Antola – Traversata da Casa del Romano a Donetta




Domenica 16 Dicembre 2012: Casa del Romano (1410) – Monte Antola (1597) – Donetta (990).


Partecipanti: Aldo51 – Dani80 – Dirty Harry – Fede78 – Soundofsilence.


Lunghezza: 13 Km circa.


Dislivello: 375 circa contando tutti i saliscendi.


Difficoltà: E, anche con la neve.


Percorso in macchina: per fare la traversata, naturalmente, ci vogliono 2 macchine. Dall’uscita di Genova Est si prende a sinistra verso nord seguendo i vari Lungobisagno (Dalmazia, Istria) e quindi via Adamoli. Proseguendo dritti si esce dalla città e si prosegue verso Bargagli e, quindi, si continua fino al tunnel della Scoffera, poco dopo il quale, si svolta a destra per Torriglia; si esce quindi a Torriglia e si prosegue verso nord. Si attraversa Torriglia e subito dopo la fine del centro abitato si svolta a sinistra per Acquabuona (indicazioni anche per il Brugneto) e dopo poco più di 2 Km si volta nuovamente a sinistra per Donetta, che si raggiunge in circa 500 metri; qui, dove si trova posto, si lascia la prima macchina e si torna indietro con la seconda per i predetti 500 metri e svoltando quindi a sinistra e, al successivo bivio, ancora a sinistra per Garaventa e Bavastri; su superano quindi questi 2 abitati, nonché Bavastrelli e si giunge poi a Propata. A Propata occorre prendere a sinistra il bivio per Casa del Romano e in 5 Km circa si arriva a destinazione.


Percorso a piedi: da Casa del Romano si prende il sentiero segnato e si giunge senza difficoltà fino in vetta al Monte Antola. Dalla vetta si scende ai sottostanti ruderi dell’ex-rifugio e, quindi, al nuovo Rifugio. Dal rifugio si continua verso sud seguendo sempre i 2 pallini gialli che arrivano fino a Donetta (e, volendo, fino a Torriglia):


Conclusioni: Contrariamente a molti escursionisti liguri io non amo granchè l’Antola; non che a mio parere sia un posto dove non andare, anzi, una visita la merita sicuramente: il panorama di vetta è ampio e la vista del Lago del Brugneto gli dona un qualcosa di inconsueto per l’Appennino Ligure, poi, forse, con la neve neve ne varrebbe assai più la spesa, ma questo è un discorso che si adatterebbe a tanti panettoni appenninici…
Certo è che non trovo sia un posto in cui valga la pena di ritornare spesso (perlomeno per ragioni puramente escursionistiche), non offrendo niente di molto diverso dal resto dell’appenino, ma, mio malgrado, mi sono trovato invece a farlo, per accontentare la tanta gente che non la pensa come me…
Questo indubbiamente contribuisce a farmelo diventare più antipatico di quello che in realtà mi sarebbe e, forse, rende i miei giudizi in merito un po’ meno obiettivi, quindi mi fermo qua, tanto sull’Antola non mancano certo le informazioni….




Escursionista nella neve a Casa del Romano



3 Croci salendo all'Antola più da vicino



Pozza ghiacciata guardando verso vetta Antola



Pendio terminale e Croce vetta Antola



Mare di nebbia dall'Antola più da vicino



Monviso e nebbiolina nella vallate dall'Antola



Brugneto dall'Antola più da vicino



Brugneto dall'Antola ancora più da vicino



Monviso e nebbiolina nella vallate dall'Antola primo piano più da lontano