Anello Bric del Dente da Fiorino per Rocca dei Pei e Costa Gias del Dente




Sabato 7 Aprile 2018: Fiorino (230) – Case Ferriere di Sopra (395) - Rocca dei Pei (700) – Monte Giallo (965) - Sella Barnè (890) – Bric del Dente (1100) – Sella Barnè (890) – Costa Gias del Dente - Case Ferriere di Sopra (395) – Fiorino (230).


Partecipanti: Soundofsilence.


Lunghezza: 11 Km.


Dislivello: 1000 m. circa.


Difficoltà: EE la salita alla Rocca dei Pei per mancanza di sentiero e necessità quindi di senso dell’orientamento, nonché per alcuni tratti ripidi. EE la discesa dalla Rocca Pei, su ripida pietraia. EE anche alcuni tratti della Costa del Gias del Dente se si lascia il sentiero segnato per seguire integralmente la cresta, niente comunque che non necessiti più di un poco di attenzione. Tutto il resto E.


Percorso in macchina: da Genova si prende l’autostrada fino a Voltri, quindi si prosegue verso ovest sull’Aurelia fino al bivio per via delle Fabbriche, subito prima di quello per Crevari, ed in corrispondenza del capolinea dell’autobus numero 1. Si imbocca quindi la stretta via delle Fabbriche e la si segue fino al piccolo paese. Raggiunto il paese lo si attraversa e si continua fino ad uno slargo sterrato sulla destra, dove si parcheggia.


Percorso a piedi: dal parcheggio si continua sulla strada asfaltata (Via alla Cardina) che subito diventa molto ripida per giungere quindi ad un bivio, dove continuiamo, sempre su asfalto, ma più in piano, a sinistra. Dopo poco la strada diventa sterrata e quindi mulattiera, riprendendo a salire. Si giunge quindi nei pressi di alcune case, a quota 325 circa, in località Ferriere di Sopra. Si continua quindi sulla mulattiera, seguendo anche i segnavia, fino ad un ulteriore gruppo di case (Case Ferriere di Sopra, 395 m. circa). Qui prendiamo un sentierino a destra subito dopo la prima casa e iniziamo poi subito a risalire senza traccia, la ripida rampa erbosa del crinale. Si giunge quindi dopo circa 200 metri, seguendo alla meglio il crinale, a delle case abbandonate. Qui probabilmente ho sbagliato, seguendo tracce di sentiero pianeggianti, mentre, probabilmente, sarebbe stato meglio dirigersi a destra, seguendo scrupolosamente il crinale. In ogni caso io ho invece continuato seguendo tracce di sentiero che mi hanno allontanato dal crinale, passando sopra prima da una postazione di avvistamento per i cacciatori e quindi raggiungendone una seconda più grande. Da qui ho deciso di risalire il bosco a destra alla meglio per raggiungere il crinale, cosa che non è risultata facilissima, data la vegetazione. Giunto in vista del crinale, poco sotto la vetta di Rocca dei Pei, non è stato facilissimo trovare un varco tra la vegetazione e compiere gli ultimi metri verso lo spartiacque. Raggiunto il crinale in corrispondenza di uno strano muretto di pietre, le cose si semplificano per quanto riguarda la vegetazione, ma occorre prudenza dati i risalti rocciosi da superare. Dirigendosi quindi in salita verso sinistra, si incontra subito un risalto roccioso che si può arrampicare direttamente (I-II grado) o aggirare direi sulla destra. Scavalcato il risalto si arriva più facilmente in vetta. Dalla vetta la discesa sull’altro versante appare parecchio ripida e su pietraia, ma, con un minimo di prudenza, è più facile di quel che sembra. Giunti quindi ai prati sottostanti la Rocca dei Pei il terreno diventa molto più facile e si può proseguire a piacimento la salita verso la strada del Faiallo. Io mi sono diretto, nella parte superiore, verso un evidente frana circolare, ma è possibile comunque, a piacimento, raggiungere la strada più a sinistra o a destra. Raggiunto quindi l’asfalto, lo si segue verso sinistra, e appena la scarpata a destra diventa meno ripida, la si risale, per raggiungere la vicina Altavia, che imbocchiamo verso sinistra. L’alta via sale quindi fino a giungere sotto la cupola sommitale del Monte Giallo sulla destra. Prima che il sentiero inizi a scendere prendiamo quindi a destra in mezzo ad alcuni torrioni di roccia, onde raggiungere la vicina sommità del predetto monte. Dalla vetta torniamo sull’Altavia seguendo una traccia meno diretta e più verso ovest di quella da cui siamo venuti, per riimboccare quindi l’AVML verso destra. Scendiamo quindi fino alla Sella del Barnè, dove sono presenti dei cartelli indicatori, e continuiamo sullAltavia, lasciando a destra il sentiero per Rossiglione. Si riprende quindi a salire seguendo l’AVML fino al bivio a destra per il Bric del Dente, che imbocchiamo. Il ripido, ma facile sentiero ci porta quindi in breve in vetta. Dalla vetta ritorniamo sui nostri passi fino alla Sella del Barnè, dalla quale scendiamo all’asfalto e lo seguiamo verso destra.per poco più di duecento metri, dove in uno slargo sulla sinistra, troviamo un masso segnato con due ++ rossi; qui inizia la discesa sulla Costa del Gias del Dente che, appunto, imbocchiamo. Seguiamo quindi il sentiero, o, come ho fatto io, la cresta integralmente anche quando la traccia se ne discosta un poco. A quota 550 circa la cresta finisce, ed il sentiero piega decisamente a sinistra, con andamento più pianeggiante. Giungiamo quindi ad una graziosa cascatella e, poi, ad un guado, dopo il quale il sentiero continua con lievi saliscendi, senza grandi variazioni di quota, fino ad arrivare alle Case Ferriere di Sopra, dove avevamo abbandonato il sentiero segnato, e, quindi, torniamo sui nostri passi fino al parcheggio.


