Cima Piatta Alta da Ferrara Vecchia




Venerdì 23 agosto 2012: Ferrara Vecchia (1310) – Lago Malga di Mezzo (2.222) – Forcella del Lago (2545) – Cima Piatta Alta (2905) – Croda dei Baranci (2922) e ritorno.


Partecipanti: Em e soundofsilence.


Lunghezza: 15 Km. circa.


Dislivello: 1630 circa.


Difficoltà: La salita alla Cima Piatta Alta è quasi tutta E, tranne un passo sicuramente più che di primo grado nel punto che la cengia imboccata dalla Forcella del Lago inizia a salire in un canalino. Il passaggio non è semplicissimo ma la assoluta mancanza di esposizione lo rende fattibile escursionisticamente, quindi EE. Altro discorso per la Croda dei Baranci, dove la valutazione per il breve itinerario di cresta direi che può essere F, o al massimo EEA, in quanto non è una cattiva idea usare l’imbragatura per il breve camino di II grado che dà accesso alla vetta in modo da assicurarsi ai fittoni della corda presenti in loco. Il camino testè nominato è indubbiamente il punto chiave e anche con la corda in loco non è semplicissimo, specie in discesa; il resto della cresta è più semplice e nel punto più esposto vi è una catena a cui ricorrere.


Percorso in macchina: la località di partenza (Ferrara Vecchia) si raggiunge percorrendo la Val Pusteria fino a Dobbiaco e quindi svoltando a destra (sud) per Misurina. Si passa il Lago di Dobbiaco e circa 5,6 km dopo aver svoltato si raggiunge Ferrara Vecchia dove sulla destra si può parcheggiare e a sinistra inizia il sentiero.


Percorso a piedi: dal parcheggio si attraversa la strada e seguendo i cartelli indicatori si attraversano i prati verso est, per inoltrarsi subito nel bosco in ripida salita. Si attraversa quindi il torrente una prima volta e poi una seconda in corrispondenza di una cascata (Fonte) e quindi si riprende la ripida salita nel bosco. Superato il bosco si incontra prima una radura e si riprende a salire fino al bel Lago Malga di Mezzo.
Dal Lago ci si dirige sui ghiaoni verso sud-est (sempre sentiero segnato 9) e li si risalgono a tornanti e decisamente più ripidamente poco prima di giungere alla Forcella. Dalla Forcella si prende quasi in piano, a sinistra, una traccia prima verso est e poi verso nord che imbocca una comoda cengia con un breve tratto attrezzato quasi superfluo. Esaurita la cengia pianeggiante si prende a sinistra un ripido canalino (un passo di II) e si continua a salire verso la lunga cresta della Cima Piatta Alta, che si raggiunge senza ulteriori difficoltà. Si percorre quindi la facile e non ripida cresta (qualche punto leggermente esposto) fino all’ampia vetta. Per raggiungere la vicinissima vetta della Croda dei Baranci si scende brevemente (una decina di metri) alla selletta sottostante a nord della Cima Piatta Alta e si arriva quindi al primo risalto della cresta che adduce alla seconda vetta; questo primo risalto può essere salito direttamente per il filo (come indicano alcuni ometti) o evitato sulla destra per facili gradoni che permettono comunque di raggiungere poco più avanti la sommità della predetta cresta. Si continua quindi sempre sul filo, per poi passare a destra in un tratto esposto e assicurato e quindi affrontare il ripido camino finale. Si torna quindi per la stessa strada.


Conclusioni: Gita veramente stupenda, peccato che, a dispetto delle ottime previsioni, non abbiamo avuto la bella giornata che meritava, ma una delle più brutte del nostro soggiorno. Nonostante questo abbiamo apprezzato moltissimo l’escursione che, passato il bel Lago di Malga di Mezzo e raggiunta la successiva forcella, offre, da questo punto in poi, panorami incomparabili soprattutto sulle 3 Cime e su tutte le dolomiti di Sesto. La cavalcata di cresta è veramente entusiasmante e la Croda dei Baranci offre la giusta ciliegina sulla torta a chi ama raggiungere vette un po’ più aeree, pur in tutta sicurezza. Unica nota stonata il grande traliccio di vetta sulla Cima Piatta Alta e la vicina antenna che rovinano la vista quando ci si sposta sulla seconda vetta. La già magnifica escursione può essere ulteriormente migliorata facendo il ritorno in traversata scendendo dalla Forcella del Lago verso il Rifugio 3 Scarperi, occorre però, in questo caso, prevedere un mezzo alternativo per il ritorno a Ferrara Vecchia.




