Sasso della Croce




Lunedì 20-7-2009: Ospizio Santa Croce - Sasso della Croce e ritorno


Partecipanti: Andrea e Davide.


Lunghezza: Lunghezza complessiva della gita circa 11Km. A/R. Tempo di salita, tolta la cospicua sosta per sbrogliare la matassa delle imbragature 2 ore e 25 minuti.


Dislivello: 900 metri.


Racconto: Giornata un po’ meno splendida per ampi cumuli pomeridiani, ma ancora senza pioggia. Sfruttiamo le 2 seggiovie da San Leonardo per abbreviare la gita e cercare di arrivare il prima possibile in vetta. Dalla Stazione a Monte si è in breve all’Ospizio Santa Croce e quindi, seguendo il sentiero 7, si arriva ben presto sulle impressionanti bastionate rocciose del Sasso della Croce. Il sentiero è decisamente più semplice del previsto e la buona mezz’ora persa per sbrogliare le imbragature, che, chissà perché, lasciate a sé stesse nello zaino si animano di vita propria e non trovano di meglio che annodarsi inesplicabilmente tra di loro, si rivelerà del tutto inutile tanto che al ritorno faremo a meno di tutte le attrezzature senza alcun problema.
Il percorso fino alla forcella Santa Croce è interessante per le impressionanti vedute sulle incombenti precipiti pareti del Sasso della Croce. Dopo la Forcella occorre lasciare il sentiero 7 per seguire il 7b che porta senza più alcuna attrezzatura né difficoltà alla vetta. Dalla cima, oltre la veduta sui gruppi dolomitici consueti, ho particolarmente apprezzato quella sulle stratificazioni dei vicini Sasso delle Dieci e delle Nove. Per il ritorno scegliamo di scendere, invece di seguire il 7b, direttamente sulla cresta; percorso decisamente consigliabile per le vertiginose vedute sulle strapiombanti gialle pareti pareti, ma da affrontare con un minimo da attenzione, data la mancanza di qualsivoglia ringhiera…
Raggiunta la forcella proseguiamo invece per lo stesso percorso dell’andata fino alla stazione della seggiovia da dove siamo partiti.




Alberi e Sasso della Croce in controluce



Sasso della Croce in controluce dal ghiaione



Sasso delle Dieci



Sasso delle Nove



Stratificazioni Piz Parom e Piz Stiga più da vicino



Sasso delle Dieci e delle Nove più da lontano



Lavarella e Settsass salendo al Sasso della Croce



Gruppo Sella Puez e croce di vetta dal Sasso della Croce



Lavarella nella nebbia dal Sasso della Croce



Primo piano Cima Nove dal Sasso della Croce



Primo piano Cima Nove dal Sasso della Croce più da lontano



Cima Dieci e Cima Nove dal Sasso della Croce



Cima Dieci e Cima Nove dal Sasso della Croce molto più da vicino



Cima Dieci e Cima Nove dal Sasso della Croce primo piano



Cima Dieci e Cima Nove dal Sasso della Croce molto più da vicino e da destra



Cima Dieci e Cima Nove dal Sasso della Crocepiù da vicino e da destra



Lavarella dal Sasso della Croce



Croce di vetta Puez e Sass de Putia dal Sasso della Croce



Sasso della Croce e parete verticale dalla cresta



Parete verticale Sasso della Croce e Gruppo Sella dalla cresta



Sasso della Croce delle Dieci delle Nove e parete verticale dalla cresta



Pareti verticali Sasso della Croce scendendo dalla Forcella



Pareti verticali Sasso della Croce scendendo dalla Forcella più da vicino



Pareti incombenti scendendo dal Sasso della Croce più da lontano



Sasso della Croce scendendo



Sasso della Croce scendendo più da vicino



3 Guglie in Sasso della Croce e Sass de Putia primo piano



3 Guglie in Sasso della Croce e Sass de Putia primo piano più da vicino



Pareti incombenti Sasso della Croce e torrione separato scendendo