Sentiero dei Daini




Domenica 19 aprile 2009: Grotte di Toirano – San Pietro ai Monti per il sentiero dei Daini e ritorno per la valle del Vero


Partecipanti: Jack, Franco, Renata e suppongo marito di cui non mi ricordo il nome, Davide.


Racconto: Gita sociale nominalmente del Cai di Finale ma con partecipanti tutti di altre sezioni: 2 Cai Savona, 1 Loano, 1 Bolzaneto e 1 Ligure…  
Viste le pessime previsioni mi aggrego di buon grado per ritornare al Sentiero dei Daini con la speranza di poterlo finalmente completare, piuttosto che tentare qualcosa di nuovo.
Come succede di solito però, quando la pioggia è troppo sicura, non beccheremo neanche una goccia d’acqua, o quasi…
All’andata il sentiero sarà comunque bagnato dalla pioggia pre-gita quel tanto da rendere scivolosi al punto giusto i passaggi alpinistici, mentre sarà perfettamente asciutto e, quasi soleggiato, il ritorno sul sentiero più semplice. Riguardo appunto alle difficoltà c’è da dire che se nel programma era indicato EE, abbiamo poi convenuto tutti che debba trattarsi perlomeno di un F, l’EE va bene per il tratto di sentiero prima dei passaggi su roccia che portano a San Pietro attraverso la cresta ovest.
E’ stato forse questo, in effetti, che mi ha tratto in inganno nella mia precedente uscita al Sentiero dei Daini e mi ha fatto seguire le tacche rosse del sentiero che sale dal salto del lupo invece di scavalcare la parete che avevo di fronte con l’ausilio di una corda fissa…
In realtà la corda fissa non l’avevo neanche vista, proprio perché, probabilmente, mi aspettavo un semplice sentiero, seppur difficile e non ho considerato neanche lontanamente la parete di fronte alla quale finivano gli ometti di pietra…
Il sentiero dei Daini quindi fa soltanto pochi metri in comune con quello della tacche rosse, dopodichè lo lascia per salire su una breve pietraia fino alla parete di fronte. Il primo passaggio su roccia, pur facilitato, come detto, da corda fissa, è comunque impegnativo e non solo per me, che, date le mie qualità alpinistiche, probabilmente non faccio molto testo, ma anche per chi ha già esperienze arrampicatorie più solide delle mie. In effetti uno/a dei 5 partecipanti, pur rispondente alle caratteristiche testè elencate, riuscirà a salire solo assicurato/a dall’alto e giuro che non si tratta di me, anche se aveva indosso la mia imbragatura che avevo prudentemente deciso di portare…
Passata la prima difficoltà, leggermente strapiombante, si prosegue su sentiero alternato a facili tratti di arrampicata fino ad una seconda corda, questa volta più semplice, ma comunque da fare con attenzione. Si arriva infine alla terza corda, anzi in questo caso si tratto di un cavo d’acciaio, su un tratto molto più breve, ma in discesa, abbastanza esposto e strapiombante. Si tratta di due metri che riesco a passare senza difficoltà, ma se fossero stati su una parete più alta sarebbe stato un altro discorso…
Si prosegue quindi su comoda cengia fino ad arrivare alla crestina finale con arrampicata libera tra il primo e il secondo grado, resa insidiosa dalla roccia umida. In breve siamo sul sentiero a poco metri dalla cima. Con mia sorpresa la Chiesa di San Pietro è aperta e possiamo, oltre che ammirarne l’interno, approfittare dell’ospitalità dei padroni di casa. La discesa la effettuiamo andando prima fino a San Pietrino (posto molto carino e rilassante) e quindi tornando indietro un breve tratto per scendere dalla valle del Vero, seguendo il sentiero Terre Alte.
Mi dicono che per il ritorno parrebbe esistere una seconda parte del Sentiero dei Daini, ancora meno segnata di quella percorsa, che dovrebbe scendere ad ovest di quello da noi percorso. Non abbiamo trovato il punto di attacco scendendo, ma ho fotografato invece il punto iniziale dal basso, che si trova nei pressi della cascata, evidente quando c’è, che caratterizza la valle del Vero.


Conclusioni: sono stato contento di aver completato finalmente quest’escursione e la soddisfazione per aver superato i tratti di arrampicata senza grossi problemi mi ha fatto dimenticare la brutta figura per non aver capito la volta precedente che il sentiero proseguiva in parete…
Il sentiero mi è piaciuto, anche se non mi ha entusiasmato: l’ambiente è sempre selvaggio e piacevole, ma non ci sono panorami bellissimi, solo qualche interessante roccia carsificata, o, perlomeno, non aggiungono molto a quello che si vede salendo per il sentiero ‘normale’, resta comunque la via più interessante per raggiungere San Pietro, ma anche la più lunga (3 ore ci vogliono tutte, non si riesce ad andare veloci, soprattutto se lo si percorre per la prima volta…) e difficile…




Uscita Grotta Santa Lucia Superiore più da lontano



Grotta in parete di fronte a Sentiero Daini più da vicino



Galero dal sentiero dei Daini primo piano



Guglia rocciosa in sentiero dei Daini primo piano



Pareti sovrastanti sentiero dei Daini



Dito di roccia sovrastante sentiero dei Daini primo piano più da vicino



Grotta in parete di fronte a Sentiero Daini ancora più da lontano



Grotta Bausi Rusci molto più da vicino



Torrione quasi davanti al Galero dal sentiero dei Daini primo piano



Forcella rocciosa in sentiero dei Daini



Dito di roccia sopra forcella rocciosa in sentiero dei Daini



Forcella rocciosa in Sentiero dei Daini da dietro molto più da lontano



Forcella rocciosa in Sentiero dei Daini da dietro molto da lontano



Dito di roccia sopra forcella rocciosa in sentiero dei Daini da dietro primo piano più da lontano



Sentiero dei Daini guardando indietro più da vicino



Torrione inclinato con foro in Sentiero dei Daini più da vicino



Massi squadrati in Sentiero dei Daini più da vicino



Valle della Valle e Rocca Berleurio



Strana guglia di roccia in sentiero dei Daini



Strana guglia di roccia in sentiero dei Daini più da lontano



Dito di roccia sul sentiero dei Daini



Sporgenza calcarea fessurata e vista verso alpi da Sentiero dei Daini leggermente più da lontano



Sporgenza calcarea fessurata e vista verso alpi da Sentiero dei Daini più da lontano



Crestina calcarea fessurata in Sentiero dei Daini



Albero curvo e vista su Borghetto da San Pietro



San Pietrino vista quasi frontale



San Pietrino vista frontale