Aiguille Rouge da Grange Valle Stretta




Domenica 19 giugno 2011: Grange Valle Stretta – Col de Thures – Guglia Rossa – Lac Bellety – Lac Vert – Grange Valle Stretta.


Partecipanti: Dirty Harry, Lusciandro, Maury76 e Soundofsilence.


Lunghezza: circa 20 Km, io ne ho fatti 21,4 Km. grazie a qualche divagazione in cerca del Lac Bellety e simili amenità.


Dislivello: 1070 m. circa, qualcosa in meno trovando subito il Lac Bellety.


Difficoltà: Tutto E, le maggiori difficoltà, anche se relative, sono sulla cresta nord, percorsa da una labile, ma non difficile traccia, resta da vedere come sarebbe percorrerla integralmente fino in vetta (noi ci siamo limitati a farne un pezzo in discesa).


Percorso in macchina: da Genova si prende la A21 fino ad Alessandria, dove si prende la A26 per Torino. A Torino si segue la tangenziale per prendere poi la A32 per Bardonecchia. Giunti a Bardonecchia ci si dirige verso la Francia passando per Melezet e, al confine, si prende a destra per la Valle Stretta, seguendo una strada in buona parte sterrata e piuttosto malconcia e si continua fino al divieto di transito, in corrispondenza del quale si trova un parcheggio sulla destra, poco prima (200 metri) del Rifugio Re Magi e delle case della Grange Valle Stretta.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si prosegue 200 metri lungo la sterrata, per poi prendere a sinistra un sentiero che porta subito al Rifugio 3° Alpini; si continua sul sentiero (Gr5) diretto al Col di Thures. Dopo poco si giunge ad un bivio in corrispondenza di un torrente, dove si deve prendere a sinistra, sempre per il Col di Thures. Si entra quindi nel bosco fino a poi sbucare sui bei prati che precedono il Col di Thures, dove si trova l’omonimo (ma detto anche Lac Chavillon) Lac de Thures. Si prosegue quindi sul Gr5 al centro della valle fino al bivio col Gr5b, che va imboccato sulla sinistra. Si incontra poi un ulteriore bivio con un poco evidente traccia che si stacca sulla sinistra e porta per la massima pendenza al colle sotto la Guglia Rossa (volendo, per far prima, si può seguirlo ed è anche un’alternativa per il ritorno) e lo si ignora per proseguire sul Gr5b; il sentiero aggira il versante meridionale della Guglia Rossa e, quindi, giunge sulla cresta; qui si abbandona il Gr5b per continuare verso nord sulla cresta (indicazioni) fino alla vetta della Guglia Rossa.
Al ritorno si ridiscende fino al colle sottostante, a sud, la Guglia Rossa e si prende la traccia che scende diretta verso ovest; dopo poco meno di 200 metri si lascia anche questa traccia e ci si dirige su una traccia a mezza costa verso nord che taglia pressoché in piano i pendii di sfasciumi della Guglia Rossa. Giunti al limitare della cresta rocciosa soprastante si può risalire il pendio per un’ottantina di metri di dislivello, fino a giungere in cresta; qui si può quindi seguire una chiara traccia che ne segue il filo verso sinistra permettendo di vedere alcune interessanti guglie rocciose.
Giunti sopra il Lac de Thures vi si può quindi scendere direttamente per prati. Dalla sponda nord del Lac de Thures si può seguire una traccia sulla sinistra del boschetto sovrastante il lago che si dirige verso sud-ovest. Occorre proseguire per circa 500 metri e 100 di dislivello, occorre però, giunti su un ripiano erboso, abbandonare la traccia seguita per dirigersi a sinistra verso il lago di Bellety, comunque, da qui, non facilmente visibile. Si ridiscende quindi al Lac de Thures e si torna alla Grange Valle Stretta per il sentiero dell’andata.
Dalla Grange merita una visita il Lago Verde che si può raggiungere proseguendo sulla sterrata verso nord-ovest per circa 1,5 Km e poi svoltare a destra (indicazioni) su una traccia nel bosco che conduce in altri 500 metri al bellissimo Lago; si torna quindi per il sentiero dell’andata.


Conclusioni: Dalla vista che si ha dalla sterrata e dal parcheggio le aspettative sono molte: date le pareti dolomitiche che circondano la valle, tra cui colpiscono particolarmente i Serous e un magnifico torrione rosso a sud-est, nonché i Re Magi; in realtà, però, almeno per i miei gusti un po’ strani, la Guglia Rossa, pur permettendo di vedere tutto, rimane un pò isolata al centro, permette di vedere tutto, ma non di sentirsi "al centro dell'azione", le cose che più mi piacciono sono in effetti un po’ troppo distanti e non sempre dal loro lato migliore.
Molto belli invece i 3 laghi visti: imperdibili i colori del lago verde, particolare il Lago Bellety diviso in due parti di due colori diversi da un’isola erbosa e in stupenda panoramica posizione e pittoresco anche il Lac de Thures grazie anche al magnifico sfondo di cime; infine da notare alcune formazioni rocciose che ricordano i ‘camini delle fate’ della Cappadocia, che si scorgono dal Gr5B, in lontananza, sul sentiero (Gr5) proveniente dalla Chapelle des Ames.




Grange Valle Stretta Thabor e Serous



Thabor e Serous salendo verso Col de Thures più da vicino



Thabor e Serous salendo verso Col de Thures più da lontano



Punta Baldassarre salendo al Col de Thures



Thabor e Serous salendo verso Col de Thures più da sinistra



Sentiero e Re Magi avvicinandosi al Col de Thures



Maury Gromit e Massimo con Aiguille Rouge sullo sfondo



Lac de Thures parte sinistra e Pic de Rochebrune



Re Magi dal Lac de Thures



Thabor e Serous dal Lac de Thures



Aiguille Rouge e Lac de Thures vista parziale molto più da vicino



Lac de Thures e Aiguille Rouge più chiara



Lac de Thures e Re Magi



Serous Lac de Thures e Re Magi



Lac de Thures Thabor e Serous



Prati e Pic de Rochebrune andando all'Aiguille Rouge



Prati e Aiguille Rouge andandovi



Sentiero e Re Magi andando all'Aiguille Rouge



'Camini Fate' superiori andando all'Aiguille Rouge primo piano più da lontano



'Camini Fate' inferiori andando all'Aiguille Rouge più da vicino



'Camini Fate' andando all'Aiguille Rouge vista completa più da vicino



'Camini Fate' andando all'Aiguille Rouge vista completa primo piano



Aiguille Rouge salendovi



Sommet du Charra e Rochers de Barrabas



Sommet du Charra Rochers de Barrabas e Sommet de Guiau più da lontano



Thabor Serous e Cheval Blanc dall'Aiguille Rouge



Torrione tra Lac Bellety e Lac de Thures dall'Aiguille Rouge



Thabor Serous e Cheval Blanc dall'Aiguille Rouge più da lontano



Thabor Serous e Cheval Blanc dall'Aiguille Rouge più da lontano più scura



Grande Ruine e La Meije dall'Aiguille Rouge



Gruppo Ecrins dall'Aiguille Rouge



Vista nord-ovest dall'Aiguille Rouge



La Grande Ruine dall'Aiguille Rouge



Barre des Ecrins e Dome de Neige dall'Aiguille Rouge



Pic de Rochebrune dall'Aiguille Rouge



La Grande Ruine dall'Aiguille Rouge più da vicino



Serous e Cheval Blanc dall'Aiguille Rouge più da vicino



Guglie in cresta Aiguille Rouge dagli sfasciumi sottostanti



Guglia in cresta Aiguille Rouge e Sommet du Charra sullo sfondo



Prato fiorito di Myosotis e Lac de Thures scendendovi



Lac de Thures salendo al Bellety



Lac de Bellety tra Aiguille Rouge e Pic de Rochebrune



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo più da lontano più scura



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo molto più da vicino



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo più da vicino



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo primo piano



Lac de Bellety con Pic de Rochebrune sullo sfondo primo piano più scura



Lac de Thures e Aiguille Rouge scendendovi



Lac de Thures e Aiguille Rouge scendendovi più da vicino



Lac de Thures e Aiguille Rouge scendendovi più da vicino più scura



Lac de Thures a pelo d'acqua Aiguille Rouge e Pic de Rochebrune più da lontano



Rododendri e Pointe de l'Enfourant



Thabor e Serous tornando alla Grange



Rocce e Lago Verde dall'alto



Rocce e Lago Verde dall'alto molto più da vicino



Lago Verde dalla sponda est con ceppo sulla sinistra



Rocce e Lago Verde dall'alto più da vicino



Lago Verde dalla sponda nord



Pino sulla destra e Lago Verde dalla sponda est



Sassi e tronchi in fondo al Lago Verde



Lago Verde con massi dalla sponda nord ancora più da vicino



Lago Verde con massi dalla sponda nord ancora più da lontano



Albero sulla sinistra e Lago Verde dalla sponda est



Lago Verde dall'alto della sponda est



Sassi e tronchi in fondo al Lago Verde più da lontano



Lago Verde dall'alto della sponda est più da destra



Lago Verde dall'alto della sponda est più da sinistra



Lago Verde dall'alto della sponda est più da vicino



Cime alberi e Lago Verde dalla sponda est



Primo piano tronchi sul fondo Lago Verde



Lago Verde dall'alto della sponda est molto più da lontano



Lago Verde dall'alto della sponda est più da lontano



Lago Verde dall'alto della sponda est molto più da lontano



Lago Verde dall'alto della sponda con riflessi



Lago Verde dall'alto della sponda con riflessi più da destra



Lago Verde dall'alto della sponda est da lontanissimo



Masso tronco curvo e Lago Verde dalla sponda est



Spiaggette in sponda sud Lago Verde viste dall'alto della sponda est



Rododendri e Lago Verde



Lago Verde dalla sponda sud



Lago Verde dall'alto della sponda est ancora più da vicino



Tronchi sul fondo da sponda sud Lago Verde



Tronchi sul fondo da sponda sud Lago Verde più da vicino



Rododendri e Lago Verde molto più da lontano



Rododendri e Lago Verde più da lontano