Sasso Cavallo da Cainallo




Martedì 13-10-2020: Cainallo (1410) – Bocchetta di Prada (1610) –Porta di Prada (1655) – Gli Occhiali (1740) – Rifugio Bietti (1710) – Bocchetta Ferrata (1890) – Grotta delle Tacole (1910) – Bocchetta Val Cassina (1840) – Sasso Cavallo (1945) – Il Zuccone (1900) – Bocchetta Val Cassina (1840) – Rifugio Bietti (1710) – Porta di Prada (1655) – Bocchetta di Prada (16160) – Cainallo (1410).


Partecipanti: soundofsilence.


Lunghezza: 12,3 Km il percorso pulito, 13 quelli fatti da me in cerca di un passaggio per il Sasso Carbonari.


Dislivello: 1050 circa il dislivello pulito, 1150 quelli fatti da me.


Difficoltà: E fino al bivio per gli Occhiali. EE la salita agli Occhiali, su prati e rocce ripide fuori sentiero. E fino alla discesa alla Bocchetta della Ferrata che è attrezzata con catene, comunque facili. EE dalla Bocchetta alla Grotta delle Taccole, da raggiungere a vista su pendii molto ripidi in cui procedere a vista. EE la prima parte della discesa verso la Bocchetta Val Cassina, su traccia molto ripida su sassi e ghiaia instabili, poi E fino alla predetta Bocchetta. EE la salita al Sasso Cavallo e Il Zuccone, su traccia sempre stretta, non sempre evidente seppur segnata, ed in alcuni tratti ripida ed esposta; assai scomoda la salita allo Zuccone per la vegetazione fitta. E poi il ritorno dalla Bocchetta Val Cassina fino alla macchina, con un punto attrezzato all’inizio della discesa dalla Bocchetta valutabile EE e con l’eccezione della visita alle “finte” grotte, tutte EE, in quanto su pendio prativo assai ripido.


Percorso in macchina: Da Genova a Milano sull’autostrada A7, quindi si prende la tangenziale est, seguendo le indicazioni per Como e Lecco, si imbocca quindi la A4 Milano-Venezia e la si percorre fino a Cinisello Balsamo dove usciamo, seguendo sempre le indicazioni per Lecco. Proseguiamo quindi verso nord sulla superstrada SS36 fino a giungere a Lecco, dove prendiamo l’uscita segnata per la Valsassina. Continuiamo quindi in direzione Valsassina , attraversando Balisio e Introbio e, quindi, a Cortenova, prendiamo a sinistra per Parlasco e quindi continuiamo verso Esino Lario e, ivi giunti, seguiamo le indicazioni per l’Alpe Cainallo. Giunti quindi al Rifugio Cainallo dobbiamo prendere il ticket dal parcometro posto davanti all’ingresso del predetto rifugio (costo 4 euro per la giornata intera) e quindi proseguire sulla strada fino al termine dove è presente un ampio spiazzo sterrato.


