Pietra di Bismantova




Mercoledì 25 maggio 2016: Piazzale Dante (875) – Pietra Bismantova (1035) – Campo Pianelli (835) – Piazzale Dante (875).


Partecipanti: Piera e soundofsilence.


Lunghezza: 6,7 Km. circa il percorso pulito, 7,9 i Km percorsi da noi.


Dislivello: 500 m. circa il dislivello fatto da noi.


Difficoltà: EE la discesa e la risalita del sentierino segnato in blu che attraversa la parete sud ovest della Pietra, sentiero che richiede l’uso della mani ma senza particolari difficoltà. Ripida poi la discesa verso Campo Pianelli per il sentiero 699 e la risalita finale nel bosco verso il sentiero del ritorno, ma direi che restiamo nell’E, tutto il resto decisamente E, facendo attenzione a non sporgersi troppo dalle falesie della Pietra….


Percorso in macchina: Io in realtà sono partito da Cremona, ma descriverò, come al solito, il percorso in partenza da Genova. Da Genova quindi si prende l’autostrada a12 fino ad Aulla, quindi si imbocca la SS62 per il Cerreto e la si segue passando Fivizzano e quindi arrivando al valico. Si scende quindi fino a Castelnuovo nei Monti, dove si prende a destra Via Bismantova, seguendo appunto le indicazioni per la Pietra che portano fino a Piazzale Dante, dove si parcheggia.


Percorso a piedi: dal parcheggio si prende la scalinata che va verso il ristorante della Pietra, si gira quindi a sinistra al bivio per l’Eremo (attualmente l’accesso a quest’ultimo è chiuso da una recinzione, ma è possibile comunque passare a destra della stessa, come abbiamo fatto noi, per vederlo comunque, anche se purtroppo è avvolto in impalcature, a seguito della grande frana che in parte lo ha colpito, sconsigliabile in ogni caso farlo in caso di maltempo per possibili ulteriori cadute di pietre) e si passa davanti al predetto ristorante, giungendo quindi, dopo nemmeno 100 metri, ad un bivio, dove prendiamo a destra. Cento metri dopo il bivio possiamo notare sulla destra i segni blu che portano alle pareti e che permettono di risalirle facilmente con un percorso che esploreremo in seguito. Continuiamo invece sul sentiero principale sotto la precipite parete sud della Pietra per altri 100 metri, per poi curvare verso destra, iniziando quindi il percorso sotto la parete ovest. Percorsa quindi anche la base della parete ovest il sentiero piega a destra (bivio, proseguendo dritti si arriva invece nei pressi dell’arrivo della ferrata) e in circa 100 metri giunge ad un ulteriore bivio: andando dritti (sinistra) si percorre una scorciatoia che porta più velocemente in vetta, ma salta alcuni punti panoramici (per rendermene conto ho percorso questo tratto di neanche 100 metri avanti e indietro), consigliabile quindi prendere a destra e giungere così in circa 200 metri sul bordo della falesia che occorre poi percorrere per godere di tutti i magnifici punti di vista che offre. Giunti quindi sul bordo della falesia possiamo notare, subito a sinistra, un sentierino marcato con bolli blu che scende una ripida gola tra le pareti. E’ indubbiamente interessante scenderlo, e così ho fatto, per poi ritornare in cima per la stessa via, meglio indubbiamente potrebbe essere percorrerlo una sola volta in salita, giungendo così più brevemente, e in definitiva senza perdere niente, al primo dei punti panoramici. In ogni caso la brevità delle distanze e la bellezza dei panorami consigliano un’esplorazione approfondita che non disdegni anche passare due volte dallo stesso punto… Fatta questa interessante digressione iniziamo a seguire il bordo della falesia verso est, incontrando vari magnifici punti panoramici, quindi un palo d’orientamento che indica le principali vette visibili, Trecento metri dopo il palo, e dopo alcuni altri punti panoramici, giungiamo quindi al punto di arrivo della scorciatoia citata in precedenza e proseguiamo comunque in bordo falesia per giungere poi in vetta dopo ulteriori 250 metri. Passata anche la poco distinguibile vetta, iniziamo a scendere sempre in bordo falesia, giungendo in circa 200 metri al punto di arrivo della ferrata (precipite scala in ferro); qui lasciamo per un attimo il sentiero, che piega a sinistra lasciando il bordo falesia, per continuare lungo lo stesso per neanche 100 metri per raggiungere l’ultimo punto panoramico. Visitato apppunto l’ultimo punto panoramico torniamo sui nostri passi e imbocchiamo il sentiero predetto verso destra. Dopo poco giungiamo ad un bivio, dove prendiamo a destra e in 170 metri circa ci troviamo ad un altro bivio: a sinistra il sentiero Spallanzani (697), a destra il sentiero 699 per Campo Pianelli, che imbocchiamo. Scendiamo quindi ripidamente fino a Campo Pianelli, dove, in breve, seguendo le indicazioni per un sito archeologico che non abbiamo trovato, possiamo invece giungere su un bel prato con pittoresca vista sulla Pietra. Torniamo quindi brevemente indietro e imbocchiamo il sentiero sulla sinistra per Piazzale Dante.che raggiungiamo in meno di mezz’ora di cammino, godendo di belle viste sulle pareti orientali della Pietra. Indubbiamente a Piazzale Dante l’escursione potrebbe anche considerarsi conclusa proficuamente, ma la brevità del percorso ci ha consigliato di tentare un ulteriore giro nella speranza di nuovi interessanti panorami, speranza che però è andata delusa, quindi potrebbe essere preferibile provare eventualmente un percorso diverso. In ogni caso da Piazzale Dante abbiamo ripreso la scalinata e siamo giunti fino al primo bivio, prendendo questa volta a sinistra, il sentiero di sotto in leggera discesa. Dopo circa 400 metri giungiamo su una strada asfaltata che imbocchiamo verso destra in salita. Percorriamo quindi la strada asfaltata per meno di 200 metri e ci troviamo ad un bivio: a sinistra il sentiero prosegue per Campo Pianelli, mentre a destra una ripida traccia risale il bosco e riporta al sentiero sotto le pareti occidentali della Pietra. Prendiamo quindi a destra e quindi giungiamo sul sentiero già percorso all’andata e lo imbocchiamo verso destra, tornando in breve al parcheggio di Piazzale Dante.


