Becco Alto di Rostagno da Besmorello




Sabato 20-7-2019: Ponte del Medico (1570) – Cascata Pisciai (1790) – Lago Inferiore Ischiator (2065) – Passo di Rostagno (2545) – Becco Alto di Rostagno (2850)- Passo di Rostagno (2545) - Lago Inferiore Ischiator (2065) - Ponte del Medico (1570).


Partecipanti: Em, Ornella, Daniela, Laura e soundofsilence.


Lunghezza: 13,5 km. circa.


Dislivello: 1350 circa.


Difficoltà: E, fino al Passo di Rostagno. F+ la salita al becco per una prima paretina abbastanza liscia e per l’intaglio finale, con una paretina ben appigliata ma esposta in discesa di II- ed una successiva risalita di I+, oltre a questo qualche tratto leggermente esposto lungo la cresta, per il resto si cammina, al massimo un po’ ripidamente.


Percorso in macchina: Da Genova fino a Savona sull’Autostrada dei Fiori, poi fino a Mondovì sulla Savona Torino. Da Mondovì si segue per Cuneo e, poi, per Borgo San Dalmazzo e il Colle della Maddalena. Si segue la strada per il Colle della Maddalena fino a 5 Km dopo Vinadio dove (localita Pianchè) si gira a sinistra Bagni di Vinadio. Raggiunta la località termale si prende a destra per Besmorello, lasciando a sinistra la strada per San Bernolfo. Si prosegue quindi con la strada si fa sterrata, ma in buono stato, fino al ponte del medico, subito dopo il quale parcheggiamo negli spazi a disposizione (possibile anche continuare fino a 1650 metri di quota circa, parcheggiamo nello spiazzo predisposto subito prima di una sbarra che impedisce di continuare).


Percorso a piedi: dal parcheggio proseguiamo dritti sulla sterrata fino alla prima curva, dove lasciamo a destra la strada per continuare dritti su sentiero segnato per il Rifugio Migliorero. Dopo 500 metri di sentiero, ad un bivio poco evidente, prendiamo a destra e subito ci riimmettiamo sulla sterrata, che seguiamo fin dopo il primo tornante, dove prendiamo il sentiero che la taglia, per giungere quindi ad un nuovo tornante dove troviamo un bivio (cartelli): a destra continua la sterrata (che useremo per tornare), mentre a sinistra imbocchiamo il sentiero Whimper, entrambi i percorsi portano comunque al Rifugio Migliorero dove siamo diretti. Giungiamo quindi alla bella Cascata del Pisciai, dopo la quale attraversiamo il torrente su un ponte solido, ma dall’aspetto poco rassicurante. Il sentiero Whimper riporta poi sulla sterrata con la quale arriviamo fin sotto al Rifugio Migliorero, dove imbocchiamo a destra il sentiero segnato anche da cartelli, per il passo di Rostagno. Saliamo quindi a tornanti fino al Passo, dove imbocchiamo la cresta sulla sinistra, dove troviamo subito una paretina a sbarrarci la strada, paretina che superiamo grazie ad una cengia, un poco liscia ed esposta, sulla sinistra, ed indicata comunque da segni rossi. Superata la paretina continuiamo più facilmente, seguendo sempre segni rossi ed ometti, usando comunque a tratti le mani, fino ad arrivare ad un’anticima, segnata da un ometto, da dove si scende qualche metro in un tratto un po’ stretto ed esposto della cresta, ma comunque facile. Dopo un tratto camminato, troviamo quindi un torrione a sbarrarci la strada e lo risaliamo direttamente arrampicando facilmente, per tagliare poi a sinistra e raggiungere la cresta poco prima della cima del predetto torrione. Riprendiamo quindi a camminare sulla cresta fino a giungere ad un intaglio, a pochi metri dalla cima. Qui scendiamo una paretina verticale ma ben appigliata e risaliamo quindi l’altro versante, un poco più facile, per arrivare quindi in pochi metri sulla vetta. Il ritorno avviene sulla stessa via fino al bivio con il sentiero Whimper, dove continuiamo sulla sterrata a sinistra, sterrata che seguiamo fino al parcheggio, scorciandola però opportunamente con le numerose scorciatoie.