Percorso a piedi: dal parcheggio si prende quindi il sentiero verso sud e si ignora subito la deviazione sulla destra, per il Monte Croce, per arrivare quindi al bivio a sinistra col sentiero per il Rifugio Bogani e l’Alpe di Moncodeno, mentre noi proseguiamo a destra verso il Rifugio Bietti sul sentiero n. 24. Dopo 100 metri arriviamo alla Bocchetta di Prada e, quindi, dopo altri 600 metri circa all’arco naturale nominato Porta di Prada. Dalla Porta continuiamo e dopo circa 1,7 Km di saliscendi, ormai in vista del Rifugio Bietti, possiamo notare sulla sinistra il canalino che porta alla caratteristica Grotta degli Occhiali; risaliamo quindi direttamente tale canale, o passiamo leggermente a sinistra, e, quindi, visitata la piccola grotta, tagliamo sulla sinistra per prati dirigendoci verso l’ormai vicino Rifugio Bietti. Dal Rifugio si prosegue dritti e pressochè in piano seguendo il sentiero 26, le indicazioni per la Ferrata del Sasso Carbonari e anche per il Rifugio Elisa). Dopo meno di 400 metri dal rifugio, troviamo quindi un bivio, dove prendiamo a destra per la ferrata, lasciando a sinistra il sentiero per il Rifugio Elisa dal quale torneremo. Dopo circa 150 metri troviamo un nuovo bivio, indicato su una pila di pietre, dove prendiamo a destra per la ferrata, lasciando a sinistra la via del Caminetto. Si sale quindi sotto imponenti pareti rocciose, per poi attraversare una zona di cespugli che ci porta sul crinale, che percorriamo prima in salita e poi in ripida discesa, attrezzata con catene, fino alla bocchetta dove inizia la ferrata; da qui scendiamo verso destra, segni rossi e traccia appena accennata, e, dopo pochi metri imbocchiamo una traccia sulla sinistra che traversa sotto le pareti. Seguiamo detta traccia quindi fino al termine delle pareti e quindi pieghiamo a sinistra salendo a vista verso l’evidente apertura della Grotta delle Tacole (io in realtà ho proseguito ben oltre per cercare un passaggio tra le pareti per il Sasso Carbonari, non trovandolo però). Visitata la grotta torniamo sui nostri passi fino sotto la bocchetta della ferrata e continuiamo a scendere seguendo i segni rossi, che, percorso un assai ripido canale di pietre instabili, piegano a sinistra su più facile traccia, per poi invertire marcia verso destra e raggiungere il sentiero segnato per il Rifugio Elisa, che imbocchiamo verso destra, salendo in breve alla Bocchetta di Val Cassina. Dalla Bocchetta prendiamo a sinistra per il Sasso Cavallo, come da cartelli, seguendo quindi lo stretto sentiero marcato da segni rossi ai quali bisogna prestare attenzione, dato che non sempre è facile capire che direzione prende la traccia. Passati quindi sotto la vetta dello Zuccone il sentiero scende leggermente, tratto esposto e roccioso, ad una forcella dalla quale si riinizia a salire fino alla vetta prativa del Sasso Cavallo, che però precipita rocciosa verso sud. Ritorniamo quindi sui nostri passi fino alla forcella, 60 metri dopo la quale, poco dopo che il sentiero riinizia a scendere, possiamo deviare a destra nel punto dove la vegetazione sembra meno fitta, per raggiungere, non senza qualche difficoltà per l’intrico di pini mughi, la vetta dello Zuccone. Torniamo quindi sui nostri passi fino alla Bocchetta Val Cassina, dalla quale seguiamo verso sinistra il sentiero 16 diretto al Rifugio Bietti, come da cartelli. Passiamo quindi un breve tratto attrezzato e proseguiamo quindi prima in discesa e poi con una breve risalita fino a congiungerci col sentiero dell’andata poco prima del Rifugio Bietti. Da qui torniamo sui nostri passi fino al parcheggio. Io in realtà ho fatto qualche deviazione verso alcune simil grotte evidenti sopra il sentiero, poco prima di giungere alla Porta di Prada, che però si sono rivelate tutte solo anfratti senza alcun interesse.


Traccia GPS: Sasso Cavallo (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: in effetti ero partito per fare un giro più lungo e più impegnativo, nonché sicuramente più appagante, specie per me che avevo già fatto la prima parte, ma l’errore di valutazione di considerare la ferrata del Sasso Carbonari troppo facile per portare imbrago e set da ferrata (ho portato un imbrago di corda invece che non dà alcuna sicurezza in caso di caduta) mi ha consigliato di rinunciare al primo passaggio difficile (probabilmente l’unico comunque) che si trova proprio alla partenza della ferrata. Ho cercato così una via alternativa per salire al Sasso Carbonari, il che mi ha portato a visitare la Grotta delle Tacole, ma non a trovare il passaggio sperato. Ho ripiegato così sul Sasso Cavallo, che comunque merita una visita e sarebbe stato ben difficile fare insieme al Sasso Carbonari. Ne è risultata comunque una gita molto bella, anche se per me la parte nuova è stata poca, e non molto lunga, che mi ha permesso poi di aggiungere un po’ di esplorazione alla ricerca di altre grotte, ricerca comunque infruttuosa.




