Lago Biecai e Lago delle Moglie dal Pian Marchisio




Martedì 5 giugno 2012: Pian Marchisio (1545) – Rifugio Havis de Giorgio (1761) – Lago Biecai (1970) – Lago delle Moglie (2130) e ritorno.


Partecipanti: Silenceofsound e Sounofsilence.


Lunghezza: io ho fatto 15,8 Km, ma ho anche tagliato per prati, sia all’andata che al ritorno, per arrivare al Lago delle Moglie e le due cose, più o meno si compensano, quindi l’itinerario pulito richiede circa 15 Km a/r.


Dislivello: io ne ho fatti 700 circa, il dislivello pulito sarebbe invece di 600 circa.


Difficoltà: E, ma se si taglia però per prati per dirigersi direttamente al Lago delle Moglie come ho fatto io, questo tratto diventa EE, sia per la mancanza di sentiero, sia perché, in alcuni punti, a seconda del percorso scelto, può essere necessario usare le mani per superare alcune fasce rocciose che si intervallano ai prati; scegliendo comunque accuratamente il percorso è probabile che si riesca ad evitare quasi completamente l’usso delle mani, richiesto sicuramente invece se si va dritto per dritto.


Percorso in macchina: Da Genova fino a Savona con l’A10 e quindi con la Savona-Torino fino a Mondovì. Da Mondovì si prende verso sud per Villanova Mondovì e, superatala, ci si dirige verso Roccaforte Mondovì; a Roccaforte si prende per la Val Ellero e Rastello. Si prosegue quindi per la strada a tratti sterrata e non in buonissime condizioni verso Pian Marchisio. Io ho preferito fermarmi prima (1,5 Km prima e 1545 circa di quota) per evitare l’ultimo stratto di sterrata, ma quasi tutti arrivano fino a Porta Pian Marchisio. Da segnalare però che un tratto dell’ultimo pezzo è stato asfaltato e, quindi, è più facile arrivare al parcheggio di Porta Pian Marchisio, per contro, però, i tratti di sterrato non li abbiamo trovati in buone condizioni.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si segue la sterrata fino in vista del Rifugio Havis de Giorgio, verso il quale ci si dirige poi più direttamente tagliando su traccia prativa gli ultimi tornanti. Dal Rifugio si prende a destra il sentiero segnato che porta dopo qualche centinaio di metri di salita agli ampi prati dove, di questa stagione, all’estrema sinistra degli stessi, si trova il Lago Biecai, che si può andare a visitare. Giunti ai predetti prati si prende il sentiero segnato sulla destra per il Lago delle Moglie, o, più direttamente, si traversano i prati sulla destra, come ho fatto, io, anche se, in questo caso occorrerebbe avere una certa qual idea di dove si trova il predetto lago e, cioè, circa 900 metri in linea d’aria a nord-ovest del punto in cui si sbuca sugli ampi prati dove sorge il Lago Biecai.
Il ritorno avviene per la stessa via.


Conclusioni: Breve gita che ho rifatto per il poco tempo a disposizione e nella speranza di vedere il Lago Biecai, a secco in autunno nelle mie precedenti visite. La gita però è più valsa la pena per il Lago delle Moglie veramente bellissimo e diverso da come l’avevo visto col brutto tempo nella mia precedente visita, che per il Lago Biecai, che, pur trovandosi in un bellissimo posto, non vi aggiunge molto.
Per chi venisse invece la prima volta si tratta comunque di una gita tutta in ambienti bellissimi: l’incantevole Pian Marchisio e l’altrettanto incantevole conca del Lago Biecai, e che vale comunque la pena di fare, anche se salire alle soprastanti cime e laghi è ancora più bello e di soddisfazione, specie se si sale per il fantastico Vallone delle Masche.




Torrente Ellero in Pian Marchisio sormontato da Cima Saline e Punta Havis più da vicino



Prati gialli a Pian Marchisio sormontati da Cima Saline e Punta Havis



Prati gialli a Pian Marchisio sormontati da Cima Saline e Punta Havis più da lontano



Pian Marchisio in giallo guardando indietro



Mongioie salendo al Rifugio Havis



Lago Biecai e vista verso Marguareis da sopra più da vicino



Lago Biecai vista parziale da sopra e Colle del Pas



Lago Biecai da sopra sormontato da torrione vista verticale



Lago Biecai parzialmente coperto da sopra da est



Lago Biecai da sopra



Torrione Colle del Pas e Lago Biecai da sopra



Prato fiorito e balze calcaree presso Lago delle Moglie



Saline e Pian Ballaur sopra Lago delle Moglie



Saline e Ballaur sopra Lago delle Moglie da sponda ovest



Dolina di fango presso Lago delle Moglie



Mongioie sopra Lago delle Moglie



Mongioie sopra Lago delle Moglie più da lontano



Lago delle Moglie da sopra



Lago delle Moglie completo con Brignola sullo sfondo da sopra



Lago delle Moglie con Brignola sullo sfondo da sopra



Lago delle Moglie con Brignola sullo sfondo da sopra più da vicino



Lago delle Moglie completo con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra



Lago delle Moglie con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra



'Dependance' Lago delle Moglie da sopra



Seconda 'dependance' Lago delle Moglie da sopra



Seconda 'dependance' Lago delle Moglie da sopra



Lago delle Moglie completo con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra più da vicino



Lago delle Moglie con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra più da vicino



Lago delle Moglie con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra molto più da lontano



'Dependances' Lago delle Moglie e prati circostanti



Lago delle Moglie con Durand e Seirasso sullo sfondo da sopra più da lontano



Lago delle Moglie vista parziale da est



Lago delle Moglie da est



Lago delle Moglie da est più da lontano



Vista verso Colle del Pas scendendo dal Lago delle Moglie



Prati sotto Rifugio e Punta Havis



Strada Pian Marchisio tra prati gialli



Prati gialli sotto Punta Havis



Ellero e prati gialli tornando a Porta Pian Marchisio