea



Lac Neuf Couleurs incompleto Tete de la Frema e Cervet



Lac Neuf Couleurs Tete de la Frema e Cervet



Brec Chambeyron Lac de l'Etoile Lac Noir Lac Long e Lac Rond da cresta Pointe de l'Aval



Brec Chambeyron Lac de l'Etoile Lac Noir Lac Long e Lac Rond da cresta Pointe de l'Aval più da vicino



Lac Noir da cresta Pointe de l'Aval



Brec Chambeyron Lac Noir Lac Long Lac Rond e Lac Premier da cresta Pointe de l'Aval



Brec Chambeyron Lac Neuf Couleurs Lac Noir e Lac Long da cresta Pointe de l'Aval



Brec Chambeyron Lac Long Lac Rond e Lac Premier da cresta Pointe de l'Aval



Brec Chambeyron Lac Long Lac Rond e Lac Premier da cresta Pointe de l'Aval più da lontano



Aiguille Chambeyron da cresta Pointe de l'Aval



Monviso da cresta Pointe de l'Aval più da lontano



Lago glaciale da cresta Pointe de l'Aval



Cresta Pointe de l'Aval da sotto



Guglia Lac Rond e Lac Premier da stto Pointe de l'Aval



Guglia tra Lac Long e Lac Rond da sotto Pointe de l'Aval



Guglia tra lac Long e Lac Rond e Lac Premier da sotto Pointe de l'Aval



Lac Neuf Couleurs incompleto Tete de la Frema e Cervet scendendo al Pas Souvagea



Lac Neuf Couleurs incompleto Tete de la Frema e Cervet scendendo al Pas Souvagea più da vicino



La Meyna e Lac Premier dal Pas Souvagea



Guglie e Bec Roux dal Pas Souvagea più da vicino



Sommet Rouge e Pic de Panestrel scendendo a Pont Voute



Sommet Rouge e Pic de Panestrel scendendo a Pont Voute più da lontano