Grignone salendo da Cainallo



Lago di Como spunta andando alla Porta di Prada



Porta di Prada



Porta di Prada primo piano



Porta di Prada più da vicino



Buco Porta di Prada



Porta di Prada andando al Rifugio Bietti



Porta di Prada andando al Rifugio Bietti più da lontano



Spicchio Lago di Como andando al Rifugio Bietti



Monterosa andando al Rifugio Bietti



Monterosa andando al Rifugio Bietti più da lontano



Finte grotte andando al Rifugio Bietti



Torrioni soprastanti andando al Rifugio Bietti



Rifugio Bietti in lontananza



Occhiali dal sentiero



Occhiali salendovi



Occhiali salendovi più da vicino



Occhiali salendovi primo piano



Uscita Occhiali con spicchio Lago di Como



Uscita Occhiali con spicchio Lago di Como



Uscita Occhiali



Uscita Occhiali con spicchio Lago di Como più da lontano



Uscita Occhiali con spicchio Lago di Como



Uscita superiore Occhiali



Finsterarhorn andando a Bocchetta Ferrata



Bivio per Via del Caminetto



Stalattiti di ghiaccio andando a Bocchetta Ferrata



Due buchi andando a Bocchetta Ferrata



Sasso Cavallo andando a Bocchetta Ferrata



Monterosa e spicchio Lago di Como andando a Bocchetta Ferrata



Torrioni Grignetta spuntano andando a Bocchetta Ferrata



Primo piano Sasso Cavallo andando a Bocchetta Ferrata



Rifugio Brioschi andando a Bocchetta Ferrata



Primo piano Sasso Cavallo andando a Bocchetta Ferrata



Bocchetta Ferrata scendendovi



Inizio ferrata Sasso Carbonari



Torrione in Bocchetta Ferrata più da vicino



Torrione in Bocchetta Ferrata



Torrione sotto Sasso Cavallo e spicchio Lago di Como



Torrione in Bocchetta Ferrata ancora più da vicino



Sasso Cavallo salendo verso Grotta Tacole



Grotta delle Tacole



Vista da uscita Grotta delle Tacole



Grignetta salendo da Grotta delle Tacole



Sasso Cavallo e Lago di Como salendo da Grotta delle Tacole



Pareti Sasso Carbonari salendo da Grotta delle Tacole più da lontano



Grignetta scendendo da sopra Grotta delle Tacole



Lago di Como e Sasso Cavallo scendendo da sopra Grotta delle Tacole



Sasso Cavallo e Lago di Como scendendo da sopra Grotta delle Tacole



Sasso Cavallo e Lago di Como scendendo da sopra Grotta delle Tacole più da vicino



Grotta delle Tacole più da lontano



Sasso Cavallo e torrione alla Base scendendo da Grotta delle Tacole



Torrione alla base Sasso Cavallo primo piano scendendo da Grotta Tacole



Sasso Cavallo e torrione alla Base scendendo da Grotta delle Tacole più da vicino



Torrioni soprastanti andando a Bocchetta Val Cassina più da vicino



Valle strapiombante sotto il Sasso Cavallo



Grotta delle Tacole salendo a Bocchetta Val Cassina



Guglie Grignetta salendo a Bocchetta Val Cassina



Grignone e Sasso Carbonari da Bocchetta Val Cassina



Grignetta dal Sasso Cavallo



Lago di Como dal Sasso Cavallo



Due rami Lago di Como e Monterosa dal Sasso Cavallo



Grignone dal Sasso Cavallo



Due rami Lago di Como e Monterosa dal Sasso Cavallo più da vicino



Due rami Lago di Como e Monterosa dal Sasso Cavallo più da vicino



Grignone e Lago di Como vista panoramica dal Sasso Cavallo



Due rami del Lago di Como vista panoramica dal Sasso Cavallo



Grignetta dal Sasso Cavallo più da lontano



Il Zuccone da sotto e Sasso Carbonari



Sasso Cavallo dallo Zuccone



Lago di Como e Monterosa dallo Zuccone



Tratto attrezzato tornando al Rifugio Bietti



Porta di Prada andandovi



Porta di Prada andandovi più da vicino



Porta di Prada andandovi più da lontano



Sasso Cavallo da finta grotta andando a Porta Prada



Porta di Prada andandovi più da vicino



Porta di Prada andandovi



Porta di Prada andandovi ancora più da vicino



Porta di Prada vista di traverso



Porta di Prada vista di traverso più da lontano



Porta di Prada da punto panoramico



Porta di Prada da punto panoramico più da vicino



Porta di Prada e Sasso Cavallo