Anello creste calanchi Sottovalle da Valmanzini




Domenica 21 maggio 2017: Sterrata Valmanzini (370) – Calanchi (320) – Sterrata Valmanzini (370).


Partecipanti: soundofsilence.


Lunghezza: 5,4 Km. il percorso da me effettuato.


Dislivello: 200 m. circa.


Difficoltà: EE tutte le creste calanchive, che, pur non troppo esposte e ripide, vanno percorse con attenzione e, aggiungerei, rispetto, magari non usando i bastoncini da trekking che possono rovinarle più del necessario. T la strada asfaltata, il resto direi anche EE, se non altro per la necessità di orientamento non così semplice, data la mancanza di sentieri segnati e anche di sentieri tout-court…


Percorso in macchina: da Genova in autostrada fino ad Isola del Cantone, quindi si procede sulla Sp35 in direzione Milano superando subito l’abitato di Pietrabissara e, quindi, svoltando a sinistra per Sottovalle. Si prosegue dunque fino al paese e lo si oltrepassa continuando per circa 850 metri dalla fine del paese, finche non troviamo sulla destra una sterrata segnalata con il cartello “Valmanzini”, pochi metri prima della quale parcheggiamo sulla sinistra sul prato a fianco alla strada.


Percorso a piedi: Dal parcheggio imbocchiamo subito la sterrata segnalata col cartello “Valmanzini” e la seguiamo per poco più di 300 metri, qui ci troviamo sotto delle formazioni calanchive sulla destra e proseguiamo quindi pochi metri fino alla fine delle stesse, dove una traccia appena accennata ci consente di seguirne il ciglio quasi interamente. Giunti quindi sul punto più alto, prima del quale possiamo anche percorrere qualche passo sulla cresta calanchiva, scendiamo sul ciglio opposto dei calanchi e torniamo sulla strada deviando ripidamente a destra poco prima di giungere ad un orto cintato (volendo si può anche costeggiare l’orto e quindi giungere più facilmente alla sterrata): Tornati alla strada possiamo anche provare a salire una o due creste calanchive, ma non è consigliabile cercare di arrivare fino in cima data la ripidità delle stesse. In ogni caso finita la visita a questa prima, e minore, zona calanchiva, prendiamo a sinistra, proprio di fronte ai calanchi, una carrareccia che ci porta subito in un prato. Dal prato continuiamo su vaghe tracce in direzione sud-ovest, fino a giungere ad una cresta calanchiva; qui proseguiamo sulla destra della stessa per poi girare a sinistra e ritrovarci alla base dei calanchi. Fin qui abbiamo seguito una traccia comunque abbastanza chiara, che da qui in poi non esiste più; dobbiamo comunque proseguire in direzione sud-ovest passando nella zona più pulita (nel senso di quella con meno vegetazione) e tenendoci a destra e paralleli ad un rio. In circa 120 metri giungiamo quindi ad un altro rio che ci sbarra la strada, protetto da sponde ripide e piuttosto infrascate; occorre quindi trovare il punto giusto per guadarlo individuando un’apertura nella vegetazione, a cui però corrisponde una ripida scarpata sull’altra sponda, superabile con l’aiuto di alcune radici. Subito attraversato il rio incrociamo una traccia nell’erba alta, che imbocchiamo verso sinistra. La traccia segue il perimetro di un bel prato fiorito, prima verso sud e poi verso ovest, fino ad arrivare alla base dei calanchi. Qui seguiamo la base dei calanchi verso destra e li contorniamo fino alla loro fine. Qui la traccia continua chiara sul margine ovest del prato (il lato opposto a quello percorso in precedenza), attraversa una piccola zona calanchiva e quindi giunge ad un nuovo prato. Continuando a seguire la traccia, sempre sul limitare del prato, scorgiamo a sinistra un cancello, e quindi giungiamo ad una prima cresta calanchiva, con vista ad altre di fronte ben più ripide. Abbordiamo quindi la prima cresta calanchiva che, dopo un po’, si assottiglia al punto di rendere difficile il proseguimento, occorre quindi scendere brevemente a sinistra, dove anche una rete metallica può aiutare nel proseguimento. Giungiamo quindi praticamente in cima alla cresta, dove un albero rende difficile il passaggio, qui possiamo anche fare una breve deviazione a destra per scendere sul panoramico ciglio dei calanchi, per poi tornare a combattere con l’albero per passare. Passato l’albero giungiamo nel terreno di una casa in costruzione, dove prendiamo a destra, continuando a seguire il più possibile il ciglio dei calanchi. Giungiamo in fine su una stradina asfaltata che imbocchiamo verso destra e, passata una panchina a fianco di un albero, conviene abbandonare la strada puntando ad una sterrata in discesa tra i campi a fianco dei calanchi, che si raggiunge saltando giù da un muretto. Sarebbe possibile anche continuare su asfalto ed intercettare la sterrata dal suo inizio, ma lo sconsiglio perché si passa nel terreno di una villa con cane e potrebbe essere spiacevole. La sterrata scende quindi a fianco alle coltivazioni e ad un recinto (offrendo comunque qualche punto di vista, un po’ da ricercare comunque, sugli adiacenti calanchi), prima larga, per poi restingersi fino a diventare ripido sentiero che in breve giunge in fondovalle, dove seguiamo la traccia verso destra, che, in breve, ci riporta alla base della cresta calanchiva da cui siamo saliti. Qui torniamo sui nostri passi per un centinaio di metri, trovandoci così all’incrocio tra le tracce che contornano il prato fiorito una a ovest e una a est, nell’occasione prendiamo quella ad est (sinistra) e la seguiamo fino a trovarci di fronte alla cresta calanchiva più sporgente, verso la quale ci dirigiamo senza traccia. Saliamo quindi la cresta calanchiva (ripida in un punto in corrispondenza di un albero) e giunti in cima incrociamo una carrareccia prospiciente a delle vigne, che imbocchiamo verso sinistra. La carrareccia sfiora il ciglio dei calanchi e ci offre vedute molto belle, fino a raggiungere una sterrata che prosegue il percorso della carrareccia, sempre sul bordo dei calanchi Qui può essere interessante scavalcarne (facilmente) la recinzione per affacciarsi meglio sul ciglio dei calanchi, cosa che comunque in questo punto richiede notevole attenzione data la non poca esposizione. La sterrata si immette poi su strada asfaltata che imbocchia verso sinistra in discesa. In circa 70 metri arriviamo poi sulla strada su cui abbiamo parcheggiato la macchina (che si trova però a 1,2 Km. circa di distanza) e la imbocchiamo verso sinistra in salita. Dopo neanche 200 metri, nei pressi di un rudere sulla destra (attorno al quale la strada compie un tornante), si apre invece sulla sinistra il magnifico prato delimitato dai calanchi.di cui abbiamo percorso in precedenza la parte nord, ma lo tralasciamo per continuare sull’asfalto in salita per quasi un Km. e, 90 metri prima di giungere al bivio per la sterrata imboccata all’inizio, facciamo una breve deviazione sulla destra su un prato che ci consente una bella vista su ulteriori calanchi; torniamo quindi sull’asafalto e in poco più di 100 metri giungiamo al parcheggio.


