Monte Frisson e Laghi Frisson e degli Alberghi




Lunedì 8 Agosto 2016: Palanfrè (1370) – Lago Inferiore del Frisson (2070) – Lago Superiore del Frisson (2130) – Monte Frisson (2630) – Lago Superiore del Frisson (2130) – Lago Inferiore del Frisson (2070) – Lago degli Alberghi (2040) – Lago Vilazzo (1860) – Palanfrè (1370).


Partecipanti: soundofsilence.


Lunghezza: 16 Km. circa.


Dislivello: 1400 m. circa.


Difficoltà: Tutto E esclusa via di salita al Frisson di sinistra (quella vecchia), che direi F, insieme al punto attrezzato con catene e corde, che può essere affrontato in due modi diversi superata la prima catena: andando a sinistra una cengia esposta con fil di ferro, a destra una paretina attrezzata con corda, forse più rassicurante. Per il resto vi sono parecchi tratti ripidi e|o su pietraia una volta superato il Lago Superiore Frisson che possono essere considerati al limie dell’EE.


Percorso in macchina: da Genova in autostrada fino a Mondovì, quindi si segue per Cuneo e, poco prima di giungervi, si prende a sinistra per Limone. Giunti a Vernante si prende a destra per Palanfrè e, poco prima di giungere al paese, si incontra un divieto di circolazione che ci obbliga a tornare brevemente indietro e parcheggiare nel primo slargo che troviamo. Strano indubbiamente questo divieto di circolazione non essendoci grande possibilità di parcheggio prima di raggiungerlo e trattandosi di una zona molto frequentata.


Percorso a piedi: dal parcheggio si segue brevemente la strada asfaltata, conviene poi tagliare il largo tornante che questa fa rimontando la scarpata erbosa e giungendo così alle case di Palanfrè. Da Palanfrè (fonte) di continua sulla strada asfaltata, che diventa presto sterrata e che quindi lasciamo a destra per proseguire dritti su sentiero segnato per il Lago Frisson. Un Km. circa dopo aver lasciato la sterrata, e poco dopo una fonte, giungiamo ad un nuovo bivio, questa volta non segnalato, seguiamo quindi i cartelli indicatori per il Lago Frisson continuando sulla sinistra (mentre useremo il sentiero di destra per il ritorno). Dal bivio il sentiero, fin qui abbastanza pianeggiante, inizia a salire più decisamente per un discreto tratto, per poi scendere una ventina di metri e ricongiungersi col sentiero che abbiamo lasciato a destra al bivio precedente. Proseguiamo quindi in un tratto che sale meno ripidamente per circa 600 metri e raggiungiamo quindi il bivio per il Lago degli Alberghi, che lasciamo sulla sinistra, per prendere a destra per il Lago del Frisson. Il sentiero riprende a salire più ripidamente e in 1,5 Km circa raggiungiamo il Lago Inferiore del Frisson, dal quale continuiamo sul sentiero segnato per il Lago Superiore del Frisson (possibili due varianti, che useremo una per l’andata e una per il ritorno), lasciando comunque a sinistra il sentiero per il Lago degli Alberghi che qui si ricongiunge al nostro percorso. In breve quindi raggiungiamo anche il Lago Superiore e, da qui, riprendiamo a salire ripidamente su pietraie fino a giungere ad un colletto (2300 m. circa) sotto la mole del Monte Frisson. Da qui prendiamo a sinistra seguendo ometti e tacche rosse che segnano la via per la vetta. Il sentiero, pur ripido, non è mai difficile fino a che non si giunge ad un bivio, segnalato da una freccia bifronte su un masso. Prendendo a sinistra risaliamo dritto davanti a noi un ripido canale con salti di roccia da affrontare in arrampicata (direi I grado), mentre a destra si risale su più semplice sentiero. Per la salita ho seguito la via di sinistra, che si ricongiunge a quella di destra in corrispondenza di un piccolo ed esposto colletto dove si trova il punto chiave della salita, adeguatamente attrezzato. Si supera un salto di roccia di un paio di metri con l’aiuto di una catena e ci si presentano due possibilità, non evidenti in effetti se non ci si sporge sul colletto a destra; a sinistra un filo di ferro ci assicura nell’attraversamento di una stretta ed esposta cengia, mentre a destra, oltre il colletto, funi aiutano a risalire una paretina di circa 3 metri. Io ho preso a sinistra all’andata e mi sono trovato sulla cresta del Frisson, abbastanza impressionante a dir il vero, che non so se sia percorribile escursionisticamente, ho quindi cercato il sentiero segnato che rimane sul versante destro sul quale occorre scendere brevemente (sentiero che non si abbandona se invece si prende a destra le corde). Si continua quindi poco sotto il crinale su stretto ma agevole sentiero fino in vetta. Il ritorno avviene sulla stessa via fino al punto chiave, dove conviene stavolta prendere la più agevole via di sinistra (che è anche quella con i segni rossi più nuovi). Torniamo quindi sui nostri passi fino al Lago Inferiore del Frisson, dove prendiamo a destra per il Lago degli Alberghi. Compiamo quindi un lungo traverso più o meno a quota costante fino a raggiungere il predetto lago. Da lago iniziamo a scendere fno a raggiungere il fondovalle, poco prima del quale, una deviazione sulla sinistra fuori sentiero ci permette di arrivare ad un punto panoramico sul vicino Lago Vilazzo. Riprendiamo quindi il sentiero segnato che ora corre parallelo e vicino, per un discreto tratto, a quello dell’andata fino a ricongiunger visi. Riprendiamo quindi a seguire a ritroso il sentiero percorso all’andata fino al punto in cui vi è la risalita di venti metri, appena prima di affrontare la quale prendiamo a sinistra (dove comunque ci aspetta un’analoga risalita) e percorriamo il sentiero non segnato (qualche vecchio segnavia a dire il vero) che passa sulla sponda sinistra del torrente per poi infine ricongiungersi, a quota 1480 circa, al sentiero dell’andata che ripercorriamo fino al parcheggio.