Traccia GPS: Costa Gias del Dente (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: interessante anello sulle creste in discesa dal Bric del Dente, probabilmente più appagante in stagioni meno calde e con l’aria più tersa che diano più risalto alla panoramicità del percorso. Peccato per il tratto infrascato e senza sentiero per salire alla Rocca dei Pei, forse evitabile seguendo più fedelmente il crinale.




Bric Malanotte salendo a Ferriere di Sopra



Sentiero verso Ferriere di Sopra



Sentiero e basamento prima casa Ferriere



Bric Malanotte da Ferriere di Sopra



Due Narcisi Tromboni uno in primo piano e Ferriere di Sopra



Primo piano Narciso Trombone e Ferriere di Sopra



Ferriere di Sopra da Sopra



Ferriere di Sopra da Sopra più da vicino



Case abbandonate andando verso Rocca dei Pei e Bric del Dente



Casa abbandonata andando verso Rocca dei Pei



Torretta cacciatori andando verso Rocca dei Pei



Ometto di pietra dopo case abbandonate



Sentiero dopo case abbandonate



Torretta d'avvistamento andando verso Rocca dei Pei



Torrione in crinale Rocca dei Pei



Torrioni in crinale Rocca dei Pei



Crinale Rocca dei Pei



Muretto in crinale Rocca dei Pei



Muretto in crinale Rocca dei Pei più da lontano



Bric del Dente da crinale Rocca dei Pei



Rocce su crinale Rocca dei Pei



Bric del Dente da crinale Rocca dei Pei più da lontano



Risalto da superare in crinale Rocca dei Pei



Primo piano risalto da superare in crinale Rocca dei Pei



Bric del Dente da Rocca dei Pei



Crinale Rocca dei Pei dalla vetta



Versante nord Rocca dei Pei



Vista sud da Rocca dei Pei



Pietraia in discesa dalla Rocca dei Pei



Recinto di pietra e casella scendendo dalla Rocca dei Pei



Rocca dei Pei da nord



Prati a nord Rocca dei Pei salendo a strada Faiallo



Rocca dei Pei da nord più da lontano



Narcisi Trombone andando al Monte Giallo



Pendici Monte Giallo e Bric del Dente che spunta



Covone tra i narcisi salendo al Monte Giallo



Torrioni Monte Giallo salendovi



Torrioni Monte Giallo salendovi più da lontano



Torrione Monte Giallo con Reixa sullo sfondo



Anticima Monte Giallo



Bric del Dente dal Monte Giallo



Anticima Monte Giallo dalla cima



Bric del Dente scendendo dal Monte Giallo



Sentiero tra roccioni salendo al Bric del Dente



Roccioni salendo al Bric del Dente



Bric del Dente salendolo



Croce di vetta Bric del Dente



Porto di Voltri dal Bric del Dente



Costa Gias del Dente e sullo sfondo crinale Malanotte-Reixa da strada Faiallo



Inizio sentiero Costa Gias del Dente



Costa Gias del Dente dall'inizio



Costa Gias del Dente percorrendola



Sentiero ed elevazione in Costa Gias del Dente



Vista sud da vetta elevazione in Costa Gias del Dente



Guardando indietro in Costa Gias del Dente



Elevazione in Costa Gias del Dente



Costa Gias del Dente percorsa e Bric del Dente sullo sfondo



Ultima parte Costa Gias del Dente



Fiorino da ultima parte Costa Gias del Dente



Fiorino da ultima parte Costa Gias del Dente più da lontano



Cascatella con laghetto scendendo verso Ferriere di Sopra



Cascatella con laghetto scendendo verso Ferriere di Sopra più da vicino



Laghetto scendendo verso Ferriere di Sopra



Casa tornando a Ferriere di sopra



Ferriere di Sopra e Fiorino tornandovi



Prato e Ferriere di Sopra



Ferriere di sopra



Fontana a Ferriere di sopra