Conclusioni: breve gita di mezza giornata, con percorso leggermente alternativo a quello proposto in precedenza su questo sito, ma parimenti altamente panoramica in quasi tutto il suo sviluppo, con viste sempre variate e spettacolari su vari gruppi di calanchi. Veramente suggestiva, tra incantevoli prati e pittoreschi calanchi, emozionante e spettacolare poi il percorso sulle creste: una gita da non perdere! Peccato soltanto aver mancato la fioritura delle orchidee, che mi dicono essere spettacolare, certo che, comunque, anche quella delle margherite non era niente male….




Duna calanchiva con palo in cima



Duna calanchiva con palo in cima più da vicino



Sterrata Valmanzini da cima duna calanchiva



Sommità duna calanchiva sopra sterrata Valmanzini



Sentiero su cresta calanchiva e due principali zone calanchive sullo sfondo



Zona calanchiva di sinistra sopra prato fiorito



Zona calanchiva di destra con case sopra



Sentiero su cresta calanchiva



Calanchi sotto sentiero



Base calanchi sotto il sentiero



Zona calanchiva di sinistra sopra prato fiorito



Guado Rio Costa delle Vigne



Prato di margherite e cresta calanchiva



Miriade di margherite a Sottovalle



Prato di margherite e zona calanchiva sinistra più da vicino



Prato di margherite e creste calanchive



Prato di margherite e creste calanchive più da lontano



Prato di margherite e creste calanchive



Prato di margherite e creste calanchive più da lontano



Prato di margherite e creste calanchive più da lontano



Prato di margherite e creste calanchive



Prato di margherite e creste calanchive più da lontano



Prato davanti a zona calanchiva di sinistra



Prato di margherite e cresta calanchiva da parcheggio



Vista completa calanchi dal parcheggio



Prato davanti a zona calanchiva di sinistra dal parcheggio



Creste calanchive da sotto



Prato di Margherite e cresta calanchiva da passaggio tra prati



Creste calanchive da sotto



Prato di margherite e zona calanchiva di sinistra da secondo prato



Prato di margherite



Creste calanchive di destra



Cresta calanchiva da salire



Zona calanchiva di destra salendo la cresta



Cresta calanchiva da salire



Cresta calanchiva salita



Prato sottostante da cresta calanchiva salita



Cresta calanchiva salita con recinto a fianco



Creste calanchive e prato sottostante dalla cima



Creste calanchive e prato sottostante dalla cima



Cresta calanchiva percorsa da ciglio calanchi



Creste calanchive da ciglio calanchi



Creste calanchive da ciglio calanchi



Cresta calanchive spuntano tra la vegetazione



Creste calanchive dalla sommità



Creste calanchive scendendo ai prati



Balla di fieno e prato di margherite



Prato di margherite e cresta calanchiva



Miriadi di margherite a Sottovalle



Prato di Margherite con calanchi sullo sfondo



Cresta calanchiva salendola



Zona calanchiva di sinistra e prato margherite salendo cresta



Cresta calanchiva salendola



Anfiteatro calanchi salendo cresta



Cresta salita e prato di margherite



Anfiteatro calanchi salendo cresta



Creste calanchive parallele e prato di margherite



Cresta calanchiva salendola



Creste calanchive e prato di Margherite salendone una



Creste calanchive a fianco salendone una



Creste calanchive e prato di margherite salendone una



Creste calanchive salendone una



Creste calanchive dalla sommità



Cresta calanchiva percorsa dalla sommità



Cresta calanchiva percorsa dalla sommità più da lontano



Creste calanchive parallele e prato di margherite



Creste calanchive parallele e prato di margherite più da lontano



Creste calanchive sotto Rocca Crovaglia



Anfiteatro calanchivo tra prato di margherite e Rocca Crovaglia



Anfiteatro calanchivo attorno a prato di margherite



Anfiteatro calanchivo tra prato di margherite e Rocca Crovaglia



Anfiteatro calanchivo attorno a prato di margherite



Anfiteatro calanchivo tra prato di margherite e Rocca Crovaglia



Anfiteatro calanchivo attorno a prato di margherite



Cresta calanchiva tra prati e Rocca Crovaglia



Anfiteatro calanchivo tra prati e Rocca Crovaglia



Zonce calanchive dalla strada