Lago Malga di Mezzo da sopra



Lago Malga di Mezzo dalla sponda nord più da vicino



Lago Malga di Mezzo dalla sponda est



Lago Malga di Mezzo dalla sponda est più scura



Lago Malga di Mezzo dall'alto più da vicino



Lago Malga di Mezzo dall'alto più da lontano



Torrione in pareti Cima Bulla salendo a Forcella del Lago



Croda Toni Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime da Forcella del Lago



Croda Toni Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime da Forcella del Lago



Paterno e Torre Scarperi dalla Forcella del Lago



Punta 3 Scarperi dalla Forcella del Lago primo piano



Croda Toni Torre Toblin e Paterno dalla Forcella del Lago



Torre Scarperi e 3 Cime salendo alla Cima Piatta



Croda Toni Torre Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime salendo a Cima Piatta



Persone su cengia salendo a Cima Piatta



Croda Toni Torre Toblin e Paterno salendo a Cima Piatta



Croda Rondoi con Monte Rudo che spunta salendo a Cima Piatta



Monte Rudo primo piano



Croda Rondoi con Monte Rudo che spunta salendo a Cima Piatta



Enrico in cengia verso Cima Piatta



Cresta e parete Cima Piatta salendola



Croda Baranci da Cima Piatta più da vicino



Lago Malga di Mezzo dalla Cima Piatta Alta



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Cima Piatta



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Cima Piatta più da vicino



Laghetto ceruleo da Cima Piatta



Laghetto ceruleo da Cima Piatta primo piano più scura



Punta 3 Scarperi e Cima Piatta di Mezzo dalla Alta



Passaggio attrezzato salendo Croda Baranci



Passaggio attrezzato salendo Croda Baranci più da vicino



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Croda Baranci



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Croda Baranci più da vicino



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Croda Baranci più da lontano



Cima Piatta di Mezzo Toblin Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime da Croda Baranci



Punta 3 Scarperi Cima Piatta di Mezzo e Paterno da Croda Baranci



Cima Piatta Alta da Croda dei Baranci



Cresta Croda Baranci e Cima Piatta più da vicino



Croda Baranci scendendola



Croce Croda Baranci scendendola



Croda Rondoi Monte Rudo Cadini e Cime Bulla da Cima Piatta più da vicino senza nuvole



Punta 3 Scarperi e Cima Piatta di Mezzo dalla Alta più da vicino



Torre Scarperi 3 Cime e Croda Baranci da Cima Piatta



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime da Cima Piatta



Torre Scarperi 3 Cime Croda Baranci Monte Rudo e Cime Bulla da Cima Piatta



Vista da Paterno a Cime Bulla da Cima Piatta più da vicino



Rocca dei Baranci da Cima Piatta



Croda Baranci da Cima Piatta ancora più da vicino



Punta 3 Scarperi sopra Cima Piatta di Mezzo scendendo dalla Alta



Torre Scaperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla scendendo da Cima Piatta



Paterno Toblin 3 Cime e Croda Rondoi scendendo da Cima Piatta



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta



Cresta gradonata Cima Piatta e vista da Paterno a Cime Bulla



Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla scendendo Cima Piatta



Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla scendendo Cima Piatta



Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla scendendo Cima Piatta primo piano



Paterno Passaporto Toblin 3 Cime e Croda Rondoi scendendo da Cima Piatta



Cresta e parete Cima Piatta scendendola



Cresta Cima Piatta Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla



Paterno Torre Scarperi 3 Cime e cresta rossastra Cima Piatta



Sentiero in cresta Cima Piatta Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi Monte Rudo e Cime Bulla



Sentiero in cresta Cima Piatta Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi e Monte Rudo



Massi in cresta Cima Piatta Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi e Monte Rudo



Cima Piatta di Mezzo scendendo dalla Alta



Masso in cresta Cima Piatta e vista su Paterno Scarperi e 3 Cime



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta



Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi e Monte Rudo scendendo da Cima Piatta



Croda Toni Paterno e Passaporto scendendo da Cima Piatta



Croda Toni Paterno Torre Scaperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta



Croda Toni e Paterno scendendo da Cima Piatta



Torre Scarperi 3 Cime Croda Rondoi e Monte Rudo scendendo da Cima Piatta più da lontano



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più scura



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da vicino



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da lontano



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da vicino



Croda Toni Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da vicino più scura



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da sinistra



Vista da Punta Lavina Bianca a Croda Rondoi scendendo da Cima Piatta



Croda Toni Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da vicino



Croda Toni Toblin Paterno Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da vicino



Croda de Toni Toblin Paterno e Passaporto scendendo da Cima Piatta



Paterno Passaporto Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta ancora più da vicino



Torre Scarperi e 3 Cime scendendo da Cima Piatta più da sinistra



Lago Malga di Mezzo dalla sponda nord e Forcella del Lago



Lago Malga di Mezzo dalla sponda nord primo piano



Lago Malga di Mezzo dalla sponda nord primo piano più da lontano



Lago Malga di Mezzo da poco sopra



Cima Piatta Alta tornando a Ferrara Vecchia