Traccia GPS: Becco Rostagno (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: Molto suggestivo il Vallone dell’Ischiator ed il doppio lago Inferiore, mentre il Becco Alto di Rostagno, tra le cime nei dintorni, è quella che offre il panorama meno interesante, essendo coperto dall’Ischiator nella vista verso i bellissimi laghi francesi, ma la vista dell’Ischiator stesso è comunque imponente ed interessante. Consiglio, per il ritorno la discesa dal canalino che si diparte dall’intaglio subito prima della vetta, verso i Laghi mediani dell’Ischiator, cosa che, purtroppo, nell’occasione non abbiamo potuto fare.




Cascata torrente Ischiator dal sentiero



Cascata del Pissai



Cascata del Pissai più da lontano



Ponte e Cascata del Pissai



Cascata del Pissai dal sentiero Whymper



Torrente Ischiator andando al Migliorero



Punta Gioffredo Corborant e Cima d'Ischiator andando al Migliorero



Torrente Ischiator Rifugio Migliorero e Punta Gioffredo



Rifugio Migliorero tra torrente e Cima d'Ischiator



Torrente Ischiator avvicinandosi al Migliorero



Lago Inferiore d'Ischiator dalla sponda nord più da lontano



Laghi Inferiori d'Ischiator da bivio per Rostagno



Vallone Ischiator salendo al Passo Rostagno



Laghi Inferiori d'Ischiator salendo al Passo Rostagno



Bunker su sentiero per Passo Rostagno



Rifugio Migliorero e Laghi Inferiori Ischiator salendo al Passo Rostagno



Rifugio Migliorero e Laghi Inferiori Ischiator salendo al Passo Rostagno più da vicino



Laghi Inferiori d'Ischiator salendo al Passo Rostagno più da vicino



Punte Schiantalà Zanotti e Becco Alto del Piz



Inizio cresta Becco Rostagno dal Passo



Seconda paretina salendo al Becco di Rostagno



Lago Laris salendo al Passo Becco di Rostagno



Lago Laris salendo al Passo Becco di Rostagno più da vicino



Pietraie salendo al Becco di Rostagno



Becco di Rostagno e d'Ischiator salendo al primo



Becco d'Ischiator Montagnetta e Punte Schiantalà salendo al Rostagno più da vicino



Cime Montagnetta Punte Schiantalà e Zanotti e Becco Alto del Piz salendo al Rostagno



Punte Schiantalà da forcella salendo al Becco di Rostagno



Torrione in cresta Becco di Rostagno



Traverso di erba e roccette risalendo a cresta Becco di Rostagno



Parte finale cresta Becco di Rostagno



Roberta e Becco di Rostagno



Guglia di roccia e Lago di Laris salendo al Becco Rostagno più da vicino



Pendio terminale verso Becco di Rostagno con Ischiator e Schiantalà sullo sfondo



Stambecco Becco Rostagno e e d'Ischiator più da vicino



3 Stambecchi salendo al Becco di Rostagno



7 Stambecchi salendo al Becco di Rostagno con Monte Laroussa sullo sfondo più da vicino



Enrico in discesa da passaggio chiave per Becco di Rostagno



Lago mediano d'Ischiator da forcella sotto vetta Becco Rostagno



Stambecco da forcella sotto vetta Becco Rostagno



Laghi Mediani Ischiator da forcella sotto vetta Becco Rostagno



Laghi Mediani Ischiator da forcella sotto vetta Becco Rostagno



Laghi Mediani Ischiator dal Becco di Rostagno



Ischiator Montagnetta Rocca Rossa e Schiantalà dal Becco Rostagno



Montagnetta Rocca Rossa Schiantalà e Becco Alto del Piz dal Becco Rostagno



Vetta Becco di Rostagno e Monte Laroussa



Primo piano Corborant da Becco Rostagno



Punta Gioffredo e Corborant da Becco Rostagno



4 Stambecchi su anticima Rostagno



Stambecco in arrampicata in passaggio chiave per Becco Rostagno



Stambecco in arrampicata in passaggio chiave per Becco Rostagno



Laghi Mediani Ischiator da forcella sotto vetta Becco Rostagno



Roberta in arrampicata su passaggio chiave per Becco Rostagno



Forcella scendendo da Becco Rostagno con Becco Alto del Piz sullo sfondo



Enrico Roberta e Ornella in discesa da Becco Rostagno



Rifugio Migliorero e Laghi Inferiori Ischiator scendendo da Passo Rostagno