Testa del Duca e Laghetto Marguareis dal Pian delle Gorre




Giovedì 9 giugno 2011: Pian delle Gorre – Passo Baban – Passo del Duca – Testa del Duca – Passo del Prel – Laghetto Marguareis – Rifugio Garelli – Pian delle Gorre.


Partecipanti: Lusciandro e Soundofsilence.


Lunghezza: 20,5 Km. circa.


Dislivello: 1450 circa.


Difficoltà: Tutto E, qualche difficoltà in più per ripidezza e assenza di sentiero per la salita alla Testa del Duca, ma si tratta comunque di pochi metri e non c’è alcuna vera difficoltà né esposizione.


Percorso in macchina: Da Genova fino a Savona con l’A10 e quindi con la Savona-Torino fino a Mondovì. Da mondovì si segue per Cuneo fino a Pianfei, dove si prende a destra per Chiusa Pesio. Passata Chiusa Pesio si continua verso la Certosa e Pian delle Gorre, fino al parcheggio al termine della strada asfaltata, che, nei giorni festivi, è a pagamento.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si oltrepassa il rifugio dirigendosi verso sud e seguendo le indicazioni per il Pis del Pesio. Si giunge quindi al Gias Fontana e, subito dopo, si incontra un bivio al quale si continua a destra, lasciando a sinistra il sentiero per il Gias degli Arpi. Dopo oltre 800 metri si incontra, sulla sinistra, il bivio per andare a vedere il Pis del Pesio, se la stagione è giusta, può valere una deviazione. Si continua quindi per 1,2 Km dal bivio per il Pis per giungere al bivio per il Gias Vaccarile sulla destra, che si tralascia per proseguire quindi a sinistra. Il sentiero compie quindi un lungo traverso lungo le pendici della Testa di Baban e giunge quindi al Gias dell’ortica passando pure, molto probabilmente, dal Passo di Baban, ma non abbiamo ben capito quale fosse…
Ci si immette quindi nella, presumo (non avendo visto granchè…), molto bella Conca delle Carsene. Dal Gias dell’Ortica si prende verso est il sentiero per il passo del Duca, passando sotto la Testa di Murtel, che, volendo, si può facilmente salire fuori sentiero, ma vi abbiamo rinunciato data la fitta nebbia. Si giunge quindi al Passo del Duca, pochi metri prima del quale si può deviare, fuori sentiero, per la Testa del Duca (una cinquantina di metri di dislivello in più), la quale magari offrirebbe anche una bella vista, se l’avessimo vista…
Si riscende quindi al Passo del Duca e si continua verso nord-est per giungere in breve al Passo del Prel. Da quest’ultimo passo ci si dirige a destra (sud) verso il vallone del Salto e il Laghetto del Marguareis. Giunti in fondo alla discesa si prende a destra in salita il sentiero per il Laghetto del Marguareis, che in 300 metri di ascesa porta al bel laghetto. Da laghetto un sentiero sulla sinistra in leggera salita si dirige verso il rifugio Garelli. Giunti al Rifugio le indicazioni per tornare verso Pian delle Gorre sono scarse (per non dire che non ce ne sono affatto…), occorre quindi dirigersi verso il ben visibile (nebbia permettendo, 500 metri in linea d’aria a nord-ovest del Garelli), sulla sinistra, Gias Sestrera. Giunti al Gias la traccia e le indicazioni cominciano a diventare più chiare e si prosegue in direzione nord incontrando vari bivi (alternativamente a sinistra e a destra, cominciando dalla direzione nominata per prima) da ignorare. Si giunge infine su una sterrata che in un Km circa riporta a Pian delle Gorre.


Conclusioni: avessi visto qualcosa potrei anche dire che si tratta di una gita a 4 stelle, ma ci siamo dovuti accontentare del pur molto bello, specie nelle condizioni attuali di inizio disgelo, Laghetto del Marguareis, sovrastato dai potenti bastioni della Cima dell’Arnusso. La conca delle Carsene l’abbiamo vista poco, ma, sicuramente, promette bene, per il resto abbiamo intravisto qualche volta le potenti bastionate del Marguareis e null’altro….




Cascata del Saut da vicino



Cascata del Saut dal ponte ancora più da lontano



Lusciandro attraversa Conca delle Carsene



Rocce carsiche in Conca delle Carsene



Testa di Murtel andando al Passo del Duca



Passo del Duca



Primo piano Marguareis nella nebbia dalla Testa del Duca



Torrione presso il Passo del Duca da sotto più da lontano



Albero sospeso sopra il Vallone del Salto



Rocce carsiche nel Vallone del Salto



Vetta spunta appena dalla nebbia salendo al Laghetto Marguareis



Rocce carsiche salendo al Laghetto del Marguareis più da lontano



Torrente tra la neve e contrafforti Marguareis salendo al Laghetto Marguareis



Torrente tra la neve salendo al Laghetto Marguareis



Laghetto Marguareis



Laghetto Marguareis vista centrale



Laghetto Marguareis vista centrale più da vicino



Laghetto Marguareis e iceberg ancora più da lontano



Laghetto Marguareis e iceberg sempre più da lontano



Laghetto Marguareis e iceberg dalla sponda sud più chiara



Lusciandro a sinistra Laghetto Marguareis più da lontano



Laghetto Marguareis e Lusciandro dietro più scura



Laghetto Marguareis da sud più chiara



Laghetto Marguareis sponda est più da vicino più scura



Laghetto Marguareis vista centrale più da lontano



Crepaccio e pozza d'acqua presso Laghetto Marguareis ancora più da vicino



Laghetto Marguareis e vista est dal nevaio



Canale Genovesi primo piano



Laghetto Marguareis dal nevaio più da vicino