Conclusioni: Gita breve per cui può bastare ampliamente mezza giornata, ma data la bellezza dei posti non è certo uno spreco fermarsi anche una giornata intera per esplorare meglio i tanti sentieri e godere con tranquillità degli stupendi panorami. In definitiva il posto è veramente bello e merita sicuramente il viaggio, assolutamente consigliabile venirci almeno una volta, io magari ci tornerò anche un’altra per provare pure la ferrata e completare l’esplorazione dei sentieri….




Pietra Bismantova da Piazzale Dante



Pietra Bismantova da Piazzale Dante



Pietra Bismantova da sotto



Verdi colline salendo alla Pietra di Bismantova



Parete Pietra Bismantova da sotto



Biscia scolpita su pietra salendo alla Pietra di Bismantova



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline



Contrafforte Pietra Bismantova e Piazzale Dante sotto



Verde sentiero in altopiano sommitale Pietra Bismantova e Ventasso sullo sfondo



Sperone Pietra Bismantova con Ventasso sullo sfondo



Terrazzino in Pietra Bismantova e Cusna sullo sfondo



Canale discesa sentiero blu da Pietra Bismantova



Terrazzino su sentiero blu e Monte Cusna



Pareti Pietra Bismantova scendendo dal sentiero blu



Segnavia blu



Dirupi Pietra Bismantova con verdi colline sotto



Parete Pietra Bismantova e verdi colline



Parete Pietra Bismantova e verdi colline



Lastrone a strapiombo in Pietra Bismantova e Cusna sullo sfondo



Tavolino in pietra in altopiano sommitale Pietra Bismantova



Terrazzi strapiombanti in Pietra Bismantova e Ventasso sullo sfondo



Terrazzi strapiombanti in Pietra Bismantova e verdi colline



Lastrone a strapiombo in Pietra Bismantova e Cusna sullo sfondo



Piera su terrazzo a strapiombo in Pietra Bismantova e Ventasso sullo sfondo



Terrazzo a strapiombo in Pietra Bismantova e Ventasso sullo sfondo



Terrazzo a strapiombo in Pietra Bismantova e verdi colline



Palo d'orientamento su altopiano sommitale Pietra Bismantova



Sperone Pietra Bismantova e Cusna sullo sfondo



Punto distacco frana e verdi colline da Pietra Bismantova



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline più da vicino



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline più da vicino



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline più da vicino



Terrazzo e sperone in Pietra Bismantova



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline



Sperone Pietra Bismantova e verdi colline



Verdi colline dalla Pietra di Bismantova



Parte terminale altopiano sommitale Pietra Bismantova e verdi colline



Arrivo ferrata e verdi colline in Pietra Bismantova



Parete Pietra Bismantova e Monte Cusna



Campo Pianelli



Pietra Bismantova da Campo Pianelli



Staccionata e Pietra Bismantova da Campo Pianelli



Maggiociondolo e Pietra Bismantova da Campo Pianelli



Cartello per sito archeologico Campo Pianelli



'Affresco' su roccia e Pietra Bismantova



Campo Pianelli tornando a Piazzale Dante



Pietra Bismantova tornando a Piazzale Dante



Pietra Bismantova tornando a Piazzale Dante



Pietra Bismantova tornando a Piazzale Dante



Pietra Bismantova tornando a Piazzale Dante



Pietra Bismantova tornando a Piazzale Dante



Ristorante San Benedetto e Pietra Bismantova



Pietra Bismantova avvicinandosi a Piazzale Dante



Monte Cusna tornando a Piazzale Dante



Pareti Pietra Bismantova da sotto



Inizio sentiero blu



Parete Pietra Bismantova da eremo



Portale Eremo Pietra



Pietra Bismantova da Piazzale Dante più da vicino