Conclusioni: belli i laghi e bello e impressionante l’aguzzo Monte Frisson, nonché le guglie poco prima della cresta finale.




Campi solcati andando verso Laghi Frisson



Monte Frisson salendo ai laghi



Monti Ciamoussè e Frisson salendo ai laghi



Sentiero con sullo sfondo Ciamoussè e Frisson salendo ai laghi



Lago Inferiore e Monte Frisson



Emissario e Lago Inferiore Frisson



Lago Inferiore e Monte Frisson più da vicino



Lago Inferiore e Monte Frisson vista verticale



Lago Inferiore e Monte Frisson da sopra



Monte Frisson salendo al Lago Superiore



Lago Inferiore Frisson dall'alto



Lago Superiore e Monte Frisson vista verticale



Lago Superiore Frisson da sopra



Lago Superiore Frisson da sopra



Laghi Frisson dall'alto



Laghi Frisson dall'alto



Piccolo laghetto salendo al Frisson



Monte Frisson in controluce salendolo



Cresta Monte Garbella e Monviso sullo sfondo salendo al Frisson



Vista nord con Laghi salendo al Frisson



Monte Frisson in controluce salendolo



Laghi Frisson salendo al monte



Sentiero verso Monte Frisson



Guglie rocciose Rocca dell'Abisso che spunta e Cima del Lago dell'Oro



Guglie rocciose salendo al Frisson



Doppia guglia rocciosa salendo al Frisson



Doppia guglia rocciosa Rocca dell'Abisso e Cima del Lago dell'Oro salendo al Frisson



Canalino da risalire verso il Frisson



Punto attrezzato in salita al Frisson



Punto attrezzato salendo al Frisson da sopra



Cresta finale Frisson



Croce vetta Frisson con Monviso sullo sfondo



Lago degli Alberghi dal Frisson



Maledia e Gelas dal Frisson



Marguareis dal Frisson



Croce vetta Frisson con Argentera sullo sfondo



Rocca dell'Abisso in primo piano e Bego e Gran Capelet sullo sfondo dal Frisson



Laghi del Frisson dal monte



Laghi del Frisson e degli Alberghi dal Monte Frisson



Croce vetta Frisson con Rocca dell'Abisso che spunta dietro più da vicino



Punto attrezzato con corde scendendo dal Frisson vista verticale



Guglia rocciosa scendendo dal Frisson con sullo sfondo Argentera più da vicino



Guglie rocciose scendendo dal Frisson primo piano



Guglie rocciose scendendo dal Frisson primo piano



Guglie rocciose scendendo dal Frisson più da vicino



Bivio tra due vie salita al Frisson



Sentiero facile di salita al Frisson



Frisson a sinistra Abisso e Oro a destra



Frisson scendendo



Laghi del Frisson scendendo dal monte



Laghi del Frisson scendendo dal monte



Lago Frisson Superiore da sopra



Lago Frisson Inferiore da sopra



Ciamoussè e Frisson andando al Lago degli Alberghi



Lago degli Alberghi da sopra



Lago degli Alberghi dalla sponda



Emissario e Lago degli Alberghi



Lago degli Alberghi e Monte Ciamoussè vista verticale



Lago Vilazzo



Cascata sopra Lago Vilazzo