Sassopiatto per la Ferrata Schuster




Lunedì 26 agosto 2012: Forcella Sassolungo (2685) – Rifugio Vicenza (2270) – Ferrata Schuster – Croce Sassopiatto (2955) – Cima Nord Ovest Sassopiatto (2958) – Rifugio Sassopiatto (2300) – Rifugio Pertini (2300) – Passo Sella (2200).


Partecipanti: Em e soundofsilence.


Lunghezza: 12,5 Km. circa.


Dislivello: 900 metri circa contando tutti i saliscendi.


Difficoltà: EEA la parte attrezzata della ferrata, F la parte non attrezzata, EE la cresta e la discesa dal Sassopiatto, tutto il resto E. Nel dettaglio la ferrata presenta un paio di punti un po più difficili, ma non certo impossibili, ma rimane comunque sempre una ferrata di media difficoltà; i punti più complicati sono comunque nella seconda parte, mentre la prima che è stata rifatta recentemente, pur esposta, è sempre ben attrezzata. Riguardo ai lunghi tratti non attrezzati si trovano soprattutto nella prima parte della ferrata e presentano passaggi di II grado e alcuni di primo anche un po’ esposti e continui. La discesa dal Sassopiatto è ripida ma seguendo le evidenti tracce non si dovrebbero avere problemi.


Percorso in macchina: un centinaio di metri prima del Passo Sella, lato val Gardena, si trova uno dei pochi parcheggi liberi disponibili.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si segue l’asfalto in salita verso il Passo e quindi alla partenza dell’Ovovia per la Forcella Sassolungo; qui o si prende l’impianto di risalita o si risale alla forcella tramite il sentiero 525. Dalla Forcella si scende sull’altro versante fino a raggiungere il Rifugio Vicenza. Dal Rifugio si prende sulla sinistra il sentiero segnato per la Ferrata Schuster, che inizia a risalire il ripido ghiaione e, quindi, arriva all’attacco della ferrata vero e proprio. La ferrata termina pochi metri sotto e a sinistra della Croce del Sassopiatto, che si raggiunge senza difficoltà. Noi abbiamo poi seguito la cresta verso nord per giungere alla Cima Nord-ovest e siamo tornati alla croce, per poi scendere lungo il ripido paretone inclinato, seguendo la traccia segnata fino al Rifugio Sassopiatto.
Presso il Rifugio si imbocca il sentiero 557 per il Rifugio Pertini e il Passo Sella. Attraverso vari saliscendi, ma prevalentemente in piano si giunge quindi al Rifugio Pertini e, quindi, proseguendo verso est sempre col sentiero 557, si giunge a svalicare in vista del Passo Sella e qui una sterrata riporta brevemente al punto di partenza; in alternativa in questo punto si può seguire una traccia per prati che taglia in piano tenendosi alta sopra la sterrata e offre migliori panorami, per poi portare alla partenza della funivia presa all’andata.


Conclusioni: Ero già stato al Sassopiatto, salendo direttamente dal Rifugio, ma era una delle poche gite di cui non avevo foto, anche per questo desideravo tornarci, anche se la gita non mi aveva particolarmente entusiasmato; speravo comunque che salire dalla Schuster mi avrebbe consentito di apprezzare bei panorami sul selvaggio mondo di guglie e pareti all’interno del massiccio del Sassolungo, ma, in realtà si è quasi sempre abbastanza incassati tra le pareti per vedere qalcosa di interessante. La cosa più bella resta quindi il panorama di vetta soprattutto su Catinaccio e Sciliar.




Gruppo Sassolungo dal Passo Sella



Torrione a sinistra Forcella Sassolungo primo piano



Forcella Sassolungo con torrione sulla sinistra



Forcella Sassolungo e Punta Cinque Dita scendendo da Forcella Sassolungo più da lontano



Torrioni a sinistra salendo dal Rifugio Vicenza



Piccola guglia in forcella da Ferrata Schuster



Piccola guglia in forcella e Torre Innerkofler da Ferrata Schuster



Torrioni e forcelle da Ferrata Schuster



Piccolo arco naturale in Ferrata Schuster



Torrione sulla sinistra e Sassolungo sulla destra dalla Schuster ancora più dall'alto



Torre Innerkofler e Dente Sassolungo dalla Schuster più da lontano



Torre Innerkofler Dente Sassolungo e torrioncino attaccato dalla Schuster



Dente Sassolungo e torrioncino attaccato primo piano dalla Schuster



Catinaccio da cresta Sassopiatto più da vicino



Catinaccio da cresta Sassopiatto



Pale San Martino da cresta Sassopiatto



Cresta Sassopiatto e Marmolada tra Torre Innerkofler e cima sud-est



Denti Terrarossa e Sciliar da cresta Sassopiatto



Sciliar da cresta Sassopiatto



Croce Sassopiatto e Sassolungo



Catinaccio da Croce Sassopiatto primo piano



Catinaccio da Croce Sassopiatto



Catinaccio e Sciliar da Croce Sassopiatto



Denti Terrarossa e Sciliar da Croce Sassopiatto



Croce Sassopiatto e Sassolungo più da lontano



Sassopiatto sud-est e Pale San Martino più da vicino



Sciliar da Croce Sassopiatto



Sciliar da Croce Sassopiatto più da vicino



Torre Innerkofler Dente Sassolungo e Croce Sassopiatto



Odle e Sassolungo dal Sassopiatto nord-ovest



Torre Innerkofler Dente Sassolungo e Croce Sassopiatto ancora più da vicino



Cresta e Croce Sassopiatto tra Marmolada e Pale San Martino



Croce Sassopiatto e Pale San Martino primo piano



Torre Innerkofler Dente Marmolada e Croce Sassopiatto



Cinque Dita Torre Innerkofler e Dente Sassolungo da Sassopiatto nord-ovest



Sciliar scendendo dal Sassopiatto



Denti Terrarossa e Sciliar scendendo dal Sassopiatto



Staccionata e Sassopiatto



Dente Punta Grohmann e Torre Innerkofler andando verso Passo Sella più da vicino



Gruppo Sassolungo avvicinandosi al